Jump to content
Gibson Brands Forums

iso85

Members
  • Content Count

    1,664
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by iso85

  1. Bada bellino il pesce tropicale!! [biggrin] Con quello che ci fai? Comunque io ho gli stessi condensatori, costano il giusto e suonano benerrimo!! [thumbup]
  2. We Massi!!! Bell'attrezzo, molto particolare!! Compliments!!! [thumbup]
  3. Uhm, avrei 3 nomi: 1) Luca Rossi: a Pisa, zona Lungarni in una traversa dietro la Chiesa della Spina, in ZTL, lo conosco di persona, fa prezzi onesti e lavora bene, bisogna stargli un po' dietro perchè sennò a tempi un po' lunghi, se non vuoi spendere molto è un'ottima soluzione; 2) Marco Caroti: fuori Ponsacco, ci arrivi benino dalla FI-PI-LI, ne ho sentito solo parlare, mi dicono che è molto bravo avendo passato diversi anni con Pistolesi, a livello di prezzi non so; 3) De Iaco: fuori Firenze, ho provato una Strato ritastata, rettificata e setuppata da lui, una roba da 10 in pagella, corde 0.11 ma la chitarra era molto più morbida della mia con le 0.10, setup micidiale, a quel che ho capito però non è per niente economico;
  4. Ecco infatti!!! Per qualunque cosa (a maggior ragione sui tasti) non andare da lui! [biggrin]
  5. Ciao, Toscana dove di preciso??
  6. 1) direi Music Zoo, è quello che di Les Paul ne ha di più, serie speciali e fatte esclusivamente per loro incluse, però è caruccio ed è a Roslyn che è abbastanza distante dal "centro", ci vuole il taxi, più in centro non disdegnerei Sam Ash; 2) ce ne sono 2 versioni la rossa e la bianca più quello più nuovo senza switch Fat (quello rivestito in pelle non lo ricordo), la differenza principale è che la rossa era pensata per essere posizionata orizzontalmente avendo input e output sul lato lungo, i componenti sono saldati a mano su pc, poi bisogna vedere uno per handmade cosa intende però non è in SMD se è questo che intendi, suona pure bene;
  7. Veramente bella, il prezzo è non ci sta per niente però,è un po' difficile da "prezzare" ma in America ultimamente queste le vendono sui 5000$, direi che saremmo più sui 5000€, ammesso di prenderli ovviamente! [thumbup]
  8. Effettivamente è strana 'sta cosa dato che Way Huge è da anni di proprietà di Dunlop, teoricamente dovrebbe essere molto diffusa e invece no, vai a capire, oltretutto sono bei pedali!
  9. 1) Way Huge Green Rhyno: nuovo costa qualcosa in più di 100, usato se lo trovi sicuramente meno, suona gran bene; 2) Boss Dlues Driver mod Monte Allums: moddato diventa fantastico anche se sempre un po' fuzzoso con il gain a manetta, usato siamo pientamente in budget e merita; Mano a mano che mi vengono in mente ti scrivo altra roba
  10. Beh la Goldtop del '57-'58 ha sicuramente altre quotazione rispetto alle burst originali, diciamo nell'ordine fra 1/3 e 1/2, per quanto riguarda le parti sicuramente conviene venderle a parte, perchè sono le stesse dell burst. Sapete qual'è il "pezzo" più costoso di una burst o di una goldtop? Voi direte: "facile, i Paf"..... no, non è così, i rins sono i pezzi più costosi seguiti dal pickguard, ammesso che siano cream ovviamente, un set di rings M-69 viene valutato sull'usato 12k-15k dollari, mentre il battipenna sui 10k (e a trovarne in giro a vendere), assurdo no? Prendiamo i rings cream.... sono stati costruiti solo nel quadriennio 57-60 ed esclusivamente per Les Paul (a differenza per dire di paf, tuners etcetc. che invece erano presenti anche su altre chitarre), venivano costruiti con il famigerato CAB (cellulose acetate butyrate) che è una plastica veramente poco resistente, quindi oltre al fatto che ne siano stati costruiti pochi molti si sono disintegrati, incrinati e segnati vistosamente col tempo, riducendo così il numero di ricambi disponibili, essendo le burst chitarre così costose se uno vuole il ricambio deve sganciare quella somma, da lì ecco perchè è più conveniente vendere la Goldtop con plastiche nere (che invece hanno quotazioni notevolmente più basse dato che venivano prodotte anche per altre chitarre) e le plastiche originali a parte!
