Jump to content
Gibson Brands Forums

Gontur - La mia strumentazione


Gontur
 Share

Recommended Posts

SG Standard 2013. LA chitarra. Punto. Bellissima nella sua semplicità. Suona pure bene, bella aggressiva e pungente. Dotata di min e tune, che a parte essere estesticamente bruttino, è molto utile e funziona alla grande.

20150412_181121_zpsvumncjfe.jpg

 

 

Ecco l'ultimo recente acquisto. LTD EC1000T con i PAF Di Marzio 36th anniversary. Corpo in mogano e tastiera in ebano. I Di Marzio sono una bella sorpresa, molto articolati e definiti.

20150412_181345_zpsulj6uach.jpg

20150412_181612_zps3ljh2kig.jpg

 

Blackstar Series One 50w + Blackstar Cab 2x12 con i Vintage30. Molto versatile con l'unica pecca che gli manca quella punta di brutalità per poterci fare metal estremo. Difficile tirare fuori un suono "brutto", ma altrettanto difficile è trovare la combinazione tra EQ e riduzione potenza per trovare IL suono che uno cerca.

20150411_112933_zpstecvpf0r.jpg

 

Pedaliera essenziale per zappatori della domenica. La punta di diamante è sicuramente il Carl Martin Compressor da cui non mi separerò MAI.

20150411_112827_zpsw3iia8no.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Mi associo. Quelle LTD (come le Ed 105CD d'altronde) con l'ebano le ho sempre spiate da dietro l'angolo. E guarda te, il Carl Martin sarebbe nelle mie prossime mire msp_biggrin.gif

 

Sul Carl Martin mi sono già espresso: pedale fenomenale.

Sulla LTD: dopo averla suonata per un po' devo dire che non ha nulla da invidiare alla SG, sia a livello di suono, suonabilità, sia a livello di finiture... anzi.. ....

Link to comment
Share on other sites

  • 9 months later...

E' giunta l'ora di fare qualche aggiornamento. Ho deciso di fare una mezza pazzia e mi sono buttato sul Mesa Boogie Roadster. La bestiolina ha 4 canali e per OGNI canale:

1) 3 modalità di suono (ch1 clen/fat/tweed - ch2 clean/fat/brit - ch3 raw/vintage/modern - ch4 raw/vintage/modern)

2) possibilità di scelta tra 50 o 100 watt

3) possibilità di scelta del tipo di rettificazione

4) riverbero indipendente

5) fx loop attivabile/disattivabile

 

La testata è decisamente non user friendly il che è una fortuna per me visto che il precedente proprietario l'ha venduta perchè "non riesco a tirarci fuori un suono bello". Obbligatoria la lettura del manuale Mesa e consigliabile dimenticarsi la smania del "gain a bomba".

 

 

20160220_180832_zpsp4orv4ip.jpg

Link to comment
Share on other sites

@DiegoR8: mah guarda nella mia piccola esperienza ho visto che facendo canzoni dove c'è bisogno di alternare tra gain deciso e suoni clean belli cristallini è consigliabile avere parecchi watt a disposizione. Mi ritrovavo nella situazione in cui suonando clean con basso e batteria venivo letteralmente sovrastato. Ho provato anche con un paio di 50 watt (il mio blackstar e un engl screamer) ma il risultato è sempre stato lo stesso: clean decente=volume "basso", volume alto=clean sporco/crunchioso. Ora approdando ad un 100w le cose vanno decisamente alla grande. Oltre ai watt ho anche la possibilità di impostare la rettificazione a diodi che incrementa, e non di poco, l'headroom. Sul volume generale hai ragione, se comincio a tirare la testata le scatole delle uova vengono incenerite, MA da un punto di vista live in ogni caso mi microfono tenendo un volume adeguato. L'utilizzo del microfono/impianto deriva dal fatto che le casse, anche le 4x12, sono molto direzionali. Se ci stai davanti senti bene, già se ti sposti di 2 metri di lato il suono comincia a perdere di compattezza.

