Jump to content
Gibson Brands Forums

[Amplificatori] - valvole vs/ transistor


juleslpc

Recommended Posts

De gustibus non est disputandum... su questo non ci piove.

 

Però converrai con me alla conclusione (da me personalmente sperimentata) che suona sicuramente meglio una ibanez gio da 150 euro attraverso la mia Mark che la BB 54 attraverso il Marshallino MS2 questo perchè l'ampli riveste un'importanza CRUCIALE (molto più della chitarra) nella definizione del suono e non c'è chitarra che tenga (vos, aged, signed, cazzed) se l'ampli non è buono.

 

Con questo non dico che il tuo sia male...

Mi stupivo solo di come molti, qui ed altrove, fatto 1000 il budget sono capaci di spendere 800 per la chitarra e 200 per l'ampli... e fatalità sono sempre così fortunati da aver beccato il santo graal sottovalutato da tutti che con quattro spicci tira fuori il suono più figo del mondo! [biggrin]

 

 

... ok, ma attenzione... non scordiamoci il CONTESTO nel quale deve essere utilizzato un ampli piuttosto che un altro... il tuo Mark a casetta mia non potrei neanche accenderlo... anch'io quando suono in giro mi carico il mio Vox Ac30 con due coni e la mia LP suona più contenta, però in casa tutto ciò mi è impossibile... ergo e quindi - dopo svariate prove - ho trovato nella testatina Blackstar un ottimo compromesso (in più dal prezzo più che conveniente)... ovvio che ha dei limiti, non è il Graal e fa quel che può ma cacchio, l'ho pagata 140 euri usata e, ripeto, in quel contesto mi va benissimo ecomunque rende molto di più di altri ampli ben più costosi...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 72
  • Created
  • Last Reply

Sul tema dei "piccoli" da domenica scorsa sul mercato c'è anche questo...

 

Io ne ho sentito il prototipo in sede il clean era molto bello nella sua essenzialità, l'OD veramente esagerato tanto che nella versione definitiva (che non ho ancora avuto il piacere di sentire) è stato "ridimensionato".

Lo aspettavo, ma non col cono da 8", specialmente un 10 watt e poi il riduttore di potenza lo paghi a parte.

Alla fie della fiera quanto costa ?

Link to comment
Share on other sites

CUT

 

Comunque il watt è il watt, e non esistono i watt valvolari che sono più "fichi" di quelli a transistor... ](*,)

 

Diverso è dire che in genere la pressione sonora percepita da un buon valvolare a palla è maggiore da quella di uno scadente transistor di pari potenza DICHIARATA.

 

Quindi pensavo e penso giusto, i watt sono sempre tali a prescibdere da chi li "produce"

 

Potenza DICHIARATA; infatti ho chiaramente scritto "di targa".

 

Grazie per il chiarimento, il 3d stava andando in vacca come al solito [biggrin] Finira' che le discussioni particolareggiate si dovranno fare tutte il PM… senza polemica, neh ;)

Link to comment
Share on other sites

De gustibus non est disputandum... su questo non ci piove.

 

Però converrai con me alla conclusione (da me personalmente sperimentata) che suona sicuramente meglio una ibanez gio da 150 euro attraverso la mia Mark che la BB 54 attraverso il Marshallino MS2 questo perchè l'ampli riveste un'importanza CRUCIALE (molto più della chitarra) nella definizione del suono e non c'è chitarra che tenga (vos, aged, signed, cazzed) se l'ampli non è buono.

 

Con questo non dico che il tuo sia male...

Mi stupivo solo di come molti, qui ed altrove, fatto 1000 il budget sono capaci di spendere 800 per la chitarra e 200 per l'ampli... e fatalità sono sempre così fortunati da aver beccato il santo graal sottovalutato da tutti che con quattro spicci tira fuori il suono più figo del mondo! [biggrin]

 

Molto giusto. Ma c' è una spiegazione: siamo chitarristi, non amplificatoristi. Una cosa è la passione, altra cosa l' utilità. [rolleyes]

Link to comment
Share on other sites

Molto giusto. Ma c' è una spiegazione: siamo chitarristi, non amplificatoristi. Una cosa è la passione, altra cosa l' utilità. [rolleyes]

 

E' la prima volta che sento "amplificatorista".

L'amplificatore è parte vincolante di qualsiasi chitarra elettrica (se suoni e non le collezioni)... un chitarrista, secondo me, ha il dovere di curare entrambi gli aspetti.

Link to comment
Share on other sites

Non ho idea... io non lo farei... mi limiterei ad abbassare il volume, o a quel punto suonare in cuffia.

Non tutti gli ampli suonano necessariamente male a regime moderato.

