Jump to content
Gibson Brands Forums
Sign in to follow this  
lulli

[lulli] - La mia strumentazione

Recommended Posts

Ma hanno una qualita' decente ?

La simil Telecaster a €220 mi incuriosisce molto

Anche a me le Tele sembrano molto belle, infatti mesi fa ero intenzionato a prenderne una, poi però ho visto che le standard made in mexico costano 450 euro, hanno il marchio Fender sulla paletta e leggo in giro che sono buone chitarre... insomma non sono sicuro valga la pena di prendere una copia per risparmiare 200 euro, soprattutto a scatola chiusa. Ci fosse l'opportunità di provarla sarebbe diverso.

Per quanto riguarda la qualità delle Bach (della mia almeno) ti rimando a quanto scritto a pagina 9 di questo topic (messaggio # 172).

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Comunque non fatevi ingannare da quei musini teneri, sono dei veri rompiballe, testardi e disubbidienti!

 

Anche i Labrador a volte sono eccessivamente rompiballe, sopratutto quando sentono l'odore del pollo arrosto o della carne alla griglia [cursing]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche a me le Tele sembrano molto belle, infatti mesi fa ero intenzionato a prenderne una, poi però ho visto che le standard made in mexico costano 450 euro, hanno il marchio Fender sulla paletta e leggo in giro che sono buone chitarre... insomma non sono sicuro valga la pena di prendere una copia per risparmiare 200 euro, soprattutto a scatola chiusa. Ci fosse l'opportunità di provarla sarebbe diverso.

Per quanto riguarda la qualità delle Bach (della mia almeno) ti rimando a quanto scritto a pagina 9 di questo topic (messaggio # 172).

 

Per la mia pochissima esperienza sulle Fender messicane, vi consiglierei di fare attenzione: non è tutto oro quel che luce. Ho visto differenze qualitative abissali fra strumenti di una stessa partita: una suonava bene, per dire, l' altra era terribile, ma roba che manco una Squier, eh ? Penso sia indispensabile, in caso di acquisti di chitarre Fender made in Mexico, una prova piuttosto approfondita, quindi niente acquisti in rete ! Stranamente invece, almeno finora, non ho ancora trovato un basso messicano meno che onorevole.

 

La qualità complessiva delle Telecaster Bach mi è sembrata veramente buona, anche se non posso dire di averle provate a fondo. C' è di bello che la Telecaster è uno strumento proprio "basic", senza orpelli, fronzoli e accorgimenti particolari, per cui forse (e dico "forse" con qualche perplessità) potrebbe essere che, risultandone più semplice la costruzione, sia meno esposta ad errori. Avevo provato anche una Stratocaster, e anche quella mi era parsa ben fatta, ma non posso dire di conoscere bene quegli strumenti lì.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la mia pochissima esperienza sulle Fender messicane, vi consiglierei di fare attenzione: non è tutto oro quel che luce. Ho visto differenze qualitative abissali fra strumenti di una stessa partita: una suonava bene, per dire, l' altra era terribile, ma roba che manco una Squier, eh ? Penso sia indispensabile, in caso di acquisti di chitarre Fender made in Mexico, una prova piuttosto approfondita, quindi niente acquisti in rete ! Stranamente invece, almeno finora, non ho ancora trovato un basso messicano meno che onorevole.

 

La qualità complessiva delle Telecaster Bach mi è sembrata veramente buona, anche se non posso dire di averle provate a fondo. C' è di bello che la Telecaster è uno strumento proprio "basic", senza orpelli, fronzoli e accorgimenti particolari, per cui forse (e dico "forse" con qualche perplessità) potrebbe essere che, risultandone più semplice la costruzione, sia meno esposta ad errori. Avevo provato anche una Stratocaster, e anche quella mi era parsa ben fatta, ma non posso dire di conoscere bene quegli strumenti lì.

