Jump to content
Gibson Brands Forums

Buffer, questo sconosciuto


roger964

Recommended Posts

Ho preferito aprire un topic a se', perche' piu' che parlare di un pedale specifico, vorrei un po' di lumi su questa specifica categoria. Da quello che ho capito, un buffer non fa altro che abbassare l'impedenza del segnale della chitarra, permettendogli in questo modo di rimanere maggiormente integro lungo il percorso fatto di resistenze ed impedenze varie, cioe' la catena dei pedali ( se ho detto ca..te, ogni chiarificazione e' ben accetta).

 

Ho letto in rete che costruire un buffer e' abbastanza semplice, e da qui' ho nuovamente letto le solite questioni riguardo la presunta differenza tra il self-made ed i prodotti in vendita.

 

Qual'e' la vostra esperienza con il prodotto in questione? Lo avete, lo usate?

 

Il mio problema e che non riesco a capire se ne ho bisogno o meno!!! Il mio suono e' belli corposo, pieno, non e' spompo, carente di medio alte o chissa' cosa e non sento l'esigenza di altro; come sarebbe con un buffer ad inizio catena?!

 

Altra questione: un booster avrebbe lo stesso effetto, oppure come ho capito io non farebbe altro che boostare un segnale degradato???

 

Insomma, e' davvero utile questo buffer??

Link to comment
Share on other sites

è semplice capire se ti serve o meno, basta fare la prova del 9: collega la tua chitarra direttamente all'ampli, senza pedali. Suona qualche secondo e poi ripeti la stessa operazione con tutto l'ambaradan di pedalini ma senza attivarne nessuno. Se il segnale è diverso (molto spesso si perdono un po' di frequenze alte) allora, forse, hai bisogno di un buffer.

Link to comment
Share on other sites

Allora Roger sostanzialmente hai ragione, il buffer abbasa l'impedenza del segnale in uscita dalla chitarra purchè essa sia munita di pickup passivi, inoltre introduce un'alta impedenza d'ingresso in un "punto" selezionata, in quanto è dimostrata che un impedenza d'ingresso bassa genera un calo di segnale, in particolar modo un taglio più o meno evidente delle alte frequenze, cali che diventano maggiormente significativi mano a mano che si allunga la catena di effetti.

Ti serve un buffer? Fai la prova che consiglia RandyR che è ciò che bisogna fare, e integrala mettendo in catena un pedale per volta cercando di memorizzare i risultati che magari un unità causa effetti peggiori di un'altra.

E' un circuito semplice? Sì, non sono sicuramente un esperto ma ho visto il circuito del mio e ciò mi è stato confermato da un esperto del settore, immagino che con un buono schema e una buona conoscenza e manualità si possa costruire senza problemi.

Un Buffer è un booster? No, il booster aumenta il volume del segnale cercando di mantenerlo il più trasparente possibile. Esistono però booster che fungono anche da buffer e il contrario d'altronde.

Che benefici mi ha portato? Diversi e decisamente udibili, io ne ho 2 in catena, ed ho notato:

- leggerissimo aumento di volume;

- meno rumori di fondo, specialmente con accordatore attivo;

- un evidente e maggiore preseza di frequenze nella banda alta;

- un suono più trasparente;

Serve? Per me sì, per te non è detto! [thumbup]

Link to comment
Share on other sites

... quoto iso... sarebbe inoltre utile capire quanti pedali hai in catena e se sono TBP oppure no...

 

... io personalmente da quando ho messo il buffer all'inizio della catena ho potuto percepire dei miglioramenti sensibili (in primis maggiore "brillantezza" del suono), ma c'è anche da dire che i pedali in catena nel mio caso sono assai... avendone solo, chessò, 3 o 4 tutti TBP potrebbe non essere necessario mettere il buffer... in ogni caso vale sempre la prova dell'orecchio!!!! [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

Grazie per le dritte; la prova l'avevo gia' fatta tempo fa per verificare l'assorbimento del segnale, in quanto prima di entrare nell'ampli, la chitarra passa per l'armonizzatore della voce (sono l'unico cantante del gruppo, e nei cori e' una mano santa) e gia' avevo verificato che se c'e' una perdita, e' veramente minima, se non irrilevante, tutti gli altri effetti sono nel loop. Tu ne usi addirittura 2, suppongo un subito dopo la chitarra ed uno alla fine, giusto? Quale usi? Ho sentito parlare bene della blackbox masotti. Per il loop non serve, giusto?

Link to comment
Share on other sites

…o prendere un pedale con il buffer e metterlo ad inizio catena… mah elric prende lo schioppo e mi impallina le chiappe.

Ebbene si, dopo piu' attente prove ho visto (e sentito) che l' Optical messo prima del Poly fa funzionare meglio tutto.

A mia discolpa, pero', ti dico che tra la prima prova e la seconda… ho cablato con il mogami ed i 228 (me ne manca ancora qualcuno e lo sto aspettando dalla tedeschia) e quel cavo andrebbe imposto per legge ;)

Link to comment
Share on other sites

@roger: ne uso uno come primo pedale della catena nel loop effetti, questo perchè quando utilizzavo il loop bypassato suonava diverso da quando suonavo con il loop attivo e tutti i pedali spenti, in generale però ogni ampli dovrebbe avere un dispositivo che abbassa l'impedenza del segnale in uscita dal loop effetti, il problema è che ho un pedale nella catena del loop effetti che non bypassa completamente il segnale, fatto sta che anche lì la differenza si sente;

 

@giulio: ah sì eh? Ti piace l'Optical come primo pedale eh??? [biggrin]

Scherzi a parte, ottimo cavo il Mogami con i pancake switchcraft! [thumbup]

Link to comment
Share on other sites

… elric prende lo schioppo e mi impallina le chiappe.

 

 

 

... ma figurati!!! [biggrin]

 

... comunque confermo che usare cavi di qualità è la prima cosa per evitare perdite di segnale!!!! [thumbup]

 

 

P.S. quoto ISO quanto all'ottima qualità del buffer Costalab!!!

Link to comment
Share on other sites

Esatto, dovrebbe un "effetto" in grado di intercettare il segnale audio leggermente fuori e stondartelo per farlo arrivare "in pitch". Spesso dà però alla voce un risultato "finto" come dice Roger, ascolta "believe" di Cher per farti un'idea.

Ce l'ha da qualche parte il mio D-voice ma non lo uso mai.

 

Dopodiché, immagino anche ne esistano varie "versioni" e i prodotti professionali, se usati con maestria credo possano offrire un ritorno di resa più che accettabile. Boh.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...