Jump to content
Gibson Brands Forums
Sign in to follow this  
Glauco

ciao a tutti:)

Recommended Posts

Non ho ben presente il tuo problema' date=' ma capita che pulendo con dei prodotti lucidanti , una parte di esso vada a finire nella incrinatura rendendola invisibile, poi con il tempo il prodotto secca perdendo le caratteristiche e ricompare la crepa

[/quote']

ESATTO! ma dove sarebbe questa piccola crepa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se ti riferisci a quel "taglietto" tra la "G" e la "i" del logo' date=' a cui ti riferivi in qualche post precedente, sta' tranquillo, anche sulla mia ES c'è, anche se sinceramente non mi sono mai posto il problema di scoprire se ogni tanto c'è e poi scappa:-k [/quote']

no,quello c'è e non va via...:D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non ho ben presente il tuo problema' date=' ma capita che pulendo con dei prodotti lucidanti , una parte di esso vada a finire nella incrinatura rendendola invisibile, poi con il tempo il prodotto secca perdendo le caratteristiche e ricompare la crepa

[/quote']

rispondo qui anche a te pearly...

 

è una incrinatura presente sullo strato trasparente...il prodotto che uso è il polish della gibson...io non so se il prodotto penetri e la renda invisibile,oppure se diventa invisibile perchè l'attrito delle strofinate riscaldando la vernice la dilata...

 

questo perchè applicando goccie di prodotto proprio sopra il solchetto non scompare subito...anzi a volte è scenografico perchè strofinando scompare ma dopo qualche istante si vede l'incrinatura "avanzare" fino a raggiungere tutta l'estensione...adesso è stabilmente sparito del tutto..

 

volevo sapere se anche a voi è mai capitata una cosa del genere...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non ho ben presente il tuo problema' date=' ma capita che pulendo con dei prodotti lucidanti , una parte di esso vada a finire nella incrinatura rendendola invisibile, poi con il tempo il prodotto secca perdendo le caratteristiche e ricompare la crepa

[/quote']

hai fatto centro alnico...ho avuto la conferma tamponando il vertice di una incrinatura col un cotton fioc imbevuto di polish,non appena ho premuto un pò l'incrinatura è scomparsa.....mentre se strofino senza prodotti col calore di frizione l'incrinatura svanisce ma riappare dopo qualche secondo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
raga qualche consiglio?ma a voi è capitato?

 

certo,sulla Les Paul si vedono di più le "crepette" mentre sulla Explorer c'è qualche accenno,probabilmente si vedono poco anche grazie alla diversa finitura (gloss vs satin)

Share this post


Link to post
Share on other sites

tra l'altro oggi devo portarla dove l'ho comprata,e farmi regolare probabilmente il truss rod,che non tocco non avendone competenza..

 

stavo notando come i tasti stiano cominciando a consumarsi...ma la chitarra fino ad ora l'ho usata poco..anche se ad oggi comincia ad essere una chitarra di 11 anni,quasi 12...

 

la muta di corde è vecchia e rovinata,in settimana mi si son rotte due corde,ed è stata un paio di giorni in questo modo...

ho montato le due corde,che non trovavo,ma quando le ho rimontate ho visto che le corde friggevano...

 

ho provato l'impossibile con le rondelle del ponte,ho provato ad alzare al max da entrambi i lati ma un minimo friggono ancora...quindi suppongo che la tensione del manico si sia un pò allentata...

 

gliela porto,mi faccio montare la muta nuova e mi faccio regolare il manico...

 

per quanto riguarda le lesioncine,se mi dite che è normale con l'invecchiamento dello strumento allora vedrò di farmele digererire...

 

ho letto un pò di roba sui forum les paul americani....cose incredibili,gente che risolve iniettando colla ca...ovviamente interventi fuori dalla portata di un utente normale,perchè a rischio disastri...

