Jump to content
Gibson Brands Forums

[Gibson Les Paul Bass Oversized 2011] - Problema al ponte


gibran

Recommended Posts

Salve a tutti, mi chiamo Francesco e sono un nuovo iscritto del forum. In realtà sono diventato gibsoniano solo da pochi giorni; dopo anni di bassi Fender e Music Man mi sono innamorato del Les Paul Bass Standard Oversized e senza neanche provarlo l'ho ordinato. Strumento fantastico, molto curato e fascino da Black Beauty. Gran suono, manico comodo anche se non proprio adatto alla tecnica slap. Unico neo di questo strumento è che il ponte sembrerebbe fissato non proprio bene. Le sedi dove si avvitano i perni di fissaggio del Tune-O-Matic non sono a filo con il body ma fuoriescono. Il negoziante mi dice che è un problema comune per i body Les Paul e che non è preoccupante. Chiedo gentilmente lumi. Grazie in anticipo.

post-43068-022171800 1334758885_thumb.jpg

post-43068-019948500 1334758907_thumb.jpg

post-43068-046825000 1334758992_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ciao Gibran, e benvenuto ... le boccole sembrerebbero essere sistemate correttamente, il top è bombato e i fori sono verticali, quindi potrebbe essere che se ne veda una porzione, come nel tuo caso. Sarebbe bello che un altro felice possessore di quel modello ci desse la conferma, ma ho paura che trovarne uno sia dura ...

Link to comment
Share on other sites

'Màzza, sarebbe un bel basso verinàis sul serio man! E benvenuto. Porcocane quel lavoro là l'ho visto ancora su qualche copia di LP ma su una Gibson originale finora no. Non è per tirare le bombe ma non mi sa un bel lavoro, e specialmente su una roba che sicuramente hai pagato a tre zeri. Messo così tra il resto è più sotto sforzo. Guarda sotto. Qua non ha quel problema per niente. E' brutto dirlo ma se è in garanzia io non lo vorrei un basso pagato quel che ho pagato con un difetto (perchè quello è un difetto) così. Scusa la franchezza. [mellow]

 

1600-BA11HSCH_detail3.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ciao, io ti do il benvenuto da bassaro, sebbene in casa Gibson io veda solamente il Tbird, per il resto prediligo Precision e altro [biggrin]

 

@ Mauro: mah, io francamente un basso del genere non lo suonerei neanche regalato..al di la del suono, non riesco a immaginarmi una Les Paul senza 2 corde [crying]

 

EDIT: Per quanto riguarda i piloni dello stop tail..mah, sinceramente non riesco a capire come si potrebbe evitare una cosa del genere..se il top è carved, l'angolo della "collinetta" per forza esclude una porzione di pilone inserito perpendicolarmente al legno...

Link to comment
Share on other sites

Ti ricordo che tutte le LP originali sono carved e non hanno quel problema. Per cui i casi sono due: o hanno tenuto una dima storta (o, se quei fori li fanno con le cnc è un errore di lettura della macchina o di programmazione o del body non posizionato adeguatamente) o quel top, o quel mogano, o tutti e due sono di pasta più tenera e cedono alla trazione delle code sugli studs. O qualsiasi altro diavolo dico ancora, ma resta il fatto che vorrei sapere fra tutti noi quante ne abbiamo viste con quel problema.

E le foto sopra parlano da sole.

Link to comment
Share on other sites

ps. per tutti i fratelli Gibsonici: curioso ponte, no? [mellow]

 

Osti Gianni, adesso l'ho capìta. Però è anche sulle foto ufficiali quel bridge là

 

Bridge.jpg

 

In quanto a bellezza dei bassi Gib, se potessi prendermene su uno sarebbe senz'altro il Jack Casady [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

Il Jack Casady sig. è only Epiphone, ad ogni modo ne ho sentito parlare gran bene..

E hai ragione anche tu, non ci ho pensato che il discorso è esattamente bilaterale, quindi valido per le nostre Les Paul.. [biggrin]

 

Gibran, come ben ricordavo, e come ho letto, hai presentato il basso anche in un noto sito di bassisti (sono iscritto anch'io), perchè non provi a chiedere anche li? Sicuramente qualcuno ne possiede -o ne ha possieduto- uno, e potrebbe darti qualche altra info! Le foto che hai messo la, tra l'altro, non mostrano bene il difetto (complice la finitura nera)..

Link to comment
Share on other sites

La Gibson produceva un basso simile, stile 335, l'EB-2, nelle sue varianti!

big.jpg

 

EB-2 D, se non erro, anni '60.

 

Eppure mi ricordo un basso GT di una serie Gibson, con annessa sei corde, che se non sbaglio è raffigurata anche sul libro di Ettore Nobili, per chi ce l'ha

Link to comment
Share on other sites

ps. per tutti i fratelli Gibsonici: curioso ponte, no? [mellow]

 

Mi picerebbe conoscerne i dettagli, anche perchè sono un neofita.

 

...i casi sono due: o hanno tenuto una dima storta (o, se quei fori li fanno con le cnc è un errore di lettura della macchina o di programmazione o del body non posizionato adeguatamente) o quel top, o quel mogano, o tutti e due sono di pasta più tenera e cedono alla trazione delle code sugli studs.

 

La tenerezza del legno sarebbe un serio problema poichè il difetto aumenterebbe con la tensione delle corde, no?

