Jump to content
Gibson Brands Forums

Come ci siamo avvicinati alla musica


Alnico

Recommended Posts

Mamma mai troppo lunga da spiegare, comunque tutto è nato da mia sorella che moltissimi anni fa suonava il flauto per traverso (evitiamo le battute per cortesia#-o ) e faceva molti pezzi dei Jethro Tull, in quel momento mi sono appassionato alla chitarra .Poi ovviamente è deviato verso altri stili, ma diciamo che le mie origini sono praticamente queste

Link to comment
Share on other sites

La musica, beh l’ho amata fin da quando sentivo mia madre cantare mentre sfaccendava, poiché non avevamo ancora la radio, aveva una bellissima voce e cantava certe canzoni popolari emiliane che adesso non si sentono più…ehmm scusate.:D

Premetto che non sono un gran chitarrista, anzi…

La chitarra credo di averla amata attorno i 14 anni, era appena uscito Help, seguivo un “complesso” di certi miei amici, poi ne seguii un altro

che un giorno perse per strada il “ritmico” e subentrai io con la mia Lajolo special simil 335, l’ampli un FBT 500R, suonavamo Beatles, Credens C.R., Santana, Rolling Stones…i Led Zeppelin ecc.

Qualche mese dopo rimasi folgorato da una Ibanez simil Les Paul Custom incontrata al S.I.M....e via con la G.A.S.

La Black Beauty , quella vera, diventò realtà un po’ dopo grazie a un’occasione imperdibile e un bel po’ di cambiali, l’ampli diventò um Marshall, non ricordo il modello, era il 1970. :-k

Arrivò il militare poi il matrimonio e mollai tutto, svendetti tutto per quattro soldi, dell’ampli mi rubarono la testata, poi… arrivò anche il divorzio.

Nel ’90 decisi di comprarmi una Strato Plus, con i Lace Sensor, ma il mio sogno era la Les Paul… e così fu, un’altra arrivò poco dopo. :D

Ultimamente ho venduto la prima, una Gold Top, per comprarmi una PRS =D>

ma la Custom Black Beauty mi è rimasta in testa e prima o poi…magari una parte di liquidazione quando andrò in pensione.

Perché la Black Beauty?

Nel ’69 uscì un film, “Woodstock”, e vidi un tizio, Leon Russell, imbracciare quel modello, rimasi folgorato.

 

 

P.S. E’ quello col cilindro.

P.P.S. Si va ancora in pensione???

Link to comment
Share on other sites

Io invece diciamo che alla musica mi ci sono avvicinato tardissimo, infatti fino a 15 anni non sapevo neanche cosa fosse. Tutto è iniziato nel '93 quando casualmente mi capitò di ascoltare un gruppo di manchester che poi si rivelarono essere gli Oasis (so che a molti non piaceranno...). L'album in questione era Definitely Maybe e ne rimasi folgorato. Fu allora che mi comprai la prima chitarra (una EKO simil Stratocaster e un ampli 20 watt a transistor di cui non ricordo la marca...ripensandoci facevano davvero cacare!) ed iniziai a strimpellare da autodidatta (cosa che faccio tutt'ora!!!). Da li mi dissi che se volevo apprezzare la musica contemporanea dovevo conoscere anche le sue radici così mi misi ad ascoltare tutto ciò che trovavo a partire da fine anni '60 in poi. Oggi ascolto e suono veramente di tutto!!! Volevo precisare che non ho mai preso lezioni e di conseguenza non sono un mostro ma ritengo che suonare la chitarra sia una delle cose più belle e antistress in assoluto :-)

Link to comment
Share on other sites

io iniziai da piccolo tipo 5 o 6 anni ascoltando LP di musica un po strana che ascoltava mio padre, che mi piaceva moltissimo ai tempi m ricordo, roba completamente diversa da qllo che poi sono finito ad ascoltare...eranoi primi dischi di Jean Micheal Jarre , roba un po elettronica sperimentale che andavano molto in ql periodo, poi subentro il fratello di mia madre,lui ne aveva tipo 15 o 16, un vero hippone che a guardare le foto di allora ,oggi mi sembra appena uscito dal cast di easyrider o woodstock lol, lui ascoltava molto hendrix, doors, straits e psichedelica in generale e dopo avermi traviato (fortunatamente) x benino cominciai a strimpellare qua e la la eko di mio padre ke ho postato in foto facendo una fatica boia x' era grossa il doppio di me e dura come poche lol ma nn presi la cosa molto sul serio. la cosa si fece + seria verso fine anni 80 dove in ql periodo oltre ai residuati bellici che mi regalava mio zio ci aggiunsi metallica, acdc e stevie ray vaughan e boom il gioko e' fatto. poi vabbe dopo si finisce con l ascoltare un po di tutto ,anke steve vai,blues di un po tutti i tipi, ma il cuore resta sempre diviso in 4 hendrix acdc metallica vaughan x' ho la passione x gli assoli vecchio stile, cosa che si fatica a trovare oggi nei gruppi odierni. poi ovvio come tutti mi ritengo nella norma,3 lezioni in croce e poi solo autodidatta ma cmq sec me... l importante ...nn sta nella bravura tecnica ma nell amore che ci metti nel farlo. peace :>

