Jump to content
Gibson Brands Forums

Kit57

All Access
  • Content Count

    6
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About Kit57

  • Rank
    Newbie
  1. Buongiorno a tutti. Ho portato le mie quattro chitarre dal liutaio a Salerno per una revisione generale. Ha iniziato dalla Epi LP e quando l'ho portata a casa, l'ho provata. Non aveva mai suonato così! Il liutaio mi ha consigliato di sostituire i PU con dei PAF Gibson (non so se ci sono diversi modelli), così da dare un carattere migliore alla chitarra. Se effettivamente, come lui dice, con questa modifica riuscissi ad avere una LP Gibson all'80% ne sarei str-felice. Farebbe una bella coppia insieme alla mia Lucille. Cosa ne pensate? Avete consigli, anche commerciali, da darmi? Grazie
  2. Lo dicevo l'altro giorno a mia moglie: un po alla volta, mattoncino dopo mattoncino, ho soddisfatto tutti i miei desideri latenti da anni, posso dichiararmi quasi soddisfatto. Chissà cos'altro m'inventerò prossimamente... Grazie per il benvenuto e... teniamola accesa questa cenere, ravviviamola ogni tanto...
  3. Ma ciao, se avessi avuto un po più di coraggio e un po meno senso di responsabilità, certe cose le avrei fatte anche da ragazzo. Ma sono sempre stato inquadrato e sull'attenti. Ero il primo figlio di 5 figli maschi, dovevo dare il buon esempio. Alla fine i miei genitori non ci sono più, i fratelli si son persi per strada... ed a me è rimasto il senso del dovere. Ma va a morì ammazzato, ho vissuto una vita da soldato senza divisa. Veramente il servizio militare l'ho fatto da ufficiale di complemento ed è lì che ho iniziato a capire cos'era il senso di ribellione. A 47 anni ho comprato la prima moto, eppure ho impiegato 1 anno a dirlo a mio padre, a quasi 60 ho abbandonato la giacca e la cravatta e mi son messo a fare un lavoro che ricalcava la mia passione (produco accessori esclusivi e brevettati e li vendo in tutto il mondo), da 1 anno sono tornato alla musica... ed anche qui cisto dando dentro di brutto. Ho già ricevuto alcuni inviti da vecchi amici per parlare di band, ma per il momento non ho trovato quelli giusti.Per il futuro non escludo nulla. Peccato non ci sia più nessuno, di quelli che mi inibivano, ad applaudire i miei successi. Ma va bene così, alla fine, contento io (e mia moglie), contenti tutti. Grazie per il benvenuto. Alimentiamolo questo bel fuocherello che prima o poi inizierà a far freddo e sarà simpatico condividere quattro chiacchiere con chi ha le tue stesse passioni.
  4. Caro Tony, che tonfo al cuore rivedere davanti agli occhi le ragazzine che guardavano il front man, quello che all'epoca era quasi sempre il chitarrista. Collo a barca, colli e polsini delle camicie enormi che andavano penzoloni, jeans a zampa d'elefante, stivaletti a tacco alto (nonostante il mio metro e ottantaquattro)... roba da farti andare in ansia da prestazione nel momento in cui dovevi fare l'assolo del secolo... Per quanto riguarda le chitarre: una Epi LP Standard da dare via (credo), una Fender Stratocaster USA (Gilmoure style), una grande Yamaha LL come acustica e, dulcis in fundo, la regina delle custom, sua maestà Lucille, credo di potermi accontentare. Come in tutte le mie cose, impiego tanto a scegliere qualcosa, che sia una moto, un'auto o una chitarra, peggio ancora per le donne, ma una volta fatta la scelta non mi schiodo... a meno che non schiodino me. Mi manca l'ultima cosa, ma sono molto indeciso. Ho un Fender Champion100 2x12 che non va male, anzi. Ho quel giocattolo di Positive Grid che però, attaccato al mixer ed ai monitor attivi m-audio Bx8, fa il suo lavoro con le migliaia di effetti e preset che gestisce che mi consentono di evitare una pedaliera enorme, collegato ad iPad mi gestisce le back track, ecc. Mi manca però un bel valvolare da casa, max 40W, suono pulito ed un po vintage per il mio blues poco roccheggiante, al più un po distorto all'occorrenza. Poi penso di essere veramente a posto, sempre che la scimmia non mi salti al collo per qualche altra cosa (una J45?). Ma ad oggi credo che potrei anche rimanere così. Tanto Lucille è stereo, volendo posso attaccarmi ad entrambi gli amplificatori e sol selettore suonare su entrambi o su uno a