Jump to content
Gibson Brands Forums

Gontur

All Access
  • Posts

    426
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Gontur

  1. Va direttamente al comando di tenenza guardia finanza più vicino a casa tua. Non perdere tempo con il negoziante, perchè perderesti solo tempo... poi magari riesce pure ad intortarti/impietosirti e la passa liscia. Come dicono i più esperti "impossibile che non se ne sia accorto". Impossibile. Inoltre, visto che ti ha fatto un "foglietto di cessione personale" aka vendita in nero, è pure un Ladro e la GdF gli farà pure una bellissima ispezione con tanto di mandato del procuratore della repubblica aka vanno anche a casa sua.
  2. Gontur

    Didattica!

    Qualcuno di voi è pratico di rest stroke picking? Avete qualche esercizio da consigliarmi?
  3. E niente, chitarra presa, suona perfettamente in ogni tasto ed action sistemata. Ha dovuto limare nella zona binding per evitare che il mi cantino si incastri. A detta del liutaio è bastato abbassare leggermente il ponte e agire "neanche tanto" sul truss rod per sistemarla. Non so cosa intenda per "neanche tanto" ma per come NON suonava quando gliel'ho portata mi viene il sospetto che abbia dato 3 giri completi :) Misteri.
  4. Domani vado a prendere la chitarra dal liutaio. La novità è che ha dovuto fare una modifica ad una meccanica Grover (quella del mi basso) perchè il meccanismo autobloccante non riusciva ad "accettare" corde più grosse del 46. Poco prima di portargli la LP avevo messo su le Heavy Bottom (10-52) e la rotellina girava a vuoto e non autobloccava un bel nulla. Da quello che mi ha scritto via mail non si tratta di una rottura di qualche parte, ma proprio di un difetto di fabbricazione non rilevato in sede di controllo qualità. Vediamo poi domani cosa mi dice del resto.
  5. Già contattato il liutaio, vado settimana prossima. Nel frattempo volevo schiarirmi le idee. Per semplicità partiamo dal presupposto che il capotasto non abbia problemi e che i tasti siano livellati correttamente. E' corretto dire che il truss rod influenza la curvatura del manico sostanzialmente fino alla giunzione manico/body? A occhio e croce direi di sì visto che dopo tale giunzione mi sembra strano che il manico/tastiera si possa incurvare. Se questo fosse vero allora è corretto dire che i problemi di corde che non suonano negli ultimi tasti è da attribuire all'altezza del tune'o'matic? Se la risposta è affermativo allora sarebbe corretto procedere modificando prima l'altezza del tune'o'matic in modo che le corde suonino correttamente negli ultimi tasti e poi agire sul truss-rod per trovare la curvatura corretta del manico?
  6. La LP recentemente acquistata aveva l'action un po' alta e complice il cambio corde mi sono deciso a fare un setup "nuovo". Ho effettuato queste operazioni: 1) tolte tutte le corde 2) abbassato lo stoptail che era veramente altissimo 3) abbassato il ponte per non avere un angolo corde/sellette troppo accentuato 4) montato corde nuove, stessa scalatura delle precedenti (10-46) e accordato in E-flat (come prima) 5) aggiustato il truss rod: ho messo un capotasto sul primo tasto, ho premuto il MI basso alla congiunzione manico/body e ho regolato il trussrod fino a che al 7° 8° tasto ci fosse un filino di aria tra il sotto della corda e il tasto Ora la situazione è questa: dal 17° tasto in su la chitarra fa fatica a suonare (soprattutto il sol). Sembra che le corde non vibrino a dovere perchè toccano gli altri tasti. Per ovviare a questo problema devo alzare il ponte in modo esagerato e mi ritrovo un action stile ponte di brooklyn. Suggerimenti?
  7. Non avevo fatto caso allo scollamento, mi ero fermato al battipenna grande :) C'è da considerare che Thomann ha camionate di chitarre in stock quindi è ragionevole aspettarsi che ne abbiano di difettose. In ogni caso c'è sempre il 30-day-money-back che, visto l'andazzo dei negozianti fisici, è un valore aggiunto da non sottovalutare.