 

3d interessante cmq avete fatto bene ad aprirlo

Link to comment
Share on other sites

Allora entro un pò più nello specifico, la prima chitarra che presi in mano era la Ibanez Concord acustica di mia sorella che all'epoca era in conservatorio per imparare il flauto per traverso, io avevo si e no una decina di anni e l'unica cosa che imparai era l'intro di Michelle dei Beatles. Finì tutto li , fino a quando pochi anni dopo , ne avevo 14, un mio amico appassionato di Doors, Hendrix,Cream e Beatles si comprò una Epiphon diavoletto. Da quel momento , imbracciando quella chitarra, una energia strana enuova per me , attraversava il mio spirito e decidemmo insieme di mettere su una Band.

Da prima iniziò tutto usando la elettrica amplificata da non ricordo che tipo di ampli, usando la Acustica come basso, ed una serie di secchi e bidoni come batteria, in quel periodo suonavamo canzoni di Battisti, spesse volte modificandone i testi (l'influenza Battisti era mia).

Poi dopo anni di cazzeggio e del più disperato "autodidattismo" , verso i 16 anni, i miei mi regalarono una Strato USA ed un Princeton Chorus, si unì a noi il cugino del mio amico a cui insegnai " mi viene quasi da ridere a pensarci" a suonare un basso che si era comprato per l'occasione, trovammo pure un trombettiere che aveva una batteria serie e la sapeva pure suonare. Quel periodo fù dedicato agli Who, Clash ,Sex Pistols, Ramones ( i miei preferiti perchè il mio forte era la ritmica e per chi conosche i Ramones sà di cosa parlo ....assoli Zero).

Fatta la patente nuova formazione!, rimasi io , il cugino bassista, l'amico del bassista si mise a cantare, e trovammo un Batterista di quelli con i controcaxxi, un mito unico!

Con questa formazione il gruppo diventò ufficiale, suonammo per circa 4 -5 anni musica prevalentemente Punk ,ma non ci atteggiavamo da Punk (per esclusione del Bassista che teneva il basso ad altezza scarpe e si borchiva ovunque).

A 24 anni mi sposai ed ogniuno fece la sua strada, il cantante parti per il mondo senza meta, il batterista lo persi di vista quasi da subito , il bassista da subito agregò altri musicisti e continuò per la sua strada e tutt'ora il suo gruppo è una solida e riconosciuta relatà.

da pochissimi anni mi sono riavvicinato alla chitarra ed ho sperperato il mio denaro nel mio sogno migliore, avere una Les Paul per ogni giorno della settimana, adesso mi sto dedicando ad imparare a suonarle, ma i risultati sono quelli che sono, non amo i virtuosismi e preferisco sentire assoli anche sporchi ma che trasmettano emozioni

Link to comment
Share on other sites

piacciono molto anke a me who e ramones :> e un "lol" x la descrizione finale del bassista + borchie xD

esatto cmq propio qllo che volevo dire anke io alnico, le cose se ci metti l anima, anke se sono il massimo della semplicita, sporche fin che vuoi, saran sempre + belle di altre magari + tecniche ma prive d emozioni :>

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
  • 2 years later...

Io ho cominciato da piccolo con la tromba di plastica all asilo... mettevo tutti i bambini attorno e inventavo delle improvvisazioni pazzesche, mi ricordo che per tutte le ricorrenze mi chiedevano di suonare quella trombetta di plastica, poi siccome in casa avevo un batterista, mio padre, che suonava per divertimento a livello dilettantesco con una band che faceva successi italiani anni '60, ma a casa ascoltava roba rock straniera come deep purple, rolling, beatles, eagles, e tanto blues, alternati alle canzoni di Dalla e Battisti che mia madre piazzava nella radio in auto, e praticamente cantavo e sapevo a memoria tutti i pezzi, fino al giorno che chiesi di andare a scuola di chitarra, da un signore che veniva al mio paesino una volta la settimana e dava lezione collettiva a una 10 di ragazzi, e così a 8 anni imparai gli accordi base e quelle cosette che servivano a canticchiare attorno ad un tavolo e per un pò di anni mi accontentai di quello, divertendomi da matto e dandomi quelle basi ritmiche e melodiche indispensabili, che solo iniziando a tirare giù tutti i pezzi ad orecchio ti puoi fare. Poi a 14 anni un giorno per radio in corriera ascoltai un pezzo che mi trafisse il cuore, la mente, dal primo istante come con nessuna canzone mi era successa, sembrava che l avessi sempre ascoltato da quanto me lo gustavo. Ma non sapevo che pezzo era e così comincia a chiedere a mio padre spiegandogli più o meno com era, ma nessuno me lo sapeva indovinare, anche perchè la melodia non la ricordavo alla perfezione, e così cercai cercai cercai in ogni lp, ma nulla, non riuscivo a trovarlo, fino ad un giorno che su videomusic sentii quella canzone, corsi in salotto urlando " è questa babbo, è questa", e lui mi rispose"ma questa è "stairway to heaven" dei led zeppelin, e allora di corsa a comprare quell LP assiem a tutti i primi 4 dei led zeppelin, fu una folgorazione, la mia vita non sarebbe mai più stata la stessa, quella chitarra mi entrava dentro e mi sconquassava le budella e presi una decisione, volevo imparare a suonare la chitarra elettrica.

