Jump to content
Gibson Brands Forums
Sign in to follow this  
pila78

...Abbelliamo il nostro forum...

Recommended Posts

Molto bella, Giulio, tastiera e inlays poi sono da capogiro. Non so perchè mi ricordano l'Opera House di Sidney..

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Circa gli sforzi sui perni, invece mi sento di non essere daccordo per un semplice ragionamento di carichi e risultante degli sforzi su di loro agenti (non voglio fare il professorino ed evito di entrare nel merito del calcolo della risultante dei carichi).

Mi limito solo a considerare il fatto che io tengo il ponte praticamente rasoterra e pertanto la parte di perno sotto sforzo e' ridotta ad un paio di millimetri.

Premettendo che pure io non voglio fare il professorino:

Ti dico, per quanto riguarda lo sforzo dei perni, non ho fatto nessun ragionamento o carlcolo, ma ho detto semplicemente quello che ho visto succedere (tengo pure io il ponte basso) e non per nulla artisti come ad esempio David Gilmour (sulla LP ovviamente) ha cambiato il ponte e l'ha rinforzato alla base con una piastra metallica.. Ho visto che gibson il roller della schaller lo ha adottato su chitarre col bigsby che non sono repliche storiche ovviamente: http://www2.gibson.com/Products/Electric-Guitars/Les-Paul/Gibson-USA/Les-Paul-Florentine-with-Bigsby.aspx

E se non erro la piastra metallica alla base del ponte della collector choiche "the babe" ha la stessa funzione della piastra messa da Gilmour..

Col solo rollerbridge il problema diminuisce, nel possibile perchè i perni sempre quelli rimangono..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scussate se mi sono fatto prendere la mano e sono entrato nell' inutile "accademico".

 

Comunque sono dialoghi sempre interessanti e scambi di esperienze.

 

Il Roller bridge Schaller lo provero' se non altro per il piacere di provare uan cosa nuova.

 

Circa la piastra metallica sotto il ponte, maestro ne fu Carlos Santana nella Yamaha SG2000 nel '73.

A dire il vero era un blocco in ottone da 2,5 cm di spessore su cui erano calettati i perni del ponte anchesso "voluminoso", ben piu' dell' esercizio Gibson.

Funzionava da paura, ne avevo un modello del '78 che sciaguratamente ho venduto tempo fa, tra l'altro era una Brown.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma vi riferite solo a chitarre col Bigsby o anche Les Paul standard?

Il roller bridge avrebbe un suo perche' nel favorire lo scorrimento della corda col tira&molla del vibrato (Bigsby&Vibrola/Maestro)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scussate se mi sono fatto prendere la mano e sono entrato nell' inutile "accademico".

 

Comunque sono dialoghi sempre interessanti e scambi di esperienze.

 

Il Roller bridge Schaller lo provero' se non altro per il piacere di provare uan cosa nuova.

 

Circa la piastra metallica sotto il ponte, maestro ne fu Carlos Santana nella Yamaha SG2000 nel '73.

A dire il vero era un blocco in ottone da 2,5 cm di spessore su cui erano calettati i perni del ponte anchesso "voluminoso", ben piu' dell' esercizio Gibson.

Funzionava da paura, ne avevo un modello del '78 che sciaguratamente ho venduto tempo fa, tra l'altro era una Brown.

 

Confermo, è proprio grazie agli scambi d'opinioni, che si crea il passaggio d'informazione e che si puo imparare qualcosa..

Ad esempio che il buon Carlos introdusse questo sisrema proprio non lo sapevo.. Quella del David peró sembrerebbe una piastra piu fine, ci saranno chissà quanti sistemi...

Comunque:

A trovarla una JA come la tua! [thumbup]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissima chitarra davvero, mi incuriosisce molto anche perché non ho mai avuto modo di vederne e provarne una.

I '57 sono pickup che mi piacciono molto, trovo anzi che sulle hollow e semihollow diano il meglio di sé... sulla 335 li trovo semplicemente fantastici (ma forse è "solo" la 335 ad esserlo) [biggrin]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissima chitarra davvero, mi incuriosisce molto anche perché non ho mai avuto modo di vederne e provarne una.

I '57 sono pickup che mi piacciono molto, trovo anzi che sulle hollow e semihollow diano il meglio di sé... sulla 335 per me sono semplicemente fantastici (ma forse è "solo" la 335 ad esserlo) [biggrin]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahhhhhhh, i 3 diapason, belin ci sono arrivato adesso.

Beh, in effetti.

Forse nel mio inconscio c'e' sempre la paletta piu' bella mai fatta, quella della SG2000 !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non avevo mai notato che la Johnny ha una " righina" sola nel binding.

Sai che ti volevo chiedere Giulio: come mai fra la Class5 e la Supreme hai tenuto la seconda? Motivi estetici o di suono?

Ciao

 

Gabriele

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non avevo mai notato che la Johnny ha una " righina" sola nel binding.

Sai che ti volevo chiedere Giulio: come mai fra la Class5 e la Supreme hai tenuto la seconda? Motivi estetici o di suono?

Ciao

 

Gabriele

La JA e' uscita da una permuta con la Class 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...