  8. Riscontro il seguente problema con la Les Paul Standard: sembra che il suono del mi cantino sia accompagnato da una sorta di sibilo che sembra un armonico e che sembra essere quel suono che si crea quando si sfiorano in modo molto lieve le corde. Dite che possa dipendere dalla selletta allo stop tail?
  9. Per fortuna che ha il battipenna grande sennò l'avrei presa. C'ho un debole per la cornetti :rolleyes:
  10. Sei quindi dell'idea che con l'andare degli anni ci sia stato un impoverimento di qualità nella costruzione/assemblaggio manico/tasti? Le gib che sono passate per le mie mani (tra quelle mie e quelle di altri che ho provato si intende) sono poco meno di 10 e tutte abbastanza recenti (dal 2005 in avanti di sicuro), ma tutte avevano questo grave problema. Voglio dire che se ci suoni un blues/rock "tranquillo" problemi non ce ne sono, ma se si comincia ad andare su qualcosa di più spinto e veloce con pull off etc diventa un incubo.
  11. Questo difetto del mi cantino che si "incastra" è molto comune. L'ho trovato su TUTTE le gibson che mi sono passate per mano (non che siano tante eh... però..). Il mio liutaio di riferimento mi disse che il problema era da attribuire all'allargamento/restringimento legno tastiera per via degli sbalzi di umidità. Mi/vi chiedo: il problema è dovuto alla combo legno tastiera poroso + binding over fret? Il chitarrista con cui suono, ad esempio, che ha una catasta di legni (esp, charvel, ibanez, jackson, ltd etc) non ha mai avuto di questi problemi. Sono tutte chitarre che non hanno il binding over fret.
  12. Se con un AC15 non riuscissi ad avere sufficiente saturazione per suonarci rock/blues i pedali sarebbero l'ultimo dei miei problemi IMHO. Forse il nostro amico vuole avere il suono saturo a 0.1 di volume? Per il discorso degrado segnale con effetti in catena la risposta è, in linea teorica, sì, c'è un degrado. In pratica se si utilizzano buoni cavi e buoni effetti nel mix è impossibile percepire la perdita di qualità del suono.
  13. A parer mio per fare rock/blues ne hai più che a sufficienza con i pedali a tua disposizine. Se non riesci ad avere un suono saturo con il big muff vuol dire che sbagli ad impostarlo. Personalmente sconsiglierei l'utilizzo del big muff + bad monkey o viceversa, vien fuori un pastone poco piacevole. Compressore? Vorresti fare big muff + bad monkey + compressore? EHeheheh... Mah, se fai anche uso di suoni puliti e ne prendi uno di buona qualità ci può anche stare. Altrimenti lascia perdere. Delay ed echo sono la stessa cosa. Ma a che volume tieni il VOX?
  14. Piccolo resoconto della chitarra dopo prove di ieri sera e pulizia approfondita di oggi. La LP ha diversi difettucci estetici, non dovuti all'incuria del precedente proprietario che me l'ha consegnata ancora con gli adesivi originali e con i tasti al 99,99%, quanto ad alcune pecche nelle finiture. Mi riferisco ad esempio all'attaccatura paletta/tastiera dove la vernice non copre tutto perfettamente e si vede un filo di legno, oppure alle piccole crepe superficiali che dopo soli 4 anni si intravedono (in controluce), oppure alla sommaria verniciatura di alcuni particolari come alcuni spigoli della paletta o dell'attaccatura manico/body. D'altro canto però c'è ad esempio da notare un capotasto lavorato alla perfezione e il binding over fret fatto a regola d'arte. La fiammatura del top è buona, con alcune piccole irregolarità che devo ancora capire se mi piacciono oppure no. Mi prendo la libertà di "classificarlo" come un AAA-. Il palissandro della tastiera, dopo avergli dato una nuova vita trattandolo con il fretboard conditioner, è bello bello da vedersi con alcune venature chiare interessanti e gli inlays sono tutti perfetti. Il manico asimmetrico è di facile gestione e mi sono adattato subito alla forma leggermente più cicciotta rispetto allo slim della SG. Setup perfetto. Chi me l'ha venduta mi ha detto che non l'ha mai "toccata" e se è veramente