 

assodato cmque che i crack siano dovuti a sbalzi termici....credo che il termine tecnico sia finish check...e c'è gente che fa di tutto per farli comparire.....

 

roba da pazzi,chi ci piange appresso e chi se li provoca artificialmente...che danno ste gibson!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Alnico :)

Mi friggono il sol,il re e il mi basso se suonate a vuoto 'sleppate'

Ho provato ad alzare il ponte ruotando le viti ma si attenua senza scomparire (lo fa con corda a vuoto,e solo suonata a mo di basso,'premendo' la corda verso il basso/indietro.connessa all'angolo non si sente nulla)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Toiven ...conosco i muppet suicide ero andato a vederli al MC Ryan un vecchio pub di Torino (essendo io di Torino) ...grandi !!! [thumbup]

 

Mica sarà il "famoso" benny ??? comunque sembravano loro ..cantante compreso vestito da AXL rose ..

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte tutto, Toivonen, devi tener conto che l'acciaio delle corde è più duro dei frets, e se una chitarra è suonata frequentissimo ( come dovrebbe, in realtà ) è inevitabile l'usura dei frets. A meno che tu non usi il Fast Frets, che va dato prima e dopo l'uso, ma anche durante, all'occorrenza. Io lo uso da anni e ti garantisco che non solo prolunga la vita delle corde, ma anche quella dei frets, che rimanendo lubrificati, si 'mangiano' molto meno, senza contare la suonabilità che diviene molto più 'morbida' e scorrevole. Se lo provi non ne fai più a meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao e grazie per il reply

Circa il 'checking'..sta aumentando negli anni..ma mi strappa un sorriso..per me questa chitarra ha un significato particolare e sono contento che stia invecchiando con me :) circa il rumore...non so se sono i tasti o il manico...il problema è che la chitarra passa lunghissimi periodi di inattività e non gli sto dietro come vorrei

Non è la prima volta che succede e io non metto mano al truss rod...ma non nascondo che da chitarrista della domenica mi piacerebbe riuscire a 'dominare' queste situazioni ,nel senso del riuscire in autonomia a stabilire qual è il problema (che poi sia sempre un liutaio a metterci mano poco importa,anche se anche qui mi piacerebbe poter far da me) :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte tutto, Toivonen, devi tener conto che l'acciaio delle corde è più duro dei frets, e se una chitarra è suonata frequentissimo ( come dovrebbe, in realtà ) è inevitabile l'usura dei frets. A meno che tu non usi il Fast Frets, che va dato prima e dopo l'uso, ma anche durante, all'occorrenza. Io lo uso da anni e ti garantisco che non solo prolunga la vita delle corde, ma anche quella dei frets, che rimanendo lubrificati, si 'mangiano' molto meno, senza contare la suonabilità che diviene molto più 'morbida' e scorrevole. Se lo provi non ne fai più a meno.

Ti confesso che sono proprio curioso di provarlo sto fast fret.

L'ho sempre snobbato perché nel mio immaginario è un espediente per gli shredder ma sto ricevendo vari feedback anche da amici miei..

Finora ho sempre passato solo un panno di cotone ogni volta appena finito di suonare, prima di riporre la chitarra.

Migliora la vita delle corde dici?

 

E sull'acustica è consigliabile, cosa dici?

 

( Non so se qui sul forum, ma qualcuno mi aveva consigliato in alternativa il liquido degli Zippo imbevuto su uno straccio da passare sulle corde. Essendo a base di petrolio è molto volatile e non dovrebbe dare problemi di reazioni col legno,.. giusto?)

Share this post


Link to post
Share on other sites

...ho sempre passato solo un panno di cotone ogni volta appena finito di suonare, prima di riporre la chitarra...

 

Quando leggo roba così penso sempre che se mi lavassi i denti tanto quanto mi prendo cura della tastiera e delle corde avrei la dentiera già da un secolo [lol]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti confesso che sono proprio curioso di provarlo sto fast fret.

