Jump to content
Gibson Brands Forums
Prince Malagant

Gibson Cafè X

Recommended Posts

Non so Giulio...magari 150€ sono forse pochi ma probabilmente anche 4 ore forse sono troppe... Diciamo che, come al solito, la verità potrebbe essere nel mezzo...190-200€?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto è conforme che tipo di lavoro c'è da fare. Per fortuna quello della Studio è il meno rognoso. Niente bindings e sopratutto overfretting. E i frets che si vede dalle foto arrivano col taglio a filo esterno invece che la parte infilata venga tagliata un mm prima e stuccato il solco a vista (lo fanno perfino sulle cinesi e su una decantata Gib niet) Poi è palissandro, fosse acero e gli devi dare una regolata ci sarebbe la vernice. Basta anche solo che nell'estrazione dei frets usurati salti su qualche scheggia di tastiera e la devi tacconare. Un refret non è una passeggiata, ne convengo. Non è solo togliere 22 tasti e rimetterli. Mi viene, giusto per farci sopra una meditata, da provare a fare un elenco di questa rogna:

 

  • Mettere la chitarra sul banco di lavoro;
  • togliere le corde;
  • estrarre i frets uno a uno, scaldandoli prima con un saldatore se sono stati incollati, e poi con calma e precisione, a tratti, con l'apposita tenaglia a testa piana che il legno non si sfogli vicino al solco;
  • riparare con resina o polvere di legno e cianurato se ci sono stati solchi danneggiati;
  • pulire la tastiera e, nel caso ci sia bisogno, dare una rettificata anche a questa col tampone apposito (da 12" in questo caso);
  • pulizia dei solchi, con il suo ferretto apposito, per eliminare tracce di colla e sporco;
  • ripasso dei solchi se abbiamo pareggiato la tastiera e ci siamo abbassati di qualcosa;
  • preparazione dei frets nuovi se non sono quelli già precurvati;
  • installazione dei nuovi, uno a uno, con calma, martelletto o pressa;
  • pre taglio dei 22 con la tenaglia apposita;
  • pareggiamento e angolazione delle estremità dei frets al bordo della tastiera con la lima montata sulla dima apposita;
  • copertura della tastiera con nastro adesivo per ripararla;
  • smussamento e addolcimento delle spigolosità alle estremità dei frets, sempre uno a uno, da una parte e poi dall'altra;
  • Controllare, ognuno col suo metodo (io uso una stecca una buona lampada ma anche con pennarello sui frets e tampone) che in altezza i frets siano tutti pareggiati;
  • nel caso (facilissimo) che non lo siano, pareggiare i frets con le lime e dime a tampone e carta abrasiva apposite;
  • ristondamento e lucidatura dei frets (sempre uno a uno, che pizza);
  • pulitura della tastiera e della chitarra in generale;
  • rimontaggio delle corde;
  • setup nuovo completo della chitarra sperando che tutto fùnzi, che magari a corde tese il manico gira un po' per i fatti suoi e devi correre dietro ancora a qualche tasto;
  • varie ed eventuali:

Ho scritto giù a spanna e magari ho saltato qualche passaggio e non ho calcolato che sia da rifare anche il nut. Bisognerebbe prendere in considerazione anche il peso della responsabilità di quello che si ha sotto alle mani.

No, osti, fare un refret non è una passeggiata :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un paio d'anni fa ho pagato 80 euro una rettifica, con fattura; dallo stesso liutaio il refret su tastiera in palissandro senza binding stava a 150 euro, sempre con fattura; 250 erano invece per il refret di tastiera con binding.

Quì stiamo parlando di una tastiera non verniciata e senza binding... ovvio che se il lavoro lo fai su una standard cambia, come cambia se lo fai su una in acero laccata.

 

Io non so quantificare il tempo necessario per il refret, ma il prezzo lo fa il mercaro, e cambia anche da liutaio a liutaio... il noto liutaio bolognese per esempio chiedeva 80 euro per il solo setup completo, che poi non ho fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io ho in mente delle cifre del genere (180 ca per una Telecaster rw).

Preciso che non sto parlando del prezzo che "secondo me è giusto perché ..." ma molto più semplicemente dei prezzi che sento essere praticati qui in giro.

So anche che i "primari" chiedono per il oro interventi cifre superiori, anche sensibilmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Voi dite che potrei puntare a chiedergli un piccolo "ribasso" tenendo conto che non ha il binding?

 

A parte che a sto punto penso chieda un prezzo maggiore per uno strumento col binding, non credo che tenga un unico prezzo generale per i refret... perlomeno non sarebbe affatto equo.