 

Gibran, come ben ricordavo, e come ho letto, hai presentato il basso anche in un noto sito di bassisti (sono iscritto anch'io), perchè non provi a chiedere anche li? Sicuramente qualcuno ne possiede -o ne ha possieduto- uno, e potrebbe darti qualche altra info!

 

Proverò anche lì, ma penso che non siano molto avvezzi col mondo Gibson.

 

Alla fine pensate che sia meglio spedirlo in garanzia?

Grazie a tutti per l'interesse mostrato.

Link to comment
Share on other sites

Eppure mi ricordo un basso GT di una serie Gibson, con annessa sei corde, che se non sbaglio è raffigurata anche sul libro di Ettore Nobili, per chi ce l'ha

1976 Signature, doppia spalla mancante asimmetrica, GT, PU covered in materiale plastico panna a bassa impedenza, il basso ne aveva solo uno. Semiacustici entrambi.

Link to comment
Share on other sites

[..]

 

Proverò anche lì, ma penso che non siano molto avvezzi col mondo Gibson.

 

Alla fine pensate che sia meglio spedirlo in garanzia?

Grazie a tutti per l'interesse mostrato.

 

Ma no dai, c'è gente molto competente ed esperita, vedrai che qualcuno ti darà una mano..

 

Io come minimo tornerei in negozio e ne vorrei uno come quello delle foto, tanto per stare sul sicuro.

Link to comment
Share on other sites

Mi picerebbe conoscerne i dettagli, anche perchè sono un neofita.

 

Quel tipo di ponte con la regolazione dell'altezza sulla sommità degli studs (vite a taglio) è classica delle Epiphone e di quasi tutta la produzione chitarristica economica, mentre sulle chitarre Gibson la regolazione avviene con le ghiere sottostanti al bridge e avvitantesi sulle barre filettate infilate nei fori laterali dello stesso. Osti mi sarò spegato? E' meglio che guardi una foto che capisci subito [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

ok mountainman, il ponte sarà anche cinese della Epiphone ma a me preme di più sapere se il dislivello delle boccole è un problema serio o solo un difetto estetico. Ciao e grazie.

 

Alt stop ferma! Non si voleva dire che fosse cinese eh! [biggrin] Ci siamo stupiti (mi faccio voce anche per Gianni) del fatto che usassero un ponte con caratteristiche simili a quelli. Probabilmente per la trazione maggiore esercitata dalle funi del basso hanno convenuto montare un bridge con pilòni più grossi.

 

Poi boh, per dire se è un problema serio credo bisognerebbe averlo davanti, togliere le corde e vedere se c'è gioco. Guarda, giuro che sono proprio sconcertato perchè, e lo ripeto ancora, qua si tratta di due pezzi di legno e quattro bàccole, che se la fanno pagare come fosse un'opera d'arte e poi ci trovi un difetto che non trovi neanche su una Epiphone ziobilly

Link to comment
Share on other sites

Passeggiata dal liutaio? Anche perché sono quasi certo che si tratta di un difetto di progetto difficilmente riparabile (cancellabile) in garanzia. Le foto ufficiali del sito potrebbero ad arte non far intravedere il problema...Ci vorrebbe l'intervento di un altro felice possessore dello strumento per fare un confronto.

Link to comment
Share on other sites

Ho impiegato un pochino a capire le foto!

 

Unica cosa che puoi fare e che se sei entro gli 8 giorni dall'acquisto richiedere il cambio totale dello strumento, se invece in garanzia qualora fossi un liutaio non saprei come comportarmi!

 

inoltre non te ne sei accorto al momento di provarlo? può capitare per carità però sempre occhi aperti !

Link to comment
Share on other sites

Comunque potrebbe anche non essere un difetto, difatti c'è una perfetta simmetria di scostamento su ogni boccola. Quasi a voler mantenere volutamente in posizione orizzontale il ponte, allineandolo alla tastiera. Le foto del sito sono fuorvianti perchè da quell'angolazione anche sul mio non si nota nulla. Tra l'altro non c'è gioco e non perde nè accordatura nè intonazione quindi il ponte fa il suo lavoro egregiamente, nel senso che non si muove (e vorrei vedere! avete idea di quanto sia lunga una boccola del TOM che si fissa nel legno?).

 

Il modello precedente montava un ponte simil Warwick e se notate dove poggiano le corde c'è uno scostamento di qualche mm verso l'alto della parte superiore del ponte, proprio a conferma di quanto detto prima.

 

http://www.google.it/imgres?q=gibson+les+paul+bass&hl=it&gbv=2&biw=1116&bih=448&tbm=isch&tbnid=RMWV6zwLmxF3NM:&imgrefurl=http://www.bassic.ch/forum_go.asp%3FTID%3D14802815&docid=1IxNGfN7escRKM&imgurl=http://www.musik-schmidt.de/images/product_images/original_images/Gibson-Les-Paul-Bass-Vintage-Sunburst_5.jpg&w=1000&h=773&ei=wC2RT4CwGKig4gTu4-S0BA&zoom=1&iact=hc&vpx=193&vpy=138&dur=910&hovh=197&hovw=255&tx=126&ty=138&sig=114324723185646878258&page=3&tbnh=119&tbnw=152&start=36&ndsp=21&ved=1t:429,r:15,s:36,i:206

 

Tuttavia penso che il ponte Warwick che veniva usato nel precedente modello fosse il top anche sotto il punto di vista estetico.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...