Jump to content
Gibson Brands Forums

Gibson Cafè X


Prince Malagant
 Share

Recommended Posts

Eeeeeee...... beh..... ma il suono com'è? Non vorrei pestare su una mina dicendo la mia, ma dalle passate esperienze mica mi sento di sputarci sopra tanto al dozzinale multistrato come risultati armonici in un solid body, ricordando poi che praticamente tutta la produzione industriale di hollow e semihollow, Gibson compresa, usa ormai backs e tops in multistrato. La storica Danelectro sono duecento anni che fa le solid bodies così e ha ancora il suo piccolo spazio sul mercato ed estimatori. Il multistrato è sempre legno e di una stabilità super, può essere di varie essenze e combinazioni, ha la sua struttura particolare che ha poco a che vedere con un single, due o tre pezzi ma questo non significa che debba essere in negativo.

Giusto pretendere che sia dichiarato chiaramente al cliente interessato il tipo di materiale con cui è fatta una chitarra evitando sorprese postume. Giusto che più il prezzo è alto più uno deve pretendere che l'essenza sia qualitativamente migliore (come essenza, come resa armonica è un'altra faccenda); ma se uno cerca solo buon suono, non è detto che qualità e prezzi siano direttamente proporzionali. Ho trovato a suo tempo una Eko da 80 euri in multistrato che messa a confronto e attaccata al BluesJunior si mangiava una superosannata Stratocaster del 40esimo... msp_biggrin.gif

a beh! se è così posso incollare un manico sulla 2x12 in multistrato di betulla e suonare direttamente con la Marshall

Link to comment
Share on other sites

Eeeeeee...... beh..... ma il suono com'è? Non vorrei pestare su una mina dicendo la mia, ma dalle passate esperienze mica mi sento di sputarci sopra tanto al dozzinale multistrato come risultati armonici in un solid body, ricordando poi che praticamente tutta la produzione industriale di hollow e semihollow, Gibson compresa, usa ormai backs e tops in multistrato. La storica Danelectro sono duecento anni che fa le solid bodies così e ha ancora il suo piccolo spazio sul mercato ed estimatori. Il multistrato è sempre legno e di una stabilità super, può essere di varie essenze e combinazioni, ha la sua struttura particolare che ha poco a che vedere con un single, due o tre pezzi ma questo non significa che debba essere in negativo.

Giusto pretendere che sia dichiarato chiaramente al cliente interessato il tipo di materiale con cui è fatta una chitarra evitando sorprese postume. Giusto che più il prezzo è alto più uno deve pretendere che l'essenza sia qualitativamente migliore (come essenza, come resa armonica è un'altra faccenda); ma se uno cerca solo buon suono, non è detto che qualità e prezzi siano direttamente proporzionali. Ho trovato a suo tempo una Eko da 80 euri in multistrato che messa a confronto e attaccata al BluesJunior si mangiava una superosannata Stratocaster del 40esimo... msp_biggrin.gif

Ottimo "uomo della montagna"....la Flying V, come sai, appartiene al "tramonto" del mio periodo metal (regalo di laurea negli anni '90 della fidanzata) che, vedendomi suonare sempre con la SG di mio fratello o con una mitica Yamaha RGX ( che mi prestava un mio amico che oggi fa il turnista a Londra), a suo tempo centrò in pieno l'obiettivo. In qualità di vero e proprio "feticcio", e del naturale cambiamento ed ampliamento del repertorio musicale (stiamo lentamente diventando rock - blues) questa chitarra negli anni ha progressivamente perso "quote di mercato" preferivo utilizzare la Washburn acustica (anche perchè mi chiedevano sempre "la canzone del sole" piuttosto che "sabato pomeriggio" [crying] ) piuttosto che collegarla al piccolo Fender Frontman, ma, in qualità di feticcio mi ha seguito dappertutto ed almeno una volta all'anno veniva esposta al pubblico dei fedeli per la periodica ripulita, cambio corde ed accordatura con strimpellata finale, ma mai mi ero permesso di accedere allo scasso, perchè in qualità di "feticcio" da adorare come segno di eterno amore (non a caso la responsabile del regalo oggi, e già da tempo, è mia moglie!) era intoccabile. I rapporti però, si sa, col tempo cambiano e considerato che ieri ero stato circondato da moglie e signora delle pulizie (che insieme sono più pericolose dell'ISIS) non volendo "fare niente" (renitente alle pulizie di primavera) ho violato il "sancta sanctorum" con conseguente grande sorpresa e meraviglia (giocatevi al lotto 72 la meraviglia, 25 la ribellione, e 7 la moglie)! la meraviglia nasce anche dal fatto che avevo a suo tempo scovato una scheda tecnica della mia Flying dove era scritto che manico era in mogano e body in ontano (invece è in multistrato [scared] ) !!!!! (se la ritrovo la posto)!!!