Lui mi ha specificato che a quel prezzo oltre al refret mi fa un setup completo (giustamente), quindi con con pulizia a tutta la chitarra, action, manico, intonazione, ecc..

Share this post


Link to post
Share on other sites

150 € ???

 

Al netto di tasse e spese vive del laboratorio, se va bene, gli rimane tra il 25 ed il 22 % da "giocarsi alla roulette" cioe' 33 €.

Per fare un lavoro PERFETTO ci mettera' in tutto 4 ore ? Ok sono + o - 8 €/h

vi sembra una cifra rispettosa della dignita' lavorativa di un artigiano ?

 

Mi fermo qui perche' questi discorsi mi mandano "fuori" e poi urto la sensibilita' altrui.

 

No dai, non urti nessuno (se ti riferisci a me), io facevo semplice ironia.

Perchè poi considerando che non sempre il laboratorio è piccolino, dove 50€ fanno la differenza circa la sopravvivenza mensile, tra una vendita e l'altra...dopo si cade nella speculazione :rolleyes:

 

Aggiungo che ricordo quegli 80€ che dice bobbe per un setup completo..e sono stati gli 80€ peggio spesi, in questo campo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come dice Mauro non è una passeggiata; il risultato, soprattutto alla lunga, non è univoco e tutt'altro che scontato.

Per cui metterei avanti a tutto la fiducia nei confronti delle capacità del liutaio.

In alcuni casi i 50€€ in più potrebbero anche essere benedetti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

SM?

Si, proprio lui.

 

Ripeto, è una persona con cui ho avuto a che fare diverse volte sia per acustica che elettrica, e in tutti i casi si è mostrato disponibile e onesto, oltre a fare lavori di cui non ho mai avuto modo di lamentarmi.

 

Vi dirò, è anche l'unico liutaio con cui abbia mai avuto a che fare, per una serie di ragioni tra cui la vicinanza da casa, e per il fatto che mi sono sempre arrangiato per piccoli interventi di setup, manico, ecc... Cerco sempre di tenere il liutaio come ultima spiaggia su cui andare a parare, o perlopiù per lavori grossi che non mi fido a svolgere o per i quali non ho competenze adeguate (v. refret o setup su acustica).

 

Io sinceramente eviterei di andare tanto in cerca di qualcun altro per 50 euro in meno.. chiaramente come dite voi per quella cifra devo pretendere un lavoro egregio, ma se le modalità sono quelle dei lavori precedenti che mi ha fatto, non ho che da fidarmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No no, son d'accordo che non sono lavori da far fare "a chi prende di meno" .. il discorso sulla fiducia nel liutaio di fiducia [biggrin] è sacrosanto per carità. Io sono ancora in sofferenza perché il mio liutaio "storico" ormai ha praticamente abbandonato per sopraggiunti limiti di età e trovare prima e rapportami poi con il "liutaio nuovo" è ancora complicato. So cosa vuol dire. Ciò non significa che non ci sia ogni volta una commedia e un mercanteggiamento vergognoso per entrambi.

Ad ogni modo dalle foto la board di Matteo non mi pare già da refret. Forse basta una bottarella data da uno che sa il fatto suo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come dice Mauro non è una passeggiata; il risultato, soprattutto alla lunga, non è univoco e tutt'altro che scontato.

Per cui metterei avanti a tutto la fiducia nei confronti delle capacità del liutaio.

In alcuni casi i 50€€ in più potrebbero anche essere benedetti.

 

Si, a posteriori, ripensando e ricalcolando tutto, se fossi un liutaio non mi muovo per meno di 200 euri per quella tastiera semplice imho

Share this post


Link to post
Share on other sites

No dai, non urti nessuno (se ti riferisci a me), io facevo semplice ironia.

Perchè poi considerando che non sempre il laboratorio è piccolino, dove 50€ fanno la differenza circa la sopravvivenza mensile, tra una vendita e l'altra...dopo si cade nella speculazione :rolleyes:

 

Aggiungo che ricordo quegli 80€ che dice bobbe per un setup completo..e sono stati gli 80€ peggio spesi, in questo campo.

 

No no, non mi riferivo ate personalmente, ma a tutti coloro che la pensano dicersamente da me; se continuo il discorso sono sicuro che finisce in ina polemica e non mi va piu' di polemizzare... da piu' di un anno faccio il bravo ometto ormai.

Bologna l'ho portato solo come esempio di un preventivo qualsiasi.

