Jump to content
Gibson Brands Forums

GuidoBlackmore

Members
  • Content Count

    418
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by GuidoBlackmore

  1. Ho provato un pò l'ampli oggi, attaccandoci la sg. Sul pulito è accetabile, sul distorto non mi gusta granchè, ottengo sonorità migliori con le emulazione del pod, che tra l'altro mi sembrano anche più ricche di dinamica e più calde. Insomma diciamo che boccio questo amplificatore per le sonorità che piacciono a me, è piatto, freddo e finto. Il marshall class 5 l'ho sentito ed è carino, ma questi ampli monocale a valvole per saturare e andare in distorsione li si deve alzare, e la casca l'asino, perchè senza un master volume sparano parecchio. Quindi sono una soluzione inaccetabile.
  2. Ciao ragazzi, sempre più estasiato dalla mia sg standard tanto che ormai le strato le uso saltuariamente, sono stregato da questa chitarra, è veramente fanstastica. Col pod riesco a ricreare un suono similare agli ac/dc, e suonare in cuffia alle 11 di sera liberamente per me è una gran cosa. Tuttavia nel week end forse potrei strimpellare senza cuffie e così l'idea di prendere un ampli continua a farsi strada, ce l'ho da parecchio ormai. Siccome mi piace un suono hard rock tipo ac/dc o deep purple all'inizio pensavo a qualche piccolo valvolare come mi avevate consigliato. Ora però un a
  3. Eh eh sei un fortunato, o non hai vicini o non hai gente al piano di sopra :-D
  4. Capito, praticamente l'attenuatore è un acquisto obbligato per chi vuol suonare un ampli a valvole in casa.
  5. Ciao Sanz, quindi l'attenuatore modifica la timbrica dell'amplificatore? In cosa senti differenza usando l'amplificatore a palla e con l'attenuatore?
  6. A 5 di volume master la 900 ti stacca l'intonaco dalle pareti... si c'è bisogno di alzare per sentirla lavorare bene. Io una volta alzai abbastanza a casa di amici, ma proprio per poco tempo. Della 900 te ne posso parlare perchè l'ho avuta, ma sinceramente non mi è piaciuta. Troppo appuntita, del genere metallaro spinto più che rock, ma proprio come suono non mi piaceva (infatti feci sostiture le 5881 con le el34). Non utilizzabile a casa nemmeno splittando la 100 watt a 50 watt (ha un selettore). Su youtube alcuni giorni fa mi sono imbattutto in questo video: Qua senti proprio il suono
  7. mmmm il mio dio Blackmore... Burn il mio pezzo preferito! Che solo! Ma fateci caso, tutti i solo (o quasi) di Blackmore non sono scale buttate a caso su e giù, ma sono come delle botte e risposte che da e ottiene, non so se riesco a spiegarmi. Conosco bene Burn, non è un solo facile, ma riascoltandolo come può non colpire? Un riff micidiale! Il Blackmore degli anni 70 e con i rainbow è il mio preferito, tecnica, tocco, suono, inventiva, canzoni bellissime... il mio guitar hero. Comunque so che ci sono vari tipi di jcm 800, purtroppo la qualità della registrazione e molto importante e può
  8. Scusate ragazzi ma mi è tornata in mente una cosa. Anni fa quando avevo ampli valvolari il mio vecchio maestro mi fece prendere un pedale di volume da inserire sul send e return. Gli ampli li mettevo con il volume intorno a 7-8 (immaginate il jcm 900...) e il pedale di volume quasi tutto abbassato. Mi diceva che così faccio lavorare il finale ma il pedale di volume teneva i livelli sonori accettabili. In effetti c'era una certa differenza a livello sonoro tra l'ampli a volume 0,5 e con il pedale di volume. E' una cosa valida invece di usare i costosi attenuatori di potenza?
  9. L'ho provato ma ho trovato migliore il pod, ed ora uso quello, il 2.0.
  10. Ah certo quello si, tornando a casa verso le 23 di sera in effetti chi può alzare questi apparecchi a volume anche misero? Mi ricordo però che quando avevo il 900, splittavo dal selettore da 100w a 50w, e a volume 2 dava una tale botta di potenza che tremavano le finestre e i vicini si lamentavano anche di pomeriggio... mi sa che il valvolare me lo sogno ormai. Chi lavora durante la giornata e può suonare la sera è confinato alle sole cuffie, ormai me ne sto facendo una ragione... quando smisi di suonare era per questo motivo. Grazie al pod e alle cuffie ora almeno posso strimpellare a quals
  11. Il ponte è una versione economica del vintage a 6 viti. Cosa perda a livello di suono e accordatura ecc. non saprei perchè l'ho provata troppo brevemente. Comunque è una versione economica, basta osservare da vicino le sellette e il ponte stesso. Attenzione, economico non vuol dire che faccia schifo eh. Sicuramente è da provare in rapporto a un strato con ponte vintage o con il pivot a 2 viti, visto che ora quest'ultimo ponte non lo fanno più con le sellette piene ma piegate. E ci sono delle notevoli differenze.
