Jump to content
Gibson Brands Forums

Indeciso come un pischello


archverb

Recommended Posts

Miii... sarà più di un mese che l'ho provata e non riesco a togliermi il pensiero di come mi ci son trovato bene e di come suona!!! [scared]

Paragonata in diretta con qualche CS, Don Grosh , Vinetto e Peter Florance , si quello dei pickup, ne è uscita come una irraggiungibile regina.

In ormai quasi quarant'anni, lo giuro, mai presa in mano una strato o simile che suonasse come quella.

 

2517139_1334665201.jpg

 

Perchè non l'ho portata via?

Non mi piace esteticamente per via del pesantissimo relic.

Costa come una Fender masterbuilt ma non lo è, ed a parte un discorso generale di indecenza, non sarebbe nemmeno rivendibile, essendo uscita dalle manine di Leo Scala (liutaio americano che ha collaborato con Kramer) e non da un liutaio del Fender Team

 

Sarà il caldo?

Ma si... lascio stare, in fondo è bene avere un ideale e non possederlo [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 53
  • Created
  • Last Reply

... urca Ermanno, anche a me il relic "estremo" in genere non esalta troppo, però questa parvemi bella bella... inoltre se TU dici che in quarant'anni non ne avevi mai provata una così.... insomma... un pensierino ce lo farei (discorso prezzo a parte con cui, ovviamente, solo tu puoi confrontarti)... della rivendibilità poi a 'sto punto che ti frega, per lo meno per altri quarant'anni te la tieni!!!! :lol:

Link to comment
Share on other sites

... se TU dici che in quarant'anni non ne aveva mai provata una così.... insomma...

 

Ecco,

questa è una cosa che ha fatto anche a me una certa impressione, dato che Ermanno penso che ne abbia palpate parecchie (di strato [woot] )!

Link to comment
Share on other sites

Reduce da successi in California, Utah, Arizona, Nevada e Colorado, (ecchisenefrega direte voi [flapper] ) saluto tutti !

 

Perdonate se potete la cafonaggine per l'assenza e il silenzio. Un pò per il nuovo amore, un pò per le vacanze sono sparito. Ma non voi per me.

 

Ciao a tutti e ben trovati !

 

Guido

 

PS

Ermanno la chitarra è una scelta emotiva, se la desideri e ti piace così tanto metti da parte qualche altra cosa ma non torturarti come ho fatto io per un mese abbondante...

Il mio parere conta poco, ma quella non è una relic, al mio paese si dice scassata... ma davvero ti piace ?

Ma uno come te... perché non si fa fabbricare a proprio gusto lo strumento definitivo ?

Link to comment
Share on other sites

...della rivendibilità poi a 'sto punto che ti frega, per lo meno per altri quarant'anni te la tieni!!!! :lol:

e se tra quarant'anni volessi darmi al metallo estremo? [biggrin]

 

....dato che Ermanno penso che ne abbia palpate parecchie...

...mai abbastanza [lol]

 

Ma uno come te... perché non si fa fabbricare a proprio gusto lo strumento definitivo ?

Perchè non so se esiste lo strumento definitivo, e di sicuro so che non esiste il liutaio di Dio.

Un conto sono le intenzioni, un conto lo strumento finito.

Del resto mica sono Eric Clapton che se ne capa una o due dal paio di dozzine fatte per lui, come le vuole lui, da Mark Kendrick, il suo masterbuilder in casa Fender.

 

Ne ho viste troppe di chitarre di liuteria di sedicenti maghi nostrani , o di costose chitarre assemblate a caro prezzo, con i migliori componenti che alla fine non suonavano meglio di una ben scelta American Standard.

 

A quel punto preferisco continuare, come faccio da anni, a selezionare tra prodotti finiti, che posso mettere sotto le mani, suonare, guardare, ascoltare, annusare...

provenienti direttamente dalla casa madre , oppure fatti dai migliori liutai in circolazione per quella tipologia; appunto Don Grosh, Melancon, Hahn, Florance, Vinetto, ecc..

 

 

 

Esteticamente (per me) non si può guardare... ma se a te piace, come si dice, de gustibus.

In che senso "de gustibus" ?

 

Non mi piace esteticamente per via del pesantissimo relic.

Anzi forse potremmo parlare proprio delle nostre reazioni davanti a questa discrepanza tra fattore estetico e "fattore musicale". Soprattutto quando ci sitrova davanti ad una "killer" guitar.

 

[biggrin]

Mi hai capito... [wink]

Link to comment
Share on other sites

Anzi forse potremmo parlare proprio delle nostre reazioni davanti a questa discrepanza tra fattore estetico e "fattore musicale"

In effetti è il nocciolo della questione.