  11. Molto, ma veramente molto di più.... [unsure]
  12. Quell'ampli è un capolavoro.... detto da uno a cui il suono Matchless non piace in linea di massima! Peccato che pesi come un trattore....
  13. Ciao, per quale ampli la useresti?
  14. Giulio, meglio che non vai a vedere cosa costa un set di rings M-69 crema del periodo 57-60....... [crying]
  15. I segni vistosi fra pot volume ponte e tono ponte sono normali segni di checking, profondi ed evidenti ma decisamente usuali, sono comuni anche su molte altre burst e sono così anche sull'originale! [thumbup]
  16. Porca t***a la Spoonful.....stai diventando ingordo di CC!! Complimenti vivissimi!!! [thumbup]
  17. Quotissimo, anche io ce l'ho e ho provato ad usarlo con diverse cuffie (anche di buona qualità), a quel punto secondo me ha anche poco senso utilizzare un ampli ed è meglio virare su un software, i risultati sono comparabili!
  18. Un altro a quei livelli è Venturini: http://www.venturiniguitars.com/
  19. L'Aquavibe è un pedale bellissimo, l'ho omesso prima perchè non è un derivato diretto dell'Univibe (come sono la maggior parte dei Vibe in circolazione) ma una cosa un po' a sè stante con un suono suo, effettivamente colora di più dove un classico Uni è bello trasparente, è molto liquido e un po' invadente dove l'Uni è invece molto morbido, però è un pedalone, molto versatile per essere un vibe (il controllo Center fa veramente tanto), dimensioni contenute e alimentazione a 9v (anche se puppa un bel po' di mA, se lo trovi a 200€ è preso bene e se ti piace come suona non esitare, è un pedale veramente bello! Per aggiungere altra carne al fuoco, se hai voglia di aspettare ci sarebbe pure il Moon Vibe di Electric Orange, lo fanno in Repubblica Ceca, però ha 8 mesi di lista d'attesa e costa 230€ più sped, eccolo:
  20. Ciao Matteo, allora il Roger Mayer lo escluderei pure io, a parte che costa una cifra non indifferente. è bello e molto trasparente, ma è enorme, ha fin troppi controlli e se perdi il settaggio poi auguri a ritrovare lo stesso, sembra una cavolata ma quel pedale lì è molto sensibile e deve essere studiato e regolato per bene; compensa con il fatto che suona bene e che ha un tremolo incredibilmente bello. Per quanto riguarda il Mojo e il Deja..... no non ho abuto il Mojo anche se l'ho provato diverse volte ma ho avuto l'Ultra Vibe II, che è un'altra cosa, il Mojo ha come pro le dimensioni ridotte e il fatto che si alimenti a 9v, come suona.... sinceramente a me non piace, è un po' duro come modulazione per essere un vibe e non profondissimo, per me è un pedale che costa molto e offre il giusto, di Deja Vibe è stupendo quello oro che si alimenta direttamente in rete, quello merita davvero, la versione bianca a 18v (sempre grande come box) l'ho provata molto tempo fa e sinceramente la ricordo poco, ho un buon ricordo comunque, fra i due sceglierei il Deja. Se posso consigliarti un'altra soluzione su quella fascia di prezzo ci sarebbe l'Mjm Sixties Vibe, versione grande, è enorme ma suona benissimo!
  21. Molto bravi Roger, complimenti, il cantante poi ci sta' dentro alla grande!! [thumbup]
  22. Sì Giulio, è proprio lei, ho verificato il seriale con le foto che avevo! [thumbup]
×
×
  • Create New...