Jump to content
Gibson Brands Forums

Gibson Cafè X


Prince Malagant
 Share

Recommended Posts

ah, grazie! Allora la chitarra produttrice di GAS è proprio la Studio Deluxe EC... darò un'occhiata anche alla songmaker che mi hai segnalato!

 

Purtroppo le songmaker non sono più in produzione, ci sarebbe questa: http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_gibson-songmaker-dsr-ce_id4009001.html

considerando che da nuova costava €1000,00 se in buone condizioni secondo me è un bell'acquisto.

Link to comment
Share on other sites

Si dai, torniamo al frivolo delle vanità delle vanità [biggrin]

Manico e tastiera sono come quelle vere, il nut in osso. La tastiera poi risottolineo che è veramente bella, direi unica su una standard-type. Stranissimo. Così come il back. HW e wiring roba da Lidl [rolleyes] Ma il legno è roba buona ziobilly. Ho estirpato tutto l'estirpabile. Poi gli ho dato su una mano di nero alla cacchio di cane col spray sul top perchè non sopportavo quelle sfumature, (dopo aver provato a farla GT e non ti racconto tutto, robe da ridolini) tanto che se fossi onesto dovrei riverniciare tutto ma non ne ho più voglia [lol]

Sulla paletta gli ho cacciàto su un veneer con tanto di logo (in foto è oscurato, non si sa mai hehe!) che tenevo per riserva (è un mio vezzo [biggrin] , una rogna comunque, ho dovuto spostare anche i buchi dei tuners), poi come ho già detto sopra ho sostituito le meccaniche con Kluson Vintage, il wiring con CTS 500 e switch originale Gib, i Wilkinson col SD 59N e un HB proveniente dalla Cort degli '80 al ponte che fa il suo lavoro onestamente, il bridge con un ABR a cui ho adattato due studs Schaller già di mia proprietà che entravano perfettamente negli originali infilati nel top. Tutto qua. Mi divertono questi esperimenti, alle volte i risultati sorprendono...

La conclusione è quella che ho tirato col pard, quando ne abbiamo parlato in pm: vuoi una chitarra blasonata (con tutte le sue buone ragioni ovviamente) ok, duemila euri; cerchi solo una zappa per suonarci su, ma che magari alla fine il risultato è che non suona meno di quelle? Alle volte può bastare un po' di pazienza, un po' d'occhio, ok, un po' di culo e dai cento ai duecento euro. [lol]

 

Come al solito hai ragione.............spesso in questo periodo (in preda ad una fortissima GAS dopo l'ultimo acquisto di Gianfranco) mi sto interrogando sulla reale necessità di arrivare a possedere "gioielli" di nome e di fatto quando poi con un pò di fortuna e di abilità (almeno dal punto di vista del suono) non ci vuole poi molto ad avere belle soddisfazioni.......... e però poi mi autoconvinco che in una società come la nostra i brands sono i brands e noi col marchio accontentiamo il ns ego e sopperiamo con grandi esborsi di denari a quello che ormai la società non ci da più e che abbiamo perso irrimediabilmente (mi riferisco ad esempio a quella che era la "famiglia allargata" 50, 60 anni fa dove almeno nelle piccole città e nei paesi (dove ancora oggi l'80% di noi vive ancora) tutti conoscevano tutti, non esistevano forti personalismi e ci si comportava "familiarmente" con tutti senza secondi fini e scopi, oggi siamo tutti "fiere tra le fiere" e mai come adesso vale il motto "homo homini lupus". Era, sinceramente, un'altra Italia, più bella e più sana).

Io, nell'operazione portata da te magistralmente a termine in questi giorni con grande cura nella scelta delle componenti e dei particolari, ci vedo tutto l'amore che avevi per tuo padre, in quanto non hai fatto altro che dare vita degna e una vera anima a qualcosa che prima era un semplice oggetto inanimato. Anche la scelta del colore non è casuale e, magari, è lo specchio di un tremendo momento che hai vissuto unitamente ai tuoi fratelli e familiari.

Pur non conoscendoti personalmente ritengo tu sia un'ottima persona (come poche ancora rimangono) e nel tuo lavoro (amatoriale) con le chitarre si trova la cartina tornasole della tua bella anima [thumbup].