Comincia a cercare un insegnante che trovai in Rolando Guerrini di Ravenna e presi un appuntamento per 15 giorni dopo, e nel frattempo decisi di vendere la moto che non avevo mai usato perchè la mia 50 special era insostituibile e meno fighetta, e andai da Jones cercando quella chitarra, non volevo altro, mi fece vedere delle repliche, ma io volevo quella e gli dissi" fammi vedere la chitarra Gibson più somigliante a quella di Page, e lui tirò fuori 2 chitarre una standard'90 e una classic appena uscita '90, appena arrivata, le guardai un minuto e decisi, "dammi la classic", ha il bordino ingiallito e i trapezi anche , mi piaceva di più, e lui mi disse "vuoi provarla"???, ma la mia risposta fu che non potevo perchè non avevo mai suonato un elettrica, e che l avrei fatto appena imparato. Mi incamminai con quel sogno nelle mani e inizia ad andare a lezione, con una premessa all insegnante, prima di iniziare mi doveva insegnare quel pezzo dei led, poi avrei fatto il normale cammino e così fece, 6 mesi dopo formai il primo gruppo,e poi comincia a suonare in giro, prima alla chiesa, poi al bar del paese, poi alle rassegne che facevano in giro, e dopo un anno smisi di studiare, ma ho sempre saputo che per me non sarebbe stato un lavoro e mi bastava sapere fare ciò che mi piaceva, giusto o sbagliato sono sempre andato avanti da solo... 6 mesi dopo la les paul iniziato a lavorare feci le rate per la doppio manico gibson. Poi una maledetta sera di novembre del 1997 il mio batterista morì, era anche il mio migliore amico, una brutta butta veramente, non suonavamo già più da qualche tempo assieme ma quell eposodio fu decisivo per allontanarmi ancora di più dalla musica, attaccato ad un amore e ad una donna che poi mi ha dato mio filgio, costruendomi la casa e allontanondomi sempre più dalla mia più grande passione.Poi mi sono separato e ho riscoperto un amore che era solo stato accantonato, era solo addormentato attendendo di svegliarsi....... ho ricominciato a suonare e a ricomprare li mie adorate chitarre, poi un giorno mi sono iscritto a questo forum e il resto lo sapete..... sono stato corto e coinciso come al solito....vero???

Link to comment
Share on other sites

Allora entro un pò più nello specifico, la prima chitarra che presi in mano era la Ibanez Concord acustica di mia sorella che all'epoca era in conservatorio per imparare il flauto per traverso, io avevo si e no una decina di anni e l'unica cosa che imparai era l'intro di Michelle dei Beatles. Finì tutto li , fino a quando pochi anni dopo , ne avevo 14, un mio amico appassionato di Doors, Hendrix,Cream e Beatles si comprò una Epiphon diavoletto. Da quel momento , imbracciando quella chitarra, una energia strana enuova per me , attraversava il mio spirito e decidemmo insieme di mettere su una Band.

Da prima iniziò tutto usando la elettrica amplificata da non ricordo che tipo di ampli, usando la Acustica come basso, ed una serie di secchi e bidoni come batteria, in quel periodo suonavamo canzoni di Battisti, spesse volte modificandone i testi (l'influenza Battisti era mia).

Poi dopo anni di cazzeggio e del più disperato "autodidattismo" , verso i 16 anni, i miei mi regalarono una Strato USA ed un Princeton Chorus, si unì a noi il cugino del mio amico a cui insegnai " mi viene quasi da ridere a pensarci" a suonare un basso che si era comprato per l'occasione, trovammo pure un trombettiere che aveva una batteria serie e la sapeva pure suonare. Quel periodo fù dedicato agli Who, Clash ,Sex Pistols, Ramones ( i miei preferiti perchè il mio forte era la ritmica e per chi conosche i Ramones sà di cosa parlo ....assoli Zero).