 

Io la mia 50W quando studio e comunque sono a casa chiaramente non la "sparo" ma non ho mai sentito l'esigenza di inserire un riduttore... il suono è comunque molto gradevole sia clean che od.

Link to comment
Share on other sites

E' chiaro che la botta non e l'ha... ma sicuramente neanche 1w te la dà per quanto sparato.

Cioè, molto del "bello" degli ampli potenti è che quando li suoni e li apri senti la "botta"... l'aria che si muove, i bassi nella pancia, il crunch che ti divora... ma 'ste cose le senti solo con un ampli di un certo tipo in determinate condizioni operative.

 

Prendere un ampli da 1W e poi fargli scoppiare il finale non è la stessa cosa.

A questo punto emozione persa per persa visto che il mio ampli va molto bene anche a basso volume, cosa che ad esempio non faceva la Rectifier, non mi sono mai posto il problema di avere un riduttore.

 

Lo feci installare anni fa sulla mia prima 059 (che scendeva fino a 3W) ma più che altro avvertivo la variazione del timbro e l'aumento della compressione dovuto al cambio di classe.

Alla fine anche a 3W suoni basso di pot... sono più che sufficienti a dar fastidio a più di un vicino.

 

Suonava meglio?

Boh... suonava diverso.

Link to comment
Share on other sites

 

Io la mia 50W quando studio e comunque sono a casa chiaramente non la "sparo" ma non ho mai sentito l'esigenza di inserire un riduttore... il suono è comunque molto gradevole sia clean che od.

Confermo. Quando l'anno scorso mi hai fatto sentire il tuo ambaradam, son rimasto di merda soprattutto per quel suono strafigo anche a volume "da camera"... [crying]

Cosa che, con la Pirata 141 non hai quella resa lì (apparte chiaramente la diversità di suono), questa per sentire il "vero" suono del finale che l'ha resa famosa tra le hi gain più viulent, devi tirare su almeno a 5, da lì in poi è l'Apocalisse! [thumbup]

Link to comment
Share on other sites

E' la prima volta che sento "amplificatorista".

L'amplificatore è parte vincolante di qualsiasi chitarra elettrica (se suoni e non le collezioni)... un chitarrista, secondo me, ha il dovere di curare entrambi gli aspetti.

 

E' chiaro quel che volevo dire, no ? Siamo appassionati di chitarra, prima di tutto, per cui è logico che tendiamo a privilegiare questa piuttosto che l' amplificatore, che è un po' sempre visto come "il mezzo con cui tirar fuori il suono", difficilmante come "parte integrante del suono". So bene che non è così, conosco bene la differenza che passa tra una chitarra mediocre in un ottimo ampli e una grande chitarra in un pessimo ampli. C' è qualcuno, qui sul Forum, che ha in firma una frase che parla di "scorreggiofono": prova a chiedergli dove l' ha presa...

 

Però resta il fatto che, passando davanti alla vetrina di un negozio di strumenti, praticamente nessun chitarrista si ferma a contemplare un amplificatore, almeno di primo acchito. Perché ? Chiaro, la passione, non c' è niente di strano. Per importante, anzi, fondamentale che sia il ruolo dell' amplificazione, noi siamo e restiamo chitarristi, e tu sai meglio di me che una chitarra non è SOLO il suono che produce, no ?

 

Anche perché allora, se vogliamo considerare tutti gli elementi, dovremmo sempre passare in rassegna tutto: cavi, pedalanza, corde (se non sono importanti quelle, che producono il suono, belìn !), valvole, plettri... Tutto ha un peso, anche se magari meno marcato dell' amplificazione, sul suono finale.

 

Però noi siamo e restiamo chitarristi, abbiamo un amore verso la chitarra, prima di tutto, ed è logico che ognuno di noi "vada dove lo porta il cuore", no ?

Link to comment
Share on other sites

Sul tema dei "piccoli" da domenica scorsa sul mercato c'è anche questo...

 

Io ne ho sentito il prototipo in sede il clean era molto bello nella sua essenzialità, l'OD veramente esagerato tanto che nella versione definitiva (che non ho ancora avuto il piacere di sentire) è stato "ridimensionato".

OT ON

 

Quello "esagerato" sarenne quello simpaticamente definito "difettoso" nel Forum di la' ?

OT OFF

Link to comment
Share on other sites

x juleslpc: Dovrebbe...

 

Per tornare al discorso del chitarristi/amplificatoristi capisco quello che dici... anche se io mi intendo chitarrista in quanto suonatore di chitarra (più che proprietario di una chitarra) ed in questo senso ho cominciato ad apprezzare tutto quello che ruota intorno al SUONO della chitarra e che contribuisce a renderlo bello.