Ecco qua: http://epiphonewiki.com/index.php/Flying_V

E, dopo questa lunga premessa, veniamo al dunque: il suono della mia Flying si può riassumere in breve con questa frase: onesto ma non troppo ! Collegata al valvolare Peavey, canale clean col giusto setting sui puliti non è niente di eccezionale ma è precisa su tutta la tastiera che è, secondo me, di un bel palissandro di buona qualità (forse addirittura migliore di quello della mia studio 2014) per cui per un bel "Nothing else matters" va bene! Sul canale gain va chiaramente meglio e mi diverte usarla per sparare "back in black" o altre amenità alla Angus Young. Il problema si pone se stacco il jack e collego la LP o, meglio ancora la DC..........la Epi semplicemente SCOMPARE ! Le Gibson la brutalizzano (e stiamo parlando di due studio rispettivamente con 490 T e R e 490 e 498, cosa potrebbe succedere se avessi Gibs equipaggiate con dei PAF o dei Burstbucker ???? E non voglio pensare ai 496 ed al 500) e ti proiettano su un'altra dimensione di suoni, toni ed armoniche. La DC per sua deformazione personale (e mia deformazione mentale generata dai 24 tasti, le "due corna" ed il 498 al ponte) scende sullo stesso campo e stravince (come se si giocasse Juventus - Boscoreale, per capirci); la LP, semplicemente la snobba, è di un altro pianeta (nonostante sia produzione 2014)!

In conclusione per me la Flying è un pò come la prima automobile, a suo tempo ti faceva sentire un re, poi, col tempo e con l'acquisto di modelli di maggior pregio hai capito che la corona era di cartone, ma occuperà sempre un posto nel tuo cuore.

In sostanza, la Flying è "impattante", leggera (ma non troppo), facile da suonare (all'impiedi), suona pure.....ma......

Spero di essere stato preciso e ti auguro una grande domenica [thumbup]

 

PS - speriamo che mia moglie non legga mai questo post.....altrimenti [cursing] divorzio assicurato!!!!

Link to comment
Share on other sites

a beh! se è così posso incollare un manico sulla 2x12 in multistrato di betulla e suonare direttamente con la Marshall

Dai Luca, la betulla lo sanno anche i sassofonisti che non suona na mazza [lol]

Anzi, fossi in te rifarei completamente la cassa del Màrscial in mogano Honduras [rolleyes]

Link to comment
Share on other sites

...anche perchè mi chiedevano sempre "la canzone del sole" piuttosto che "sabato pomeriggio" ... dove era scritto che manico era in mogano e body in ontano (invece è in multistrato [scared] ) !!!!! (se la ritrovo la posto)!!!

Ecco qua: http://epiphonewiki....ex.php/Flying_V

... Le Gibson la brutalizzano ... stiamo parlando di due studio rispettivamente con 490 T e R e 490 e 498, cosa potrebbe succedere se avessi Gibs equipaggiate con dei PAF o dei Burstbucker ???? E non voglio pensare ai 496 ed al 500 ....

 

Ma sai suonare anche tutta Sabato Pomeriggio? Se ti legge l'Alnico muore dall'invidia... Un giorno ci devi dire come si fa [rolleyes]

 

Tornando in argomento, dalle informazioni si legge però Laminated Mahogany/Alder Body su un paio di quelle postate: sicuramente è l'essenza usata sulla tua.

In quanto a ciò che ho scritto sopra però voglio risottolineare la mia asetticità a ciò che asserisco. Non è una scoperta mia, ri-cito le Danelectro, e ho avuto qualcosa per le mani che mi ha stupito. C'è qualcun altro che, sentito proprio ieri sera al cell. in una lunga e, tra il resto, inaspettata e piacevole conversazione tecnica interrrotta solo dal cedimento della carica di una batteria, mi ha confermato questo, raccontando di una sua simile esperienza proprio tra una Gib e una Epi imitazione dello stesso modello, entrambe di sua proprietà, stupito che la prima suonava meglio della seconda, e poi ristupito di nuovo quando ha scoperto che il body di quest'ultima era appunto di multistrato.

Per questo ho voluto mettere qualche puntino in più sulla i.

Poi ti chiedi cosa potrebbe accadere se sostituisci i pu delle Studio. Ma potresti anche chiederti la stessa cosa con la sostituzione degli HB della Epi, sempre per non dare niente per scontato. Ho qua nel cassetto i due HB della Epi Exp Korina sostituiti a suo tempo con due '57. La Explorer divenne un'altra chitarra e sinceramente i due Epi avanzati o li uso per una futura pseudo Slide guitar (magari in multistrato [biggrin] ) o li regalo, per quello che mi sono risultati come suono.