Da "orfano", avendo perso entrambe i genitori in tragiche circostanze, ti dico che vivo i momenti in cui visito il luogo ove sono riposte le loro spoglie mortali come un momento di riunione in famiglia e li sento sempre al mio fianco in ogni momento della mia giornata. Ricordo sempre che l'insana passione per le chitarre mi deriva dalla Calace di mio padre (che, quando ero adolescente, non mi ha mai comprato l'elettrica <<perchè non gli piaceva il suono>>) e ritengo che ogni volta che attacco "Purple Haze" (che lui detestava) sia sempre al mio fianco a trafficare sull'ampli o sui pedalini per farmi andare qualcosa storto.

Ti abbraccio nuovamente e ti saluto degnamente.......come dicevano gli AC DC <<for those about to rock......we salute you>>.

Link to comment
Share on other sites

Come al solito hai ragione.............spesso in questo periodo (in preda ad una fortissima GAS dopo l'ultimo acquisto di Gianfranco) mi sto interrogando sulla reale necessità di arrivare a possedere "gioielli" di nome e di fatto quando poi con un pò di fortuna e di abilità (almeno dal punto di vista del suono) non ci vuole poi molto ad avere belle soddisfazioni.......... e però poi mi autoconvinco che in una società come la nostra i brands sono i brands e noi col marchio accontentiamo il ns ego e sopperiamo con grandi esborsi di denari a quello che ormai la società non ci da più e che abbiamo perso irrimediabilmente (mi riferisco ad esempio a quella che era la "famiglia allargata" 50, 60 anni fa dove almeno nelle piccole città e nei paesi (dove ancora oggi l'80% di noi vive ancora) tutti conoscevano tutti, non esistevano forti personalismi e ci si comportava "familiarmente" con tutti senza secondi fini e scopi, oggi siamo tutti "fiere tra le fiere" e mai come adesso vale il motto "homo homini lupus". Era, sinceramente, un'altra Italia, più bella e più sana).

Io, nell'operazione portata da te magistralmente a termine in questi giorni con grande cura nella scelta delle componenti e dei particolari, ci vedo tutto l'amore che avevi per tuo padre, in quanto non hai fatto altro che dare vita degna e una vera anima a qualcosa che prima era un semplice oggetto inanimato. Anche la scelta del colore non è casuale e, magari, è lo specchio di un tremendo momento che hai vissuto unitamente ai tuoi fratelli e familiari.

Pur non conoscendoti personalmente ritengo tu sia un'ottima persona (come poche ancora rimangono) e nel tuo lavoro (amatoriale) con le chitarre si trova la cartina tornasole della tua bella anima [thumbup].

Da "orfano", avendo perso entrambe i genitori in tragiche circostanze, ti dico che vivo i momenti in cui visito il luogo ove sono riposte le loro spoglie mortali come un momento di riunione in famiglia e li sento sempre al mio fianco in ogni momento della mia giornata. Ricordo sempre che l'insana passione per le chitarre mi deriva dalla Calace di mio padre (che, quando ero adolescente, non mi ha mai comprato l'elettrica <<perchè non gli piaceva il suono>>) e ritengo che ogni volta che attacco "Purple Haze" (che lui detestava) sia sempre al mio fianco a trafficare sull'ampli o sui pedalini per farmi andare qualcosa storto.

Ti abbraccio nuovamente e ti saluto degnamente.......come dicevano gli AC DC <<for those about to rock......we salute you>>.

 

Ho dovuto fermarmi un attimo e pensarci su prima di risponderti. Ti ringrazio per le parole sopra. Penso valgano per tutti i frequentatori di questo forum dove qualità come simpatia, disponibilità e sopratutto educazione (rara in questi tempi, specie sul web) viaggiano al pari (alle volte anche superiori [lol] ) di preparazione e competenza. [biggrin]

Poi mi sto rendendo conto che col mio post dell'altra pagina ho smosso fondali dolorosi. Non era certo mia intenzione. Questo è un forum di chitarre, vanità delle vanità dicevo sopra, ma giustamente chi vi partecipa vive una vita con tutto il suo contorno, alle volte a colori, alle volte in fredda scala di grigi dove risulta arduo al ricordo ridare qualche cromìa. Così, imho concludo che ci sta che ci si fermi un attimo a spartire anche qualcosa di più prezioso di una Gibson. Per me va bene così. Sempre avanti my friends [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo le songmaker non sono più in produzione, ci sarebbe questa: http://www.mercatino..._id4009001.html

considerando che da nuova costava €1000,00 se in buone condizioni secondo me è un bell'acquisto.