 

@guitarman84: originale penso sia sui 50-51kg, questa dentro ha un pannello di non so cosa che la appesantisce di altri 3kg. Siamo sui 54 (per far figo ho scritto 55 eheh).

Link to comment
Share on other sites

Ricordo con piacere un tizio a cui vendevo una telecaster USA venne in garage a provare la chitarra portandosi dietro la sua roadster!!

 

E' vero non è USER friendly ma quella volta eravamo 3 mascelle per terra a sentire come suonava quella MESA!!!

 

Il ragazzo poi ha confessato ovvero: "ho impiegato 1 anno per tirare fuori questi suoni!!" spostando le manopole minuziosamente!.

 

Complimenti !

Link to comment
Share on other sites

Guarda l'equalizzazione è molto particolare e tutti i comandi reagiscono in modo sostanzialmente diverso in base a come si impostano i parametri più importanti (gain e treble). Senza aver letto il manuale uno brancola letteralmente nel buio e si rischia di non riuscire nemmeno ad avvicinarsi ai suoni desiderati. Quando sono andato a vedere la testata ho visto le impostazioni del vecchio proprietario sui canali distorti: gain ore 16, treble ore 3, presence ore 3, bassi a ore 5 (suppongo per compensare treble e presenza), mid ore 9 (!! non capirò mai tutta questa esigenza di "scavare" sulle frequenze medie). Il risultato era un suono zanzaroso, aperto, sporco e poco definito. Mi è bastato mettere le impostazioni consigliate da Mesa per trasformare completamente quello che usciva dai coni.

Ora ci devo solo perdere qualche mese per trovare l'alchimia giusta eheh.

Link to comment
Share on other sites

Grande Gontour !!! ...io vorrei prenderla un'altra mesa ...e pensavo ad una lone star o una double rectifier ..ma ora mi hai fatto arrivare la terza incomoda.

 

La prenderei volentieri ma non posso arrivare ad avere 8 testate se piazzo la 30th brass LE ci faccio un pensiero...

 

Bella comunque...

Link to comment
Share on other sites

  • 7 months later...

Piccolo resoconto della chitarra dopo prove di ieri sera e pulizia approfondita di oggi.

 

La LP ha diversi difettucci estetici, non dovuti all'incuria del precedente proprietario che me l'ha consegnata ancora con gli adesivi originali e con i tasti al 99,99%, quanto ad alcune pecche nelle finiture. Mi riferisco ad esempio all'attaccatura paletta/tastiera dove la vernice non copre tutto perfettamente e si vede un filo di legno, oppure alle piccole crepe superficiali che dopo soli 4 anni si intravedono (in controluce), oppure alla sommaria verniciatura di alcuni particolari come alcuni spigoli della paletta o dell'attaccatura manico/body. D'altro canto però c'è ad esempio da notare un capotasto lavorato alla perfezione e il binding over fret fatto a regola d'arte.

La fiammatura del top è buona, con alcune piccole irregolarità che devo ancora capire se mi piacciono oppure no. Mi prendo la libertà di "classificarlo" come un AAA-.

Il palissandro della tastiera, dopo avergli dato una nuova vita trattandolo con il fretboard conditioner, è bello bello da vedersi con alcune venature chiare interessanti e gli inlays sono tutti perfetti. Il manico asimmetrico è di facile gestione e mi sono adattato subito alla forma leggermente più cicciotta rispetto allo slim della SG.

 

Setup perfetto. Chi me l'ha venduta mi ha detto che non l'ha mai "toccata" e se è veramente uscita così dalla fabbrica tanto di cappello ai signori in Gibson che hanno curato il setup. In ogni tasto le corde suonano alla perfezione, nessun buzz ed action "comoda". Stabilissima nell'accordatura. Ho tirato bending fino a 2 toni sopra e non c'è stato verso di smuovere l'accordatura più di un cent.

