Jump to content
Gibson Brands Forums

Consiglio per acquisto les paul con seriale differente dal certificato


Andrewsg

Recommended Posts

Salve a tutti

mi chiamo Andrea e sono nuovo del forum.Sto acquistando usata la mia prima Les paul, una Traditional ebony del 2010 tenuta in maniera maniacale dal proprietario e che dovrei andare a ritirare personalmente per provarla sabato. Mi sono accordato per un prezzo ottimo credo consierando le condizioni della chitarra. Il problema è che il numero del certificato differisce dal numero seriale impresso sulla paletta di ben 3 cifre, il proprietario se n'è accorto poco fa dopo che io gli ho chiesto di verificare un numero che dal certificato risulta essere illegibile( il penultimo come da foto). Lui ha subito chiamato il negozio che gliel'ha venduta e gli hanno detto che è a volte capita ma che per la loro garanzia fa fede lo scontrino in suo possesso ( acquistata a maggio 2010 ha ancora 10 mesi di garanzia).

Il mio dubbio è il seguente: è davvero solo un errore di scrittura del certificato ? Si puo' eventalmente ottenere un duplicato del certificato con il numero seriale corretto? Cosa comporta questa discrepanza in caso di una futura vendita?

Vi allego le foto inviatemi dal proprietario , così mi dite cosa ne pensate ..

Grazie mille a tutti!

 

Andrea

post-34567-048483900 1311099704_thumb.jpgpost-34567-056826900 1311099863_thumb.jpgpost-34567-072389500 1311099897_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Mah guarda ... secondo me se la chitarra è sana, ben tenuta ed originale, è quella che compri e non il certificato e anche l'assenza di quest'ultimo non ne pregiudica certamente il valore in un futuro.

Sui numeri, può capitare tranquillamente che in negozio scambino una custodia con un altra. Succede.

Link to comment
Share on other sites

le foto sono un pò piccole, ma da quel poco che si capisce la chitarra sembra in regola (quanto ad originalità)! [thumbup]

 

è capitato altre volte (anche con altri utenti) la discrepanza tra il seriale sul certificato e quello sulla paletta. L'ipotesi plausibile è che il venditore per errore possa aver confuso le custodie di due chitarre analoghe scambiando conseguentemente anche i certificati.

 

personalmente non mi starei a fare troppe storie e se la chitarra ti piace ed è un buon affare io la prenderei! [thumbup]

 

P.S: se posso chiedertelo...a che prezzo ti sei accordato?

Link to comment
Share on other sites

Mah guarda ... secondo me se la chitarra è sana, ben tenuta ed originale, è quella che compri e non il certificato e anche l'assenza di quest'ultimo non ne pregiudica certamente il valore in un futuro.

Sui numeri, può capitare tranquillamente che in negozio scambino una custodia con un altra. Succede.

 

+1

 

mi hai anticipato! [thumbup]

Link to comment
Share on other sites

Anzitutto grazie mille per le risposte, mi state rincuorando! [smile]

.. stavo riflettendo che obbiettivamente il venditore mi aveva anche detto che , una volta accortesi della discrepanza dei sue seriali, ha anche notato che dietro alla paletta c'è scritto " MAde in usa", mentre sulla custodia " made in Canada"...ora non so se sia perchè le custodie le fanno in Canada o perchè, come dite voi, la custodia di questa chitarra ed il certificato in essa contenuto sono stati scambiati..

Ad ogni modo per la chitarra avrei pattuito 1100 Euro, che viste le condizioni ottimali non mi sembra male..l'importante a questo punto è che mi confermiate che sia originale ( da quel poco che si puo' vedere dalle foto, ho dovuto rimpicciolire quelle che mi ha inviato il venditore per riuscire a postarle)..

Link to comment
Share on other sites

Anzitutto grazie mille per le risposte, mi state rincuorando! [smile]

.. stavo riflettendo che obbiettivamente il venditore mi aveva anche detto che , una volta accortesi della discrepanza dei sue seriali, ha anche notato che dietro alla paletta c'è scritto " MAde in usa", mentre sulla custodia " made in Canada"...ora non so se sia perchè le custodie le fanno in Canada o perchè, come dite voi, la custodia di questa chitarra ed il certificato in essa contenuto sono stati scambiati..

Ad ogni modo per la chitarra avrei pattuito 1100 Euro, che viste le condizioni ottimali non mi sembra male..l'importante a questo punto è che mi confermiate che sia originale ( da quel poco che si puo' vedere dalle foto, ho dovuto rimpicciolire quelle che mi ha inviato il venditore per riuscire a postarle)..

 

vai tranquillo: le custodie Gibson sono "Made in Canada" quindi non c'è niente di strano e 1100 euro è un buon prezzo! [thumbup] :)

Link to comment
Share on other sites

...l'importante è che se andassi a rivenderla o permutarla in un negozio il fatto di avere il cartificato con il numero di serie non corrispondente non sia penalizzante da un punto di vista economico.. <_<

 

IMHO... svalutano eccome.

Ogni motivo o pretesto e' buono per darti il meno possibile, e' il loro lavoro massimo guadagno con minimo impegno.

