Jump to content
Gibson Brands Forums
Sign in to follow this  
Prince Malagant

[Prince Malagant] - La mia strumentazione

Recommended Posts

..vai di '57 B)

L'obiettivo era quello, infatti :)

ho notato anche che nella prima foto (di gruppo) dove si vede la custom il pickup centrale e montato inverso con i poli verso il ponte....ma nelle ultime due foto è girato nella canonica posizione con i poli al manico...ci hai smanettato un po'? :-k

Sì, ho provato un po di configurazioni con quei 480/489, addirittura il 498 in centrale, nonchè un breve periodo con i P98 ( suonava pressochè uguale [biggrin] ) , ma alla fine è tornata com'era, con i PU in posizione canonica

in ultimo, se posso, la scelta del ponte ABR sulla standard '89...ti trovi meglio?

Quella Standard aveva già l'ABR, quello che ho fatto e mettere le reflectors e i pointers, per il resto non ci ho cambiato una sola vite. Posso invece dire che mettendo l'ABR sulla LPC la differenza in positivo l'ho trovata abbastanza evidente.

ps\ si si, sono pignolo 8-[

Guai se così non fosse, tra l'altro mi piace parlarne perchè su quella chitarra ci ho lavorato abbastanza e di esperimenti ne ho fatti parecchi, cosa che su altra roba probabilmente non avrei mai fatto

ps2\ +1 anche per il cubetto Roland ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

..ma, l'hai per caso comprata usata la standard '89..? ..perchè, come sai, dovrebbe montare un T.O.M. Nashville si serie....

No, sono tutte nuove. Le sole che ho comprato usate sono le due Brian ( Moore e May ).

La Standard è ( a parte quelle due robette estetiche ) esattamente com'è uscita dal negozio.

Però posso dire che una cosa c'è, in effetti. E' una chitarra 'americana'.

Ovvero. Glassmaster, in via Rossini a Torino, ogni tanto faceva 'arrivare' delle Gib senza passare dal via ( importatore ), direttamente, non so se mi spiego.

Sia lei che la HRF ( anche quella presa lì ) erano quindi destinate al mercato USA interno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, sono tutte nuove. Le uniche due usate sono le due Brian ( Moore e May ).

La Standard è esattamente ( a parte quelle due robette estetiche ) esattamente com'è uscita dal negozio.

Però posso dire che una cosa c'è, in effetti. E' una chitarra 'americana'.

Mi spiego. Glassmaster, in via Rossini a Torino, ogni tanto faceva 'arrivare' delle Gib senza passare dal via ( importatore ), direttamente, non so se mi spiego.

Sia quella che la HRF ( anche quella presa lì ) erano quindi destinate al mercato USA interno.

 

..uhmmm, una stranezza....potrebbe essere il solito discorso dei pezzi "recuperati" dal fondo della scatola in fase di assemblaggio...è capitato quello...cmq è l'eccezione che conferma la regola....non mi risulta che le standard (di serie) per il mercato americano montassero comunque l'ABR di serie...

 

una curiosità...su quella STD 89 se non ricordo male hai una coppia di HB "the original" (come si potevano giustamente trovare fra l'88 e il '90) ...come li trovi, a dispetto magari dei numerosi "detrattori" di quei pickup?

Share this post


Link to post
Share on other sites

..uhmmm, una stranezza....potrebbe essere il solito discorso dei pezzi "recuperati" dal fondo della scatola in fase di assemblaggio...è capitato quello...cmq è l'eccezione che conferma la regola....non mi risulta che le standard per il mercato americano montassero comunque l'ABR di serie...

Neanche a me, hai ragione. Altra cosa: le meccaniche e l'ABR sono nickel, mentre TP e cover PU sono chrome. Sembrerebbe un tentativo abbozzato di Reissue, anche se ha ancora il binding largo alla spalla mancante ... buh

una curiosità...su quella STD 89 se non ricordo male hai una coppia di HB the original (come si potevano giustamente trovare fra l'88 e il '90) ...come li trovi, a dispetto magari dei numerosi "detrattori" di quei pickup?