uscita così dalla fabbrica tanto di cappello ai signori in Gibson che hanno curato il setup. In ogni tasto le corde suonano alla perfezione, nessun buzz ed action "comoda". Stabilissima nell'accordatura. Ho tirato bending fino a 2 toni sopra e non c'è stato verso di smuovere l'accordatura più di un cent. Veniamo al suono. Per farla breve: al ponte suona bene, niente di che, sia chiaro, ma suona bene... al manico invece è da innamorarsi. Non è ingolfata, ma piena, non è impastata, ma cicciona, sembra grasso che cola. Sui distorti la differenza rispetto alla SG e alla LTD è che le prime due danno la sensazione di un lenzuolo che si strappa mentre la LP da la sensazione di... uhm... avete presente quando bevete un bel bicchierone di coca cola e dalle viscere vi sale quel rutto cupo e rabbioso che fa tremare i muri ancora prima che apriate bocca? Ecco, quella roba lì. L'unica cosa che non mi piace proprio per nulla è il connettore neutrik. Scomodissimo. Vabbeh, ci si fa l'abitudine. In definitiva secondo me un buon affare. Venditore più che onesto che si è pure fidato di lasciarmi la chitarra con 100 Euro in meno rispetto al prezzo pattuito in quanto non potevo più prelevare contanti con il bancomat.
  15. La famiglia si allarga... Les Paul Standard (modello 2008) Desert Burst
  16. Ragazzi sono a Genova per qualche giorno. Un consiglio su un negozio dove provare Les Paul? Grazie
  17. Mah, mi sto guardando un po' attorno. Al di la delle differenze tra Traditional e Standard c'è da dire che su MM le Standard usate disponibili in Veneto e che mi soddisfano da un punto di vista estetico viaggiano dai 1500 in su. Su Thomann una LP Standard nuova di pacca Desert Burst 2016 viene 1800 spedita. Su due piedi direi che per 300 Euro di differenza mi butto sul nuovo. Ho il money back garantito e non mi devo sbattere per farmi km su km in macchina. Che ne pensate?
  18. Ehm, attacco di GAS. Precisamente per una LP Desert Burst. Quale la differenza tra le LP Traditional e le LP Standard? Tralasciamo pure l'annata 2015.
  19. Beh, c'è da dire che la chitarra di Billy è (era) bella solida :)
  20. Ecco la piantina della stanza. Pareti A e C trattate solo con stoffa da soffitto a pavimento. Parete B: sulla parte inferiore pannelli di sughero, sulla parte superiore pannelli in poliuretano piramidali. Dietro cassa impianto e subwoofer c'è una libreria che arriva fino all'angolo. Parete D: parte inferiore pannelli poliuretano bugnati, parte superiore stoffa Soffitto: completamente ricoperto di pannelli bugnati. Pavimento: un paio di tappeti e pedana per la batteria. Problemi: frequenze basse a gogo. I piatti praticamente non si sentono. Il batterista dice che non sente quello che fa (è uno che picchia come un fabbro). I miei consigli PRIMA di fare lavori non sono stati ascoltati. Io proponevo di lasciare stare la stoffa che costa e non serve a nulla e mettere su tutte le pareti i pannelli in poliuretano con disposizione a scacchiera in modo da coprire non più del 40%-50% della superficie delle pareti/soffitto. Inoltre proponevo di piazzare pannelli in lana di roccia 100cmx50cmx10cm (con la lana da 70kg metro cubo) negli angoli e nei primi punti di riflesso delle casse/amplificatori. Ora l'unica cosa che farei (a parte un abbassamento generale di tutti i volumi) è spostare la cassa del basso dall'angolo e metterla al posto della chitarra (parete C) e costruire qualche pannello in lana di roccia e metterli come avevo pensato di fare all'inizio.
  21. Qualcuno di voi ha qualche nozione di acustica? Venerdì abbiamo fatto la prima prova nella sala nuova e.... da mettersi le mani nei capelli. Si sente un bordello generale e rimbombi a gogo. Se qualcuno può darmi qualche dritta batta un colpo che così vado nel dettaglio. Grazie
  22. Guardate che "liutai" si diventa, non si nasce. Niente da stupirsi se qualcuno toglie tutte le corde e poi vede ponte/stoptail rotolare per terra.
×
×
  • Create New...