Quando vendono, vendono oro; quando comprano, comprano mxxxx.

Link to comment
Share on other sites

quoto giulio....se la chitarra l'hai provata ti piace e pensi di tenerla allora comprala....ma se è uno sfizio, o una chitarra di passaggio pensaci bene....in ogni caso proprio per questo inconveniente chiederei un ulteriore sconto se proprio devi prenderla

Link to comment
Share on other sites

Idem, poi non è l'unica, ne ho viste diverse che avevano la "check list" di un'altra chitarra perchè in negozio le scambiano, non è un certificato come quello del custom shop, è come dire non ti compro il pedale perchè non ha la scatole originale o ha la scatola con un altro seriale, opinione mia ovviamente! [thumbup]

Link to comment
Share on other sites

Prince, elric,iso85

detto con simpatia... mi pare veramente strano che nella vostra maggiore esperienza rispetto alla mia non abbiate mai trovato un negoziante/rivenditore che se gli portate una Gibson senza il "foglietto" non vi abbia detto:" Ah no, qui purtroppo te la devo valutare 100/150 € in meno; sai com'e', poi per rivenderla ci metto una vita".

Quando, invece, vai a comprarne una priva del "foglietto" e lo fai notare al negoziante/rivenditore lui ti risponde:"Ti garantisco io che la chitarra e' originale", e tu:" vabbe', mi fara' un po' di sconto lo stesso, vero ?", risposta:"Perche' manca un foglietto ? Guarda al massimo ti posso dare in omaggio la fascia di nylon"

 

Provare per credere.

Link to comment
Share on other sites

Non dubito che sia così, ma per me è tutta "furbizia" del negoziante che trova ogni pretesto per abbassare il prezzo della permuta, fra privati in diverse compravendite di chitarre, ampli, pedali nessuno mi ha mai fatto notare la mancanza della scatola o del foglietto o del che so io, oltretutto parliamo di un foglietto facilmente falsificabile che attesta tutto e niente, poi dai 100/150 € perchè manca un foglietto, tutte scuse per darti meno soldi, aggiungo che 1100 per una Traditional nuova, messa bene e senza foglietto è un gran prezzo! [thumbup]

Link to comment
Share on other sites

Non dubito che sia così, ma per me è tutta "furbizia" del negoziante che trova ogni pretesto per abbassare il prezzo della permuta, fra privati in diverse compravendite di chitarre, ampli, pedali nessuno mi ha mai fatto notare la mancanza della scatola o del foglietto o del che so io, oltretutto parliamo di un foglietto facilmente falsificabile che attesta tutto e niente, poi dai 100/150 € perchè manca un foglietto, tutte scuse per darti meno soldi, aggiungo che 1100 per una Traditional nuova, messa bene e senza foglietto è un gran prezzo! [thumbup]

 

Messa cosi' ti straquoto fino all' ultima virgole.

Forse ti avevo capito male, sorry.

Link to comment
Share on other sites

Giulio, non mi capita di dover vendere chitarre, ma ti assicuro che da un negoziante del genere non ci metterei più piede, se mi capitasse. Perchè è palese che è una scusa, e quindi non è una persona onesta.

Se trovi una bella chitarra di 40 anni fa con la sua custodia contenente tutti i tags e la candy-bag originale, tutti questi sono 'valori aggiunti' che arricchiscono l'offerta e dei quali si può anche tener conto, ma non è che viene svalutato lo strumento se nella custodia c'è solo la chitarra.

Link to comment
Share on other sites

Poveri noi.... (come musicisti intendo... [rolleyes] ) se siamo ridotti a rinunciare ad una chitarra che ci piace, che riteniamo adatta a noi, per il fatto che manca quel cartellino.

 

Fosse il certificato del CS capirei... ma quello... no.

 

Non mi è mai capitato, nemmeno da parte del più avido dei negozianti che mi venisse abbassato il valore della chitarra per la mancanza di quel foglietto; forse anche perchè in genere le valutazioni son già di per se stesse abbastanza vergognose <_< .

Link to comment
Share on other sites

Dalle mie parti ci sono delle realta' un po' "particolari", per quello, nonostante non possa spostarmi e quindi provare la chitarra, preferisco appoggiarmi ad altri lidi.

Sicuramente se trovo la chitarra Giusta del cartellino/tagliando/ecc. non me ne puo' fregar de meno; ma se e' una chitarra "di passaggio" allora ci faccio attenzione in modo da non dover poi "mostrare il fianco" ad un negoziante un po' troppo "commerciale".

Link to comment
Share on other sites

secondo me non esiste assolutamente che un usato si svaluti in funzione della presenza o meno del foglietto del check list.

Se il negoziante è serio non ha bisogno del check list per stabilire se la chitarra è originale o meno.

 

Il problema e' diverso e piu' tignoso.

Certi commercianti pur di svalutarti il valore della chitarra che vendi/permuti, si attaccano ANCHE alla presenza o meno del "foglietto" per formulare la cifra.

Loro sanno distinguere benissimo l' autenticita' di una chitarra anche senza il "foglietto" anche perche' se avessero bisogno di quello per farlo e' meglio che si mettano a vendere prezzemolo al mercato ortofrutticolo

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...