 

Veniamo al suono. Per farla breve: al ponte suona bene, niente di che, sia chiaro, ma suona bene... al manico invece è da innamorarsi. Non è ingolfata, ma piena, non è impastata, ma cicciona, sembra grasso che cola. Sui distorti la differenza rispetto alla SG e alla LTD è che le prime due danno la sensazione di un lenzuolo che si strappa mentre la LP da la sensazione di... uhm... avete presente quando bevete un bel bicchierone di coca cola e dalle viscere vi sale quel rutto cupo e rabbioso che fa tremare i muri ancora prima che apriate bocca? Ecco, quella roba lì.

 

L'unica cosa che non mi piace proprio per nulla è il connettore neutrik. Scomodissimo. Vabbeh, ci si fa l'abitudine. In definitiva secondo me un buon affare. Venditore più che onesto che si è pure fidato di lasciarmi la chitarra con 100 Euro in meno rispetto al prezzo pattuito in quanto non potevo più prelevare contanti con il bancomat.

Link to comment
Share on other sites

Veniamo al suono. Per farla breve: al ponte suona bene, niente di che, sia chiaro, ma suona bene... al manico invece è da innamorarsi. Non è ingolfata, ma piena, non è impastata, ma cicciona, sembra grasso che cola. Sui distorti la differenza rispetto alla SG e alla LTD è che le prime due danno la sensazione di un lenzuolo che si strappa mentre la LP da la sensazione di... uhm... avete presente quando bevete un bel bicchierone di coca cola e dalle viscere vi sale quel rutto cupo e rabbioso che fa tremare i muri ancora prima che apriate bocca? Ecco, quella roba lì.

 

[thumbup] Sei grandioso !!!!! [thumbup]

 

Io ho la STD del 2005 corpo pieno senza buchi e Burstbucker ed ho esattamente la stessa sensazione sui distorti.... mi piace molto il tuo burst, non avevo ancora avuto modo e tempo di farti i complimenti, ma adesso, dopo questa tua fantastica recensione ti auguro con tutto il cuore di godere sempre fisicamente col tuo "produttore di rutti [biggrin] di enorme potenza"..... pensa che a me, ormai, mi hanno fatto il foglio di via obbligatorio e con la LP STd posso suonare solo o in sala prove o in una mia proprietà di campagna dove non ho vicini......VIVA LA LES PAUL STANDARD !!!!

Link to comment
Share on other sites

  • 5 months later...

Aggiorno il topic con l'acustica appena arrivata. Si tratta di una PRS SE A30E. Top in abete massello, fasce e fondo in palissandro laminato. Manico in tre pezzi in mogano, capotasto e selletta in osso, ponte e tastiera in ebano. Feeling veramente degno di nota, sembra quasi di suonare un'elettrica. Buon suono particolarmente enfatizzato sui medio/alti da spenta mentre amplificata ha dei bassi belli presenti. Come elettronica ha un piezo PRS con comandi dentro la buca (rotellina tono e rotellina volume). Esteticamente molto bello per la mancanza dello scasso per i comandi preamp, ma ci sono degli svantaggi: mancanza accordatore e necessità di tagliare artigianalmente la cover della buca per poterla farla entrare.

Che dire, l'acquisto mi soddisfa, suona come dovrebbe suonare una chitarra di quella fascia di prezzo (nemmeno lontanamente paragonabile a Martin/Taylor/Breedlove di livello) ed esteticamente mi piace molto.

PS: accordatore da paletta polytune è una bomba, funziona pure con capotasto e con rumore attorno.

Come dicevo in altro topic anche questa chitarra non è esente da difetti estetici: sbavatura colla al capotasto e binding manico non uniforme di colorazione all'inizio del manico.

 

20170415_141526_zpszlefzr1p.jpg

 

20170415_134203_zpsmh8kabn8.jpg

 

20170415_134145_zps24b848jy.jpg

 

20170415_134052_zpshf3yqxge.jpg

 

20170409_163631_zpseiikm4kb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ciao Gontur, ben fatto! Come ti dicevo, io avrei scelto altro (anche perchè non amo le spalle mancanti), però come inizio direi che vada bene.

Il Polytune clip ce l'ho anche io, funziona benissimo..con la pila nuova è fin troppo sensibile! Solo che è un po' plastichino, potevano farlo in metallo, visto il prezzo <_<

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...