Non ho alcuna esperienza in ambito Fender, però in effetti molti parlano di notevoli differenze qualitative tra strumento e strumento come dici tu. Il vantaggio tuttavia è che trovare negozi con un buon numero di telecaster messicane da provare non è difficile, mentre lo stesso non si può fare con le Bach, purtroppo. Per quello dicevo che su questo modello (pur essendo un estimatore del marchio Bach) magari mi orienterei su una standard messicana (previa prova), (oltre tutto è uno dei pochi modelli che esiste in finitura Lake Placid Blue!).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, a giudicare da quel che si sente dire, è anche possibile beccarne qualuna veramente di ottimo livello. Non dico di no, la mia esperienza è molto limitata, per cui non mi pronuncio, ma certo che quelle che ho provato io (erano Stratocaster, non Telecaster) non erano davvero fantastiche, nella migliore delle ipotesi; altre erano davvero pessime. Certo, se hai modo di provarne diverse, puoi fare una scelta più oculata; ma occhio a non farti condizionare troppo dall' estetica: non è che per forza una Tele Lake Placid Blue suoni bene, o che suoni meglio di un' altra di un altro colore ! In quel caso, se ti facessi influenzare troppo dal colore, sarebbe una scelta non troppo felice direi, no ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, a giudicare da quel che si sente dire, è anche possibile beccarne qualuna veramente di ottimo livello. Non dico di no, la mia esperienza è molto limitata, per cui non mi pronuncio, ma certo che quelle che ho provato io (erano Stratocaster, non Telecaster) non erano davvero fantastiche, nella migliore delle ipotesi; altre erano davvero pessime. Certo, se hai modo di provarne diverse, puoi fare una scelta più oculata; ma occhio a non farti condizionare troppo dall' estetica: non è che per forza una Tele Lake Placid Blue suoni bene, o che suoni meglio di un' altra di un altro colore ! In quel caso, se ti facessi influenzare troppo dal colore, sarebbe una scelta non troppo felice direi, no ?

Non c'è dubbio! [thumbup]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non c'è dubbio! [thumbup]

 

e intanto Lull sta pregando Buddha, Jesù e Spongebob (perché non è il momento di fare gli schizzinosi [cit. Simpson]) che sia proprio la placid blue a suonare come una CS da 2000 e passa euro! [biggrin]

Share this post


Link to post
Share on other sites

e intanto Lull sta pregando Buddha, Jesù e Spongebob (perché non è il momento di fare gli schizzinosi [cit. Simpson]) che sia proprio la placid blue a suonare come una CS da 2000 e passa euro! [biggrin]

e anche su questo non c'è dubbio!

Però non ho in programma l'acquisto di una Tele, non a breve almeno...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prime impressioni (sparse e senza alcun ordine) dopo averla finalmente provata un po' questa sera:

La chitarra mi sembra molto leggera e assolutamente bilanciata. Non ne ho mai provata una con le Banjo Tuners ma avevo letto moltissimo sul peso esagerato della paletta, queste nuove Steinberger probabilmente hanno riequilibrato la situazione e, oltre tutto, sono di una praticità e di una precisione da primato. E poi quella paletta, che io trovo irresistibile, è nata per non avere chiavette sporgenti, quindi queste nuove meccaniche non fanno altro che aumentarne l'eleganza.

 

Il palissandro della tastiera è molto chiaro, assolutamente il più chiaro tra le mie chitarre.

 

Manico molto piatto e con un accesso ai tasti alti mai vista, ho messo apposta una foto della giuntura manico/corpo vista di fianco per mostrare dove inizia ad inspessirsi. Questo però fa sembrare molto più lontani i primi tasti e lunghissima la paletta, bisogna un po' farci l'abitudine.

 

Il setup era ottimo, intonazione perfetta, ho solo modificato un po' l'action a mio gusto e per ora non ho toccato l'altezza dei pickup perchè ancora li conosco poco.

 

Ecco i pickup... Quello al ponte mi è piaciuto subito. Molto tagliente, splendido per certi arpeggi puliti (Simple man!!!) e bello appagante in drive. Quello al manico ancora lo devo capire per bene, è piuttosto sensibile al pot del tono che gli conferisce sfumature molto diverse... vedremo col tempo come usarlo.

 

Prendete con le pinze tutto quello che ho scritto sopra perchè sicuramente è influenzato dal mio amore sconsiderato per questa chitarra e dalla lunga attesa. [biggrin]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Commento con qualche giorno di ritardo, ma non posso mancare di farti i complimenti per l'acquisto... che bella!

Di Firebird so davvero poco, non ho mai avuto occasione di provarne una, ma sono chitarre che mi hanno sempre affascinato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vacca boia, mi tocca ripete che è splendida!