 

Quindi chiaramente le chitarre... però personalmente molto tempo quando vado nei negozi io lo passo davanti agli ampli, sarà stata l'amicizia con Marco a sensibilizzarmi sul tema, ma non riesco ad escludere questo lato del mio essere musicista (se ci fai caso nel topic delle strumentazioni sono uno dei pochi che dopo 5 foto di chitarre chiede... "e l'ampli?").

 

Poi io sono un caso limite, sono maniacale su tutto in fatto di suono... cavi, pedali, schede audio, microfoni, monitor.

Ogni cosa che uso deve rapportarsi al resto e quindi tutto deve essere all'altezza del compito... ogni volta che posso alzo un pò l'astina... una volta qui, una volta là cerco di "portare su" tutto insieme... per lo meno a me pare normale così. [tongue]

Link to comment
Share on other sites

Certamente, e infatti sono del tutto d' accordo con te, da un punto di vista razionale. Ma qui si parla di cuore, non di cervello, e quindi non mi sembra strano che spesso si tenda a dare la precedenza all' elemento-chitarra piuttosto che all' elemento-amplificatore o all' elemento-cavi, nella costruzione della catena sonora. E' sbagliato, lo so, ma anche abbastanza comprensibile, non ti pare ? Siamo uomini, via ! [smile]

Link to comment
Share on other sites

Intervengo solo per dire che io 700/800€ per un ampli "B" (occhio, dico "B" per indicare un "secondo" amplificatore, non uno strumento di qualità scadente) non ce li spendo, proprio no.

Con quei soldi poco più ci compro un ampli per suonare in giro (vedi Marshall Plexi e quanto altro), come ampli da studio o da casa mi accontento di un microcubo da 80/100€ transistor e via andare ( piuttosto che accendere l'ENGL solo per studiare utilizzo l'ampli da basso transistor con una valvolina nel PRE, visto che il cubo non lo prendo mai per un motivo o per l'altro)

Link to comment
Share on other sites

Intervengo solo per dire che io 700/800€ per un ampli "B" (occhio, dico "B" per indicare un "secondo" amplificatore, non uno strumento di qualità scadente) non ce li spendo, proprio no.

Con quei soldi poco più ci compro un ampli per suonare in giro (vedi Marshall Plexi e quanto altro), come ampli da studio o da casa mi accontento di un microcubo da 80/100€ transistor e via andare ( piuttosto che accendere l'ENGL solo per studiare utilizzo l'ampli da basso transistor con una valvolina nel PRE, visto che il cubo non lo prendo mai per un motivo o per l'altro)

Perche' tu suoni anche in giro, ok.

 

Io suono solo a casa e vorrei il "massimo suono" (mio, soggettivo, personale) che posso ottenere da un ampli di basso wattaggio, percio' sono disposto a spendere anche tanto per raggiungere tale scopo.

 

Le spese ritengo debbano essere affrontate in base all' uso ed alle aspettative che si hanno dell' oggetto che si compra.

 

Per te non ha senso spendere 2K€ per un 8 watt ed e' giusto che sia cosi', per me invece ha senso, ed e' giusto che sia cosi'.

 

Che poi io possa ottenere lo stesso risultato con un ampli da 1K€ puo' anche darsi; ma oggi non lo so' e cosi' salgo per gradi.

 

La sinergia chitarra/amplificatore e' identica a quella reflex/obiettivo.

E' inutile avere una reflex professionale da 4000€ per poi montarci sopra un obiettivo da 200€, perche' la foto la fa la luce e la luce passa dall' obiettivo e la reflex elabora la luce che gli arriva.

Tanto e' migliore la qualita' della luce che l' obiettivo riesce a trasmettere alla reflex e tanto migliore sara' la qualita' della fotografia che ne uscira' fuori.

 

E' inutile avere una chitarra da 4000€ e poi collegarla ad un ampli da 200€ perche' la Musica la fa' il suono e tanto migliore sara' l' elaborazione del seelaborazione del segnale da parte dell' amplificatore tanto migliore sara' il suono che esso fara' uscire dal cono sottintendendo che la chitarra da 4000€ produca e trasmetta all' amplificatore un buon segnale.

 

Una grande reflex vuole un grande obiettivo per fare delle grandi foto, una grande chitarra vuole un grande amplificatore per fare un grande suono.

 

Ovviamente in tutti e due i casi ci vogliono dietro un grande cervello, una grande conoscenza della materia e delle grandi mani; altrimenti chiunque puo' spendere 6000€ sarebbe un Henry Cartier Bresson od un Jeff Beck, ma… non e' cosi'… per fortuna.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.


×
×
  • Create New...