scelta. A proposito di suonare... stanotte, notte fonda e scura, ero nel mio studio attrezzato, ovviamente in cuffia chiusa, scrivania nera, poche luci soffuse e calde, che mi suonavo un po di blues sulle infinite tracce di Youtube... ad un certo punto, istintivamente mi sono rilassato appoggiandomi allo schienale della poltrona, ho chiuso gli occhi, ed ho continuato a suonare... che momento magico... Quando mi sono ripreso mi son chiesto se ero io quel chitarrista... Spero sul serio si possa dare nuova vita a questo forum, lo meriterebbe e meriteremmo noi di poter scambiare quattro chiacchiere al di fuori dei cannoneggiamenti che infuriano la fuori... Anche a te grazie per il tuo bel benvenuto. A presto...
  5. Ciao Prince, grazie per il benvenuto. Immagino che qui siate tutti più o meno esperti, quindi avrò molto da imparare già dalla lettura stessa di tanti post. Peccato che i forum stiano piano piano diventando obsoleti, ma il patrimonio d'informazioni che contengono, a mio avviso, è irrinunciabile. Andrebbero vivacizzati e riportati sulla scena. Ce lo mettiamo un booster?
  6. quando ero solo un ragazzo, anni 70, ed in ogni buco suonava una band, la chitarra che andava si chiamava Gibson. Ed anche gli artisti che poi son passati ad altro, all'inizio erano Gibson muniti. Come non crescere nel mito del chitarrone americano? Con la mia piccola band, nata come tutte per puro divertimento, ottenemmo la promessa di un mese di serate presso un importante centro termale della zona. Questo richiedeva una nuova organizzazione, un repertorio molto più ampio e, soprattutto, nuovi strumenti. A parte il tastierista che possedeva già un Hammond favoloso, ci recammo tutti presso il negozio più attrezzato della città per andare a visionare e contrattare. Ebbi fra le mani una Les Paul nera e fu subito amore, di quello vero. Il contratto saltò, noi rimanemmo a bocca asciutta. Quella chitarra costava troppo per le tasche di un genitore come il mio e finì sicuramente in altre mani. Ma la delusione fu grande e quella Gibson nera io me la sono portata negli anni negli occhi e nei pensieri, un gioiello troppo prezioso per poterci pensare. Fu questo uno dei diversi motivi per cui abbandonai la musica per dedicarmi agli studi, al lavoro, il servizio militare,le ragazze, il matrimonio, le auto, la casa, i mobili e bla bla bla Gli amici della band, due in particolare, proseguirono e fecero della musica una vera professione, diventando degli artisti anche abbastanza noti, anche se in campi diversi: uno nel jazz e l'altro nella musica classica (il pianista). Poco più di 1 anno fa mi è tornata in mente la mia passione ed ho ricominciato, giusto per provare, con una Epiphone Les Paul standard nera come la pece. In qualche modo mi ricordava qualcosa... Oggi, a distanza di poco tempo, sono tornato ad essere il chitarrista di un tempo, forse anche meglio e, avendo più tempo da dedicare, miglioro giorno dopo giorno. Sono ancora un pivello anche se ho la barba bianca, ma diciamo che intravvedo una crescita, anche abbastanza rapida. Per questo motivo oggi mi sono portato a casa una splendida Gibson Lucille BB King tutta nera che compensa l'attesa così lunga e mi gratifica fino alla commozione. Ho suonato fino a poco fa ed è stata tutta una goduria. Non pensavo che questo legno racchiudesse tanta armonia. Avevo comprato anche una Fender Stratocaster USA che mi aveva sorpreso, altrettanto una Yamaha LL16D ARE acustica, mi sono attrezzato un piccolo studio... ma mi mancava il chitarrone dei miei sogni. Ora è qui accanto a me che riposa mentre io devo trovare il modo per farmi venir sonno e andare a dormire dopo tante emozioni. Sono un pazzo a 63 anni ad avere comportamenti di un fanciullo? Non credo e non me ne vergogno, anzi, ho sudato e meritato questo momento e l'attesa ormai è solo un ricordo. Ho vinto un'altra delle mie battaglie e ne sono fiero. Non me ne rimangono molte, ma questo i tenevo ad affrontarla con le mosse giuste, e così è stato. Mi reputo un fortunato. Un saluto a voi tutti, spero di non avervi annoiato troppo col mio pistolotto, ma dovevo sfogarmi con qualcuno che spero possa comprendermi. Grazie per essere arrivati fin qui.
×
×
  • Create New...