Mi ero perso pure la recensione di Luca, non so perchè. Molto interessante. Mi piacerebbe risentire i pareri sui mini tra qualche tempo, quando si sarà schiarito ancor di più le idee!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi allora dopo qualche prova più approfondita...

I mini son bestie strane, mi ci sto abituando piano piano. Allora il livello di uscita mi pare uguale a quello degli altri humbucker gibson ma il timbro è un po' piu sottile il che li rende forse più "spigolosi" in drive (ma credo che anche il fatto che siano ceramici influisce parecchio su questo).

Il pickup al manico è piuttosto nasale (anche a toni aperti) mi piace di più quando inizia a saturare che quando è pulito. Quello al ponte invece mi piace in ogni salsa, proprio bello anche sulle ritmiche pulite.

 

Comunque la chitarra è confortevolissima da suonare, ed è la cosa che mi ha sorpreso di piu dopo tutto quello che avevo letto sulle Firebird, e poi è splendida! l'ho appesa sulla parete blu con le altre e ogni volta che alzo gli occhi e vedo quella paletta.... [love]

Share this post


Link to post
Share on other sites

bella è bellissima, sarei proprio curioso di provarla! [thumbup]

 

PS: aggiorna il primo post della strumentazione, se no uno deve sempre leggersi trentordici pagine di post per trovare tutte le variazioni fino alla versione definitiva! [flapper]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lulloide! Ma perchè mi perdo sempre i tuoi post? Grazie per aver risposto!

Sarei proprio curioso di riprovarne una di quelle sai? E dalla descrizione che fai dei PU credo che potrebbero proprio fare al caso mio.

Comunque ti sento tanto entusiasta. Sono proprio contento per te [thumbup]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiungo una piccola nota sulle meccaniche, sto facendo il primo cambio corde, mai visto un sistema più pratico! [thumbup]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco, metto qui qualche foto della nuova arrivata...

 

20130308_150706.jpg

 

Osti mi pareva di averti già fatto i complimenti per la bestia bianca ma è l'arterio... E' bellissima ziobilly in abito da sposa, anche se prediligo il burst. Mi inchino. Quella è na macchina da blues con le paludi e le zanzare mi sa [biggrin]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bhè, per quanto riguarda il sistema pratico ti sfido con la mia Steinberger [flapper]

Apparte scherzi, ma sono tipo autobloccanti o sbaglio?

Guarda che anch'io da giovine ho avuto una steinberger, il sistema a doppia pallina è inarrivabile!

Questo comunque è praticissimo: in pratica sviti tutta la ghieretta sotto che fa salire il perno nel quale c'è un buco in cui si fissa la corda che si blocca semplicemente stringendo la chiavetta sopra, dopo di che riavviti la ghiera che tira la corda in giu fino a raggiungere la tensione giusta. Quindi niente piu giri di corde su perni ecc... semplicemente il perno scendendo tira la corda in tensione e stop. Più semplice da fare che da spiegare.

Tra l'altro ho visto che sono state montate anche su alcune Flying V tipo questa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uh, capisco Luca! Sembra molto interessante [thumbup]

Ma poi non ricordo, le meccaniche della Firbebird mi pare fossero proprio Stinberger. Ma sono quelle come le tue o quelle che montavano prima?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uh, capisco Luca! Sembra molto interessante [thumbup]

Ma poi non ricordo, le meccaniche della Firbebird mi pare fossero proprio Stinberger. Ma sono quelle come le tue o quelle che montavano prima?

No quelle di prima erano le famigerate Benjo Tuners che pare fossero pesanterrime e causa dello sbilanciamento generale della chitarra. Queste nuove Firebird V invece montano appunto le Steinberger Gearless che sono veramente una favola, sia come praticità che come precisione (e non sbilanciano più la paletta!).

Share this post


Link to post
Share on other sites

No quelle di prima erano le famigerate Benjo Tuners che pare fossero pesanterrime e causa dello sbilanciamento generale della chitarra. Queste nuove Firebird V invece montano appunto le Steinberger Gearless che sono veramente una favola, sia come praticità che come precisione (e non sbilanciano più la paletta!).

 

Sembra la fata elfa del bosco del signore degli anelli!!!! Purissima e bianchissima !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...