Guarda, io che fossero quelli l'ho scoperto neanche tanto tempo fa perchè parlandone qui mi era venuta la curiosità ( ignoro tutt'ora cosa montino la 347 e la HRF ) e ho sollevato quello al manico per vedere di cosa si trattasse. Il mio parere è che siano ottimi, cattivissimi, molto definiti. Tutt'altra cosa di come li ho sentiti descrivere in giro ( ma forse solo qui in Italia, mi pare che negli US non siano così disprezzati ). In breve, non mi ero mai posto il problema di sapere che PU fossero montati, perchè non ce n'era motivo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh diciamo che insieme alla 'Strato 61' è uscita dal mio personale Custom Shop [biggrin]

CIOE' sono quasi 2 ANNI che io sono convinto che quella e' una LPC R7 3pu, invece e' una Made by Gianni ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

...lungi da me sminuire l'egregio lavoro di Prince Malagant...ma si vede lontano un kilometro che quella non è una Gibson originale....... e penso che lo stesso Gianni lo ammetta..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh diciamo che non essendo il grandissimo Mauro, ne tantomeno un liutaio, ma un semplice bricoleur pasticcione, da una base sono dovuto partire per entrambe, buona il più possibile, per poi migliorarla il più possibile.

Per quanto riguarda la LPC p.es. non c'è comunque un solo particolare, vite o componente che abbia montato che non sia Gibson.

0807220008.JPG

Per lo Switchcraft dorato in versione 3 PU son stati pifferi: è pressochè introvabile ed ho dovuto prenderne due facendo poi il mix fra loro ( uno normale dorato e uno 3PU cromo, scambiandone poi le contattiere ).

0806090003.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

..no no Gianni, non fraintendiamoci...complimenti ancora per il tuo lavoro e la dedizione che sicuramente ci avrai messo =D>

 

la chitarra ricalca le principali peculiarità della custom '57 3 pickup... ovviamente però i limiti della "base" su cui hai lavorato non potevano essere superati se non stravolgendo completamente lo strumento....

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'avevo trovata a Verona.

Provenienza ignota ( però arrivavano con l'imballo Epiphone, curioso ).

Mogano, top in acero, la tastiera in palissandro l'ho scurita io a olio anche se era già abbastanza scura di suo.

Peso finita intorno ai 4,95 se non ricordo male.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Urca Gianni, questa proprio non me la ricordavo!.. In tal caso complimentoni per il lavoro [thumbup] [thumbup]

Avevo letto che ci avevi lavorato un sacco, ma non pensavo ad un lavoro così radicale [woot]

 

PS: lasciatelo dire, la strato natural col battipenna nero è la fine del mondo [drool] quella col battipenna bianco invece assomiglia molto a quella '72 originale presa in prestito dal gestore dell'agriturismo in cui suonai un paio di mesi fa [smile]

 

La ES347 che dire.... magnifica ed opulente!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni gran bella roba, ma già lo sapevo! Anch'io ho un debole per le semiacustiche e le tue ES sono tra le più belle del forum (insieme a quella 345 del Georg che ogni tanto vado a riguardarmela per lustrarmi gli occhi).

Quello che volevo dire però è che con le tue foto riusciresti a fare sembrare una fuoriserie pure la mia Danelectro da 200 euri!!!

 

Edit: dimenticavo la 335 del Postino che è un'altra di quelle che mi fanno impazzire!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh diciamo che insieme alla 'Strato 61' è uscita dal mio personale Custom Shop [biggrin]

 

 

... urca... a vedere così la foto in mezzo a tutte le altre non me n'ero mica accorto!!!! Che fesso [lol]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni, candalòstia, ti diverti ah? Hahaha! Quasi quasi lo dico a tutti che la tua 347 è una baracca quasi come la Cornetti bianca a tre picàp col manico della Castòm dell'Alnico (risata satanica hahaha!) [lol]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azz, che bellezze Gianni!

 

Ma il TP6 sulla Es quando ce l'hai schiaffato?

 

Eh, quello lo so anch'io. Sta di serie. Di quella là io so tutto, fuorchè come portarmela a casa ziobilly [biggrin]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni, candalòstia, ti diverti ah? Hahaha! Quasi quasi lo dico a tutti che la tua 347 è una baracca quasi come la Cornetti bianca a tre picàp col manico della Castòm dell'Alnico (risata satanica hahaha!) [lol]

Eh lo so, l'unico problema di quella lì è che oltre ad essere una gran chitarra, è anche una 'grande chitarra' ... non so se mi spiego :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh, quello lo so anch'io. Sta di serie. Di quella là io so tutto, fuorchè come portarmela a casa ziobilly [biggrin]

 

Buahaha, questa si che è bella [lol]

 

Grazie per la risposta! Non sapevo che montassero il TP6 su quelle ES [thumbup]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che gli strumenti in se io rimango sempre esterrefatto dalle foto di Gianni, mi pare di averle a 30 cm per davvero quelle chitarre. Chapeau [thumbup]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...