Partendo dal presupposto che pure io non amo il concetto che sta alla base dell'invecchiamento artificiale per motivi vari, tra cui il marketing dell'emulazione, dovrei propendere per il no; ma se mettendoci le mani e facendoci musica ci si rende conto che è il mezzo giusto per la messa in pratica dei propri intenti musicali la risposta è decisamente sì (sempre che il tutto sia adeguato anche al proprio borsellino o quanto meno lì vicino [smile] )

Forse anche un'altra domanda importante da porsi è se concepiamo lo strumento musicale come un mezzo o come un fine. Soggettività pura,certamente, e validissime sia l'una che l'altra opinione, anche se già la parola in sé "strumento" dovrebbe essere rivelatrice del ruolo subordinato che i "mezzi" rivestono nei confronti della Terza Arte. Purtroppo, però, siamo anche materialisticamente estèti impenitenti e questo incasina tutto [lol][lol]

Link to comment
Share on other sites

Che si voglia oppure no, il lato estetico gioca sempre la sua parte. Raramente ho visto scegliere chitarre che pur suonando divinamente non soddisfavano i gusti estetici di chi doveva fare l'acquisto. Sono parimenti convinto che il nostro impatto emotivo dato dagli occhi riesca pure a condizionare le orecchie. Quando sono andato a prendere la mia 339 ce n'erano tre di rosse e una solo vintage sunburst (il colore che mi attizava di più) ed alla fine su quattro chitarre trovavo sempre un particolare per preferire quest'ultima (perfino l'action, che come sappiamo tutti si può regolare e non considerare un elemento discriminante). Non so se per tutti è così, lo ammetto, ma per me gli occhi vogliono la loro parte.

Link to comment
Share on other sites

Quello che dici Postino mi trova assolutamente d'accordo nelle situazioni ordinarie.

Ad es. pur suonando meglio di tante altre ES ben più costose, non ho preso in considerazione una di queste,

 

2406120_1_1332349068.jpg

 

soltanto per quella piastra di plastica con sopra i pickup di aspetto raffazzonato.

 

 

Le cose però si complicano assai quando la situazione è straordinaria; e ci si riferisce a chitarre che suonano come se ne incontrano una, due, al massimo tre in una vita.

 

A vederla in modo distaccato si dovrebbe seguire il ragionamento di Immigrant a proposito del "mezzo".

Putroppo però la libidine coinvolge sempre tutti e cinque i sensi... per cui siamo di nuovo punto e a capo. [scared]

Link to comment
Share on other sites

Nel caso straordinario, e precisamente parlando del tuo, io direi:

 

Premesso che se dici così vuol dire che è una signora chitarra e che se provata con la tua amplificazione fa impallidire le chitarre che già possiedi (o comunque potrebbe divenire un complemento essenziale al tuo parco chitarre) e ti fa vibrare dentro....... se l'apetto economico è sostenibile seppur con qualche sforzo..... prendila o te ne chiamerai pentito per sempre!

Link to comment
Share on other sites

Le cose però si complicano assai quando la situazione è straordinaria; e ci si riferisce a chitarre che suonano come se ne incontrano una, due, al massimo tre in una vita.

 

Beh, certo che se il livello è addirittura questo che dici e se nel tuo set non può mancare una strato .. c'è veramente da riflettere.

 

Del resto quella lì può piacere o meno, si capisce, ma non è che sia uno strumento imbarazzante da suonare in giro, non so se mi spiego.

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo e per fortuna anche l' occhio vuole la sua parte...

Credo che per quanto possa suonare bene se esteticamente non ti convince non ne sarai mai soddisfatto del tutto.

Butto lì un' idea abominevole: se c' è l' eventualità di non rivenderla più, perchè non farla de-reliccare ( come dicono i livornesi [biggrin] ) da un liutaio coi controcosiddetti?

Link to comment
Share on other sites

Butto lì un' idea abominevole: se c' è l' eventualità di non rivenderla più, perchè non farla de-reliccare ( come dicono i livornesi [biggrin] ) da un liutaio coi controcosiddetti?

Se decidessi di prendere quella chitarra e quindi di suonare per sempre con gli occhiali scuri, il primo liutaio che dovesse manifestare una tale intenzione verrebbe a sua volta "reliccato" [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

2517139_1334665201.jpg

 

...come mi ci son trovato bene e di come suona!!!

Non mi piace esteticamente per via del pesantissimo relic...

.... non sarebbe nemmeno rivendibile.....

 

Vàrda, ti dico la verità della mia testa. Si parla di quanto conta l'estetica. Giuro che io questa qua, se me la trovo davanti, la scarto direttamente, non la prendo neanche in mano, non per la reliccatura ma per come finisce in cima quella paletta...

Link to comment
Share on other sites

Giuro che io questa qua, se me la trovo davanti, la scarto direttamente, non la prendo neanche in mano, non per la reliccatura ma per come finisce in cima quella paletta...

...ma come? Quella paletta è geniale: rende obsoleta qualsiasi custodia e permette di dimenticare i supporti.

Basta appendere la chitarra direttamente sull'appendiabiti [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.


×
×
  • Create New...