Jump to content
Gibson Brands Forums

Gibson Cafè X


Prince Malagant
 Share

Recommended Posts

Il venditore lo conosco di persona (cioè poi, di vista, e qualche battuta "come va come non va", anche se non lo vedo da tempo), e la chitarra l'ho vista più volte live.

Però per ora non mi risponde........cosa si nasconde dietro al prezzaccio ?????

 

Mah ??? Se me lo conferma io sfido il divorzio e corro soldi alla mano a prendermi l'ascia, poi la studio la vendo con calma.....

Link to comment
Share on other sites

Speculatore [biggrin]

 

Intanto non si fa sentire , e l'ho già postato due volte..........

nelle more mi son perso una telecaster Messico da Thomann (mania compulsiva, mi serviva per completare la collezione e perchè due sett. fa ho provato una telecaster in "rustic ash", brutta era brutta ma suonava IMHO non c'è male per cui mi è venuta anche la fissa per la tele.....è proprio vero che non ci styo con la testa), mia ultima offerta 290€ il pazzo che la porta a casa ha offerto se non erro 336€......mah

Link to comment
Share on other sites

Grazie del conforto msp_biggrin.gif

Eh, è per quello che chiedevo se è capitato a qualcun altro.

L'anno scorso, da aprile, chitarristicamente sono rimasto quasi fermo per quattro mesi..

Il grosso lo ho risolto vendendo la Joe Pass che si vede aveva un profilo di manico purtroppo incompatibile, tanto che mi sono accorto che era ogni volta che usavo proprio quella chitarra lì che compariva il "disturbo". Adesso quelle robe che suonavo con la Ibanez le suono con la R7 che ha il manico grosso il triplo e addio dolori.

 

Resta che quando suono per un certo periodo di tempo (es.la serata) ancora può comparire la "mano di legno" . I miei rimedi in tal caso sono: evitare di usare troppo la Crafter CT-125, che - pur essendo chitarra confortabilissima - in condizioni di sofferenza mi determina comunque disagio anche perché il momento disastroso, non so perché e sembra strano, diventa il ritorno da essa alla elettrica. Ora la uso in tre brani, all'occorrenza riducibili a uno (che è uno dei primi in scaletta, momento in cui di solito non sono già in affanno tendineo). Altro rimedio è togliere l'orologio da polso sx, che per abitudine tendo allacciato molto stretto. Nei periodi più neri, ispirandomi a quanto letto in un'intervista a Blackmore, avevo provato delle immersioni in acqua calda e poi fredda (o era viceversa?) ma non mi è servito a nulla.

Ora però va un po' meglio devo dire, spero di non autogufarmi [scared] .

Eh, le gioie del diventare maturi .. [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

Eh, le gioie del diventare maturi .. [biggrin]

 

Grazie che gioie... L'è la gioventü che l'è nada for dala porta tèi. E varda che è la tua sinistra alla tastiera che ti dà le rogne, e a me la destra al plettro che sono mancino. Tutto combina msp_lol.gif

Valutando i fatti trascorsi comunque, una delle cause della mia infiammazione la imputo alla chitarra a tracolla tenuta troppo bassa (al contrario di te che te la tieni sotto il mento msp_biggrin.gif ) Cosa di cui mi sono reso conto verso la fine della serata e che probabilmente mi ha costretto a forzare ancora più del normale il polso per tenerlo in linea. E' che quella sera stavo collaudando la ultima pseudo-Standard che ho messo assieme, e ho usato una tracolla che non uso mai e che andava regolata, ma per la lipa ho lasciato tutto così eusa_shifty.gif

Link to comment
Share on other sites

Posso confermare che non è solo un affanno di gioventù.

 

Ho 26 anni (tra 10 giorni 27) e se per caso mi capita di suonare una serata o una sessione di prove con l'orologio al polso sinistro, a fine serata ho i dolori e non riesco più a suonare scorrevole.

 

Ho fatto anche anni di motocross e quindi il problema dello sforzo ai tendini è stato accentuato anche da questa pratica, ma con il tendisulfur (che non è altro che un integratore appositamente studiato per questi problemi) un po' ho risolto e i dolori sono molto meno frequenti ora.

 

Ovviamente devo fare attenzione a non suonare con l'orologio al polso o a tenerlo troppo inclinato quando suono.

Link to comment
Share on other sites

Tutti gli oggetti in vendita sembrano inserzioni fatte da persone diverse, un po per le descrizioni , un po per il numero di telefono.

 

La possibilità che uno usi foto da internet ci può stare, ma quella foto fa parte di un collezionista che usa fotografare le chitarre con quella tipologia di sfondo e che spesso vengono usate per vendere cineserie.

 

Sarà un caso??? [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

Se non ricordo male, era RocknrollVintage di Chicago che usava quegli sfondi e sempre se non ricordo male la chitarra dovrebbe essere una 74 venduta anni fa.

 

Siamo, tristemente, alle solite [cursing] [cursing] [cursing] . Io tre giorni fa ho "sgamato" e prontamente segnalato a MM un idiota (presumibilmente di Palermo)

 

che voleva "scambiare" la mia Stratocaster American Special con una Richie Sambora (in vendita su MM a 550 € !!!!)........peccato avesse fatto un pò di confusione con le foto......

 

e ancora più idiota ad ammettere con me, successivamente, il tentativo di truffa.........non ne parliamo proprio....

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...