L'ho sempre snobbato perché nel mio immaginario è un espediente per gli shredder ma sto ricevendo vari feedback anche da amici miei..

Finora ho sempre passato solo un panno di cotone ogni volta appena finito di suonare, prima di riporre la chitarra.

Migliora la vita delle corde dici?

 

E sull'acustica è consigliabile, cosa dici?

 

( Non so se qui sul forum, ma qualcuno mi aveva consigliato in alternativa il liquido degli Zippo imbevuto su uno straccio da passare sulle corde. Essendo a base di petrolio è molto volatile e non dovrebbe dare problemi di reazioni col legno,.. giusto?)

Guarda, lo uso anche sull'acustica.

Il liquido per gli accendini è nafta. Una certa oleosità ce l'ha, minore però del FF ( che ha comunque più o meno gli stessi componenti, come anche il Lemon ), che poi ha il vantaggio di avere una praticità maggiore.

Provalo, tanto costa una sciocchezza.

ps. quando sono tanto vecchi, gli do una rinfrescata con due gocce di Lemon Oil, e va benissimo anche quello, ma non con il Dunlop, che è molto denso. Gibson o D'Andrea, che sono più leggeri.

 

Le corde ho la sensazione che durino almeno tre volte il consueto, ma sono sicuramente pessimista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda, lo uso anche sull'acustica.

Il liquido per gli accendini è nafta. Una certa oleosità ce l'ha, minore però del FF ( che ha comunque più o meno gli stessi componenti, come anche il Lemon ), che poi ha il vantaggio di avere una praticità maggiore.

Provalo, tanto costa una sciocchezza.

ps. quando sono tanto vecchi, gli do una rinfrescata con due gocce di Lemon Oil, e va benissimo anche quello, ma non con il Dunlop, che è molto denso. Gibson o D'Andrea, che sono più leggeri.

 

Le corde ho la sensazione che durino almeno tre volte il consueto, ma sono sicuramente pessimista.

Interessante :-k

 

Scusa la domanda ignorante, ma va applicato ogni quanto? prima/dopo di suonare?

Ho letto un po 'in giro di gente che usa lo stesso applicatore da anni..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi qual è l'action standard per una Les paul standard del 1998 come la mia?in mm intendo?

Sul sito c'è scritto che in generale per le chitarre elettriche prevedono 3/64 e 5/64 al 12esimo tasto (mi cantino e mi basso)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi qual è l'action standard per una Les paul standard del 1998 come la mia?in mm intendo?

Sul sito c'è scritto che in generale per le chitarre elettriche prevedono 3/64 e 5/64 al 12esimo tasto (mi cantino e mi basso)

Nessuno può aiutarmi ragazzi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno può aiutarmi ragazzi?

 

Direi assolutamente soggettivo... Se, ad esempio, ci suoni slide avrai un' action molto più alta di uno shredder...falla settare come ti è più congeniale [thumbup]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Diego e grazie per la risposta

Ti spiego..ho il sol il re e il mi basso che,in unplugged,se 'premo' la corda molto forte (immaginate come si suonano basso e classica) mi friggono

Andavo di corsa e non ho potuto fare tutte le prove del caso,che farò appena torno a vada tra una decina di giorni o poco più...le corde facevano pena e le ho cambiate..ma la chitarra è stata a lungo con una corda rotta (non so quanto)

Non suono slide..e ti dirò che suono con action altini..