 

Come dice Mauro non è una passeggiata; il risultato, soprattutto alla lunga, non è univoco e tutt'altro che scontato.

Per cui metterei avanti a tutto la fiducia nei confronti delle capacità del liutaio.

In alcuni casi i 50€€ in più potrebbero anche essere benedetti.

 

Esatto !!! E' facile buttarne via 150 piutosto che risparmiarne 50

 

Si, a posteriori, ripensando e ricalcolando tutto, se fossi un liutaio non mi muovo per meno di 200 euri per quella tastiera semplice imho

 

Ah ecco [thumbup]

Share this post


Link to post
Share on other sites

No no, son d'accordo che non sono lavori da far fare "a chi prende di meno" .. il discorso sulla fiducia nel liutaio di fiducia [biggrin] è sacrosanto per carità. Io sono ancora in sofferenza perché il mio liutaio "storico" ormai ha praticamente abbandonato per sopraggiunti limiti di età e trovare prima e rapportami poi con il "liutaio nuovo" è ancora complicato. So cosa vuol dire. Ciò non significa che non ci sia ogni volta una commedia e un mercanteggiamento vergognoso per entrambi.

Ad ogni modo dalle foto la board di Matteo non mi pare già da refret. Forse basta una bottarella data da uno che sa il fatto suo.

Concordo ed a tal proposito....

 

link usa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, anche per me, dalle foto (poi bisogna vedere perchè in foto magari sfalsa), non mi pare così giù da non poter rimediarci senza refret, ma lui dice che vorrebbe i tasti alti e allora là non ci sarebbe altra soluzione.

In quanto al link sopra, alla fine della stondatura del tasto, prima di tirare via quella linguella di acciaio di protezione (che va una canna e mezza, ne ho una anch'io) lucido il fret col Dremel con su il tampone da lucidare con un po' di pasta da lucidatura,

$_35.JPG

stando attento a non scaldare troppo, e viene uno spettacolo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, anche per me, dalle foto (poi bisogna vedere perchè in foto magari sfalsa), non mi pare così giù da non poter rimediarci senza refret, ma lui dice che vorrebbe i tasti alti e allora là non ci sarebbe altra soluzione.

In quanto al link sopra, alla fine della stondatura del tasto, prima di tirare via quella linguella di acciaio di protezione (che va una canna e mezza, ne ho una anch'io) lucido il fret col Dremel con su il tampone da lucidare con un po' di pasta da lucidatura,

$_35.JPG

stando attento a non scaldare troppo, e viene uno spettacolo

 

Ma avete visto la gold top di Alex Britti ?????? da sbavo !!!!! [razz]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma avete visto la gold top di Alex Britti ?????? da sbavo !!!!! [razz]

 

Sai perché questo forum è il miglior forum del mondo? ...per due motivi

 

1- non parliamo mai di politica

2- non vediamo sanscemo

 

[lol]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sai perché questo forum è il miglior forum del mondo? ...per due motivi

 

1- non parliamo mai di politica

2- non vediamo sanscemo

 

[lol]

 

[biggrin] OK Touchè!

Però, molto probabilmente si segnalava semplicemente un bel pezzo di "bambina" (una VOS ? una CC ? una # ??) con una leva tremolo molto particolare! Occasione persa........dal basso della mia posizione nazional popolare mi permetto di consigliare un bel bagno nella piscina dell'umiltà!

Memento pulvis es......

Share this post


Link to post
Share on other sites

[lol]

Ammetto che dopo aver letto il post mi sono cercato e visto l'esibizione del Britti. Troppa curiosità. [biggrin] È in effetti aveva su una roba tipo SG ma non ho visto bene...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A giudicare dalla paletta e da logo sembrava anni '70, e il vibrato era un vibrola tipo quello delle sg special anni '60.

 

Che GAS.........e datemi torto !!!!! [biggrin]

Share this post


Link to post
Share on other sites

A giudicare dalla paletta e da logo sembrava anni '70, e il vibrato era un vibrola tipo quello delle sg special anni '60.

Ecco, vibrola, non mi veniva B)

Però al di là del contesto, Sanremo mi piace sbirciarlo perchè alle volte le suonate sono belle, l'orchestra è veramente un'orchestra e mi aspetto sempre che inquadrino la GT di Colombo [biggrin]

Share this post


Link to post
Share on other sites

A giudicare dalla paletta e da logo sembrava anni '70, e il vibrato era un vibrola tipo quello delle sg special anni '60.

Uhm... per me e' una 2013/2014, prova a confrontarla con la mia (vibrola a parte)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...