  12. Guarda, non per qualcosa, ma se un ht5 costa sui 350 euro a quel punto...
  13. Per me era drammatico... i valvolari che ho avuto a basso volume suonano peggio del pod... d'altronde jcm 900 100 watt su 4x12... in casa... va bè errore di gioventù... jtm 30, 30 watt vlavolari son tantissimi, e poi il brunetti da 60 watt, il milgiore dei 3 ma pure lui a volume 0,5-1... non è che fosse granché. Un altro mondo già a volume 3, ma lì non puoi suonare a casa la sera (visto che lavoro di giorno). Forse il compromesso migliore sarebbe la testatina ht5 su cassa 1x12?
  14. Si gli humb in parallelo mia piaciuti ma in questo caso si! Anche sul pultio ho fatto come mi ha consigliato, va alla grande!
  15. Ciao Bobbe, gli ho dato una guardata. Mi fa storcere il naso il fatto che sia monocanale, e senza send e return, comunque non ho trovato da nessuna parte il costo?
  16. Infatti stavo vedendo il black heart ht5 da 5 watt ma il cono da 10" non mi piace... poi ovviamente a palla fa casino, ma se il 5w al 20% di potenza da un bel suono valvolare allora si... se anche quello lo devi tirare al 70-80% per avere la saturazione come si deve... amen. Pod e cuffia sono l'unica risorsa per poter suonare. Altrimenti un ampli a transistor piccolo di potenza ma con cono da 12" come si porrebbe di fronte a un valvolare da 5 watt?
  17. Non conosco le ibanez e non mi piaccino molto, ma in effetti è così. Comunque bella soddisfazione vedere un metallaro rapito dalla sg. Questa è una chitarra nuova per me, tutta da scoprire, ma già dai primi giorni ho capito cosa volevi dire! Tra l'altro ci puoi suonare dal blues al metal, una apoteosi di strumento, pesa niente, è ancora abbastanza abbordabile come prezzo, suono bellissimo e anche versatile... pensa te mi piace anche il suono dei pu in parallelo!
  18. Ciao Suga, quella strato ha il ponte con specifiche simile al vintage a 6 viti, ma le misure sono leggermente inferiori, cambia pertanto anche la dimensione delle sellette. Le meccaniche mi sembrano le stesse della mia vecchia american standard, e sono ok, per quanto mi riguarda tengono bene l'accordatura (le meccaniche), il ponte non saprei. Ho provato lo scorso anno una american special ma molto superficialmente, era prima di comprare la strato classic 70. Purtroppo ci sono così tanti modelli di strato... il ponte a 6 viti è una condizione indispensabile?
  19. Scusate ragazzi, ma per curiosità un buon attenuatore di potenza quanto può costare? Perchè a quel punto veramente potrebbe convenire un ampli da 5 watt a valvole piccolo per casa, e un ampli più grande per chi suona fuori.
  20. Bene Rick, son contento per te, vedrai la c70 da belle soddisfazioni! L'altro giorno sono stato a casa di un amico metallaro. In genere suona una ibanez ultimo tipo, di quelle signature Steve Vai, con pu (mi pare) Di Marzio Superdistorsion. Quando qualche tempo fa la provai dovevo mettere il pot del volume a 5 per non disotrcere sul pulito... col pod... una chitarra estremamente aggressiva. Troppo, a me non piace il genere, poi non sopporto il ponte floyd rose, ma va bè questa è un'altra storia. Con mia grande sorpresa il mio amico mi ha detto che la mia sg è ancora più aggressiva dell
  21. Ahhh l'hai presa bravo! Pensa sia una chitarra dal grande rapporto prezzo/qualità! Com'è la tua?
  22. Si è vicino, ma l'ho abbassato un pò perchè era veramente troppo vicino di serie. Ho allontanato anche il p.u. al manico, cercando di bilanciare i volumi. Se vuoi gli faccio uno scatto
  23. Bè le sensazioni sono soggettive ;-) Di oggettivo posso dire che la differenza fisica tra le due chitarre è impressionante: oltre la scala corta, gli humbucker ecc. ai quali mi ero già abituato con la epiphone les paul, in questo caso la chitarra è come spostata in avanti... il manico attaccato alla parte terminale del corpo sposta la tastiera lontano, tanto lontano rispetto alla strato, e la mano sx deve abiutarsi a salire, la mano destra ha un appoggio più avanzato ecc. ecc. A livello suono penso che il pod tenda a d appiattire un pò le peculiarità di questi strumenti. Ovviamente, per il p
  24. Grazie Suga, ma non disperiamo, l'idea del piccolo valvolare c'è sempre, sto guardando un pò anche nell'usato. Comunque in particolare su cosa ti interessava il mio parere?
×
×
  • Create New...