 

Maledizione alle chitarre a cui manca un pezzo. Anche per me quella può essere un buon acquisto, dato il prezzo e quello che teoricamente dà quella chitarra, non ultima la tastiera in ebano. Però non sopporto proprio quella spalla mancante, è più forte di me [lol]

Ma vuoi mettere una Songwriter così... [biggrin]

 

songwriter-2.png

Link to comment
Share on other sites

e lo so, ma devi ammettere che capita spesso di andare oltre il XII-XIII... e anche solo per prendere una triade con la spalla diventi matto!

Per carità Mauro non mi portare come esempio i chitarristi classici che hanno i polsi slogati (adesso Gianni si incaxxa) [biggrin] [biggrin] [biggrin] [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

Guardate qui

Qualcuno ha mai visto una paletta con una simile iscrizione sul retro? [blink]

 

 

... mai visto... nell'annuncio scrivono "THIS GUITAR HAS A STRANGE WRITTEN ON THE BACK HEADSTOCK: "PROMOTIONAL NOT FOR RESALE", THIS IS VERY STRANGE, IT'S POSSIBLE THAT SOME ARTIST HAS PLAYED IT!" ma mi pare un po' una boiata.... magari son esemplari dati ai negozi in prova e non per la vendita.... boh...

Link to comment
Share on other sites

Salve ragazzi sono nuovo ed ho effettuato la presentazione sulla sezione USA del sito,

 

per quanto riguarda la dicitura dietro la paletta della Studio,potrebbe essere un oggetto venduto all'asta.

 

Presto posterò le foto delle mie piccole,uso una LP Standard del '92 ed una Strato Contemporary giapponese ma completamente modificata.

 

Ho letto il regolamento,ma se sbaglio qualcosa linciatemi pure.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Salve ragazzi sono nuovo ed ho effettuato la presentazione sulla sezione USA del sito,

 

per quanto riguarda la dicitura dietro la paletta della Studio,potrebbe essere un oggetto venduto all'asta.

 

Presto posterò le foto delle mie piccole,uso una LP Standard del '92 ed una Strato Contemporary giapponese ma completamente modificata.

 

Ho letto il regolamento,ma se sbaglio qualcosa linciatemi pure.

[thumbup] Benvenuto tra noi, il nick è fantastico, sicuramente sei uno che <<la mamma non se la scorda>> [biggrin]

 

Aspettiamo con ansia le foto delle tue belle mi raccomando.....

Link to comment
Share on other sites

Guardate qui

Qualcuno ha mai visto una paletta con una simile iscrizione sul retro? [blink]

 

Personalmente no, ma si può ipotizzare di tutto... forse oggetto offerto dalla Gibson stessa in qualche contest.

o forse faceva parte di un pacco da sei, tipo i gelati dei supermercati [omg] [omg] [lol]

Link to comment
Share on other sites

Penso sia un esemplare da esposizione, da figura insomma, non oggetto a vendita.

E poi, guardate che 4kg per una Studio sono veramente tanti. Ho il ricordo che pesassero sui 3,6

Si si è infatti mi vien da pensare la stessa cosa e visto che doveva essere in esposizione e finire nelle mani di tanti musicisti curiosi e potenziali clienti mi sa che magari hanno usato un mogano più scelto tipo Custom per metterla insieme [mellow]

Link to comment
Share on other sites

Erano chitarre destinate agli endorser gibson, da qui' la dicitura not fo RE-sale, cioe' rivendita; apponevano questa scritta per evitare che tali endorser potessero rivendere la chitarra e ricavarne profitto. Poi se tali chitarre fossero fatte con materiali migliori, lo sa solo Dio! Personalmente credo che siano delle normalissime les paul, certo migliori delle studio/standard attuali......

Link to comment
Share on other sites

Alniiii .... mannaggia ai PAF.... slurppppp .... [biggrin]

 

 

X dimostrare che veramente sono intenzionato male ed a far danni....

 

1zdm2xl.jpg

 

30auo8z.jpg

 

certo, mi piacerebbe tanto sapere come faccio a TIRAR VIA ... le parti che mi son rimaste, sia nei fori delle meccaniche e sia nei fori dei 2 ponti...

 

come inizio direi che già potete ridere immaginandomi con le tronchesi mentre reggo la chitarra con un piede e tiro con le mani.... [lol] [lol] [lol]

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...