Fatta la patente nuova formazione!, rimasi io , il cugino bassista, l'amico del bassista si mise a cantare, e trovammo un Batterista di quelli con i controcaxxi, un mito unico!

Con questa formazione il gruppo diventò ufficiale, suonammo per circa 4 -5 anni musica prevalentemente Punk ,ma non ci atteggiavamo da Punk (per esclusione del Bassista che teneva il basso ad altezza scarpe e si borchiva ovunque).

A 24 anni mi sposai ed ogniuno fece la sua strada, il cantante parti per il mondo senza meta, il batterista lo persi di vista quasi da subito , il bassista da subito agregò altri musicisti e continuò per la sua strada e tutt'ora il suo gruppo è una solida e riconosciuta relatà.

da pochissimi anni mi sono riavvicinato alla chitarra ed ho sperperato il mio denaro nel mio sogno migliore, avere una Les Paul per ogni giorno della settimana, adesso mi sto dedicando ad imparare a suonarle, ma i risultati sono quelli che sono, non amo i virtuosismi e preferisco sentire assoli anche sporchi ma che trasmettano emozioni

 

mi togli una curiosità??? se non è coperto da segreto di stato e gli atti non sono secretati [lol] ..............

quanti anni hai Alni??? poi vediamo se ho indovinato... per me dai 39 ai 45...

Link to comment
Share on other sites

massi, per un attimo ho pensato che quando hai scritto "attaccato all'amore di una donna che poi mi ha dato matteo" ho pensato "ma sta dicendo che amava una che non se lo cagava e poi s'è riscoperto gay, innamorandosi di uno che si chiamava matteo?" ghghgh poi ho capito che parlavi di tuo figlio :D

mink, rido [lol]

Link to comment
Share on other sites

grandissimo!dai dai postala!!!!

(io invece domani vado a fare la ricarica postepay per la scheda audio che ho ufficialmente ordinato B) )

ahahah aspè la carico e ti giro il link in posta, però è senza la voce quella che ho qua in mp3, e cmq è ancora da finire (nel finale, se senti manca il dialogo tra le due chitarre soliste, se ci farai caso)

grande! appena ce l'hai chiamami che ti dico come farla girare su cubase [thumbup]

 

edit: check the mail

Link to comment
Share on other sites

mi togli una curiosità??? se non è coperto da segreto di stato e gli atti non sono secretati [lol] ..............

quanti anni hai Alni??? poi vediamo se ho indovinato... per me dai 39 ai 45...

...Non ho un'età... ma anche se ne avessi una non rientra nel tuo range [lol]

Link to comment
Share on other sites

ahahah aspè la carico e ti giro il link in posta, però è senza la voce quella che ho qua in mp3, e cmq è ancora da finire (nel finale, se senti manca il dialogo tra le due chitarre soliste, se ci farai caso)

grande! appena ce l'hai chiamami che ti dico come farla girare su cubase [thumbup]

 

edit: check the mail

 

presa!!!

[scared]

t'è venuta uno spettacolo...ti rinnovo i complimenti! =D>

Link to comment
Share on other sites

Bhè io suono da due annetti quindi non ho tutti questi papiri da raccontare.. Alle superiori avevo un compagno che suonava la chitarra e mi raccontava tutte le sue vicissitudini da chitarrista che non comprendevo bene (voglio sta chitarra perchè ha questo, questo suona bene perchè fa quest'altro ecc ecc). Ho iniziato ad appassionarmi di rock e prevalentemente tutto dagli anni 80 in poi (il 99% della gente mi fustigherà ma gli anni 60 70 come musica non mi danno molto come emozioni chiedo venia per questo anche se fanno comunque piacere ascoltarli e da li nacque tutto). Poi un giorno mi fu prestato guitar hero (ok sembro un bambino dell'asilo ma per uno che non suonava la chitarra era divertente :D) e dopo 2 settimane mi dissi: ma perchè sto a suonare con una chitarra di plastica con 5 tasti e non ne prendo una vera?

 

Così mi son fatto prestare una ibanez GIO da una mia amica e un marshall di quelli microscopici che se alzavi il volume iniziava a muoversi da solo e ho imparato i primi accordi. Un mese dopo per il mio compleanno+natale mi arrivò una Epiphone Les Paul Studio e un fender frontman 15r che mi sembravan gli strumenti piu fichi del momento (ripensandoci ora il commerciante dalla quale l'avevo comprata [noto ladro della bergamasca] me l'aveva venduta ad uno sproposito ma pazienza). Mi sono iscritto ad una scuola di musica delle mie parti e via dicendo tutto il resto..

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...