 

Il fatto è che le due volte precedenti mi son fatto fare la regolazione dal liutaio ..questa volta vorrei cimentarmi io,controllando truss rod,ponte,stellette e capotasto e vedere di identificare (e risolvere) il problema

In elettrico non si sente ma vorrei che si risolvesse comunque anche se è una mia paranoia

Inoltre la chitarra ha 14 anni...e anche se è sempre e per lo più stata suonata 'a periodi' non vorrei che fossero i tasti (qualcuno ha 'l'impronta ' della corda)

La misura dell'action di serie mi serve per vedere se a impostazioni di fabbrica tutto è ok...se lo fosse a quei settaggi poi passerei a settare come più me gusta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Smonta le corde, lasciala senza corde per un giorno. Poi guarda il manico mettendoti davanti la faccia il culo della les Paul con il back della chitarra parallelo al suolo. Il manico dovrebbe essere leggermente concavo o al massimo dritto come una spada. Se fosse convesso, devi allentare il truss rod procedendo ad 1/4 di giro fino a portare il manico dritto. Una volta fatto questo, monta le corde, accorda e procedi alla misurazione al 12 tasto, tra la superficie di quest'ultimo e la parte inferiore della corde. Portala a 1,2/ 1,3 sui cantini. Sul lato dei bassi portala ad 1,5 / 1,7 agendo sul ponte, poi regola l'attacca corde in mode che le corde nn poggino sul bordo del ponte. Ora la tua chitarra nn dovrebbe avere problemi. Se cosi' nn fosse, prova ad alzare di un altro pelo il ponte da entrambi i lati; se ancora hai problemi, probabilmente hai regolato male il truss. Ora individua il punto in cui buzza. Primi 5 tasti? Allenta un po' il truss. Dopo il 7 ed oltre? Devi tirarlo un po'.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Smonta le corde, lasciala senza corde per un giorno. Poi guarda il manico mettendoti davanti la faccia il culo della les Paul con il back della chitarra parallelo al suolo. Il manico dovrebbe essere leggermente concavo o al massimo dritto come una spada. Se fosse convesso, devi allentare il truss rod procedendo ad 1/4 di giro fino a portare il manico dritto. Una volta fatto questo, monta le corde, accorda e procedi alla misurazione al 12 tasto, tra la superficie di quest'ultimo e la parte inferiore della corde. Portala a 1,2/ 1,3 sui cantini. Sul lato dei bassi portala ad 1,5 / 1,7 agendo sul ponte, poi regola l'attacca corde in mode che le corde nn poggino sul bordo del ponte. Ora la tua chitarra nn dovrebbe avere problemi. Se cosi' nn fosse, prova ad alzare di un altro pelo il ponte da entrambi i lati; se ancora hai problemi, probabilmente hai regolato male il truss. Ora individua il punto in cui buzza. Primi 5 tasti? Allenta un po' il truss. Dopo il 7 ed oltre? Devi tirarlo un po'.

Ciao Roger e grazie anche a te per la replica

Appena torno giù vorrei appunto provare a fare da me

Seguirò i tuoi consigli e riporterò il feedback

Avevo letto che le impostazioni di fabbrica erano 1.2 al cantino e 2 al basso ma nessuna conferma..il cantino mi sembrava un pó basso...ti risulta?

Come detto da sito Gibson ho trovato un generico 3/64 e 5/64 'for electric guitar',ma non so l'unità di misura (e quindi come convertire in mm) e se,coi cambiamenti nella produzione,tali misure erano diverse nella produzione '90.E negli anni 90 non c'era uno 'user manual' introdotto nei primi '00

Questo indipendentemente dal regolarsi dopo,volevo le misure standard da cui partire per vedere se a impostazioni di fabbrica fosse tutto ok

post-10371-006925900 1417949552_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stai perdendo tempo e sonno inutilmente.

Se la chitarra è a posto ( manico regolato perfettamente, con un minimo di bow come dovrebbe ) e frigge da qualche parte solo da spenta è la cosa più naturale del mondo.

Il metodo che uso per regolare il bow è diverso da quello di Roger, che non tiene conto del gauge, e sinceramente lo trovo più pratico:

dito sul primo FRET, due dita su due frets dove il manico è raccordato al body, e picchietti il mi basso per controllare che ci sia un minimo di gioco, ovvero che sbatta sui frets in centro manico e che non rimanga adagiato. Se invece così fosse sarebbe da mollare il TR.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...