Ormai sento (e per un certo verso quasi con una sensazione di sollievo) di aver vinto la mia battaglia ed essermi liberato dalle catene di certi schemi chitarristici, legati a brands, mentalità e altri diktat che col tempo mi accorgo mi tornano stretti. Mi sento molto più libero come musicista e hobbysta nel campo. Se vado avanti così fra un po' diventerò un vero fuorilegge nel West Chitarristico [lol]

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi devo vender la chitarra manouche per prendere la songwriter...la vedete nel mio mercatino... Chi fosse interessato o conoscesse qualcuno interessato può contattarmi tramite PM.

 

Non so se infrango qualche regola del forum con questo post ma nel caso chiedo a Luca di avvisarmi, purtroppo ho una certa urgenza causa prossime serate live!

Link to comment
Share on other sites

Ma sai suonare anche tutta Sabato Pomeriggio? Se ti legge l'Alnico muore dall'invidia... Un giorno ci devi dire come si fa [rolleyes]

 

Tornando in argomento, dalle informazioni si legge però Laminated Mahogany/Alder Body su un paio di quelle postate: sicuramente è l'essenza usata sulla tua.

 

La mia è una "1967 " tra le tante cose è di quelle prodotte tra il 1989 ed il 1998 (la mia è del 96) per cui teoricamente dovrei avere solo l'ontano......chissà da dove veniva quel super multistrato......però non hai torto, io per anni ho "spinto" con la Flying che è, lo ribadisco, una chitarra onesta con una gran bella tastiera. Poi, parliamoci chiaro, il marchio non fa la chitarra, voi me lo insegnate, però se uno non ha tanto tempo per provare, vuole prendersi una bella "ascia" (riaffiora ogni tanto il metal [biggrin] ), e vuole comunque una buona qualità....purtroppo secondo me deve rivolgersi a mamma Gibs (ed ho sfondato l'ennesima porta aperta!).

Poi anche io ultimamente ho provato una Vintage equipaggiata con dei P90 (replica chiaramente) e mi son stupito che suonasse........

Questione Danelectro, dico la mia (da ignorante) l'associo esclusivamente a Page, l'ho vista anche in mano a Gretchen Menn delle Zepparella, vale sicuramente la pena provarla, ma dalle parti mie non se ne vedono tanto facilmente......ne intravidi una sola in un negozio di Battipaglia (SA) anni fa.......

A questo punto lancio uno spunto di riflessione........siamo sicuri che tutte le ns chitarre "solid body" siano in massello ???? Invito tutti ad armarsi di cacciavite a stella ed esplorare gli scassi [biggrin] delle varie Epi, Yamaha, Vintage, ecc.

 

PS - per Luca sempre a disposizione.....so anche fare (RIGOROSAMENTE CON L'ACUSTICA) "Luca era gay" e "Story of my life" degli 1D (richiesta di mia figlia!!!!!) ORRORE !!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Ci sarebbe anche quella della Silvia che lo sa che Luca si buca ancora ^_^

 

[thumbup] Ragazzi vi voglio bene!

Mi avete ricordato una grandissima trasferta in quel di Andalo negli anni '80, partenza ore 02:00, Golf GTI d'ordinanza con portasci sul tetto, due "morose" del momento pronte a mordere la neve (ed anche qualcos'altro [lol] ) e Luca Carboni a palla per circa 7 ore (piaceva alle "bimbe") per favorire il "movimiento"...........

Che tempi !!!!!!!!!!

 

E a questo punto, visto che ci siamo, vogliamo scomodare i Nomadi (io vagabondo) ??? O i cugini di Campagna (Meravigliosamente) ????

 

E poi ascoltiamo Gary Moore, SRV, Johanne Shawn Taylor, Chantel Mc Gregor, Frank Zappa............quando il meglio del meglio lo abbiamo nel giardinetto di casa !!!!!!1 [lol]

Link to comment
Share on other sites

Perche' mi devi rovinare cosi' le giornate ?

E' bella capperi [thumbup]

Come suonera' ?

L'eventuale sostituzione dei pu sarebbe un bel lavoraccio pero'

 

Meno male che non posso prmere il "compralo subito"

 

 

in effetti mi sono sempre chiesto come cacchio fanno a montare/cambiare i pickup e i pot nelle semiacustiche

Link to comment
Share on other sites

PS - per Luca sempre a disposizione.....so anche fare (RIGOROSAMENTE CON L'ACUSTICA) "Luca era gay"

 

Ci sarebbe anche quella della Silvia che lo sa che Luca si buca ancora ^_^

 

Ovviamente siete tutti invitati a casa mia assieme a Silvia per una bella schitarrata, forse viene anche la Suzanne, di sicuro la Carra' che vorrà sfogarsi con me, un po mi preoccupa, e spero non venga quella lagna della Francesca Chiara che ci siamo lasciati male. Mi raccomando però, non facciamo le tre come piace alla Salemi perché anche i Prozac+ ormai sanno che faccio fatica a svegliarmi.

 

A parte questo, qualcuno vuole aggiungere altre min...iate?? [lol]

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...