Jump to content
Gibson Brands Forums

Aiuto: si tratta di una LP Studio GEM modificata?


Smit

Recommended Posts

Un saluto a tutti,

ho appena postato un messaggio nella sezione Les Paul (http://forum.gibson.com/index.php?/topic/113862-is-this-a-modified-lp-studio-gem/page__pid__1538832) per chiedere un parere in merito alla chitarra che ho acquistato da poco.

 

Il numero di serie direbbe che si tratta di una Gibson fabbricata a Nashville nel 1996 ed il Customer Service conferma che il manico è quello di una LP Studio Gem Series Ruby, ma il body non ha le caratteristiche di quel modello.

Io credo sia stata modificata: guardando in controluce si intravede il segno dell'alloggiamento del selettore che è stato chiuso prima di tagliare la spalla.

 

Voi che ne pensate? Se guardate il thread che ho indicato potete vedere le foto della chitarra.

 

Grazie, Smit

Link to comment
Share on other sites

Confermo la chitarra è modificata nel body nella parte superiore, le GEM erano una serie speciale di LP studio con P90 con colori pastello metallizzato oppure tinta unita mi pare vi fosse solo una tobacco burts, ho un amico/conoscente che ne ha 2.

 

Il body se fosse il suo (secondo me lo è altrimenti non si spiega il motivo dello switch spostato in basso al posto di un tono) è pesantemente modificato col taglio della spalla superiore, riverniciato, e aggiunta del binding che di solito è ben più spesso sulle Gibson.

 

Saluti.

Link to comment
Share on other sites

Mink..se è di quelle che aveva i p90, il colore tipo pietra preziosa (blu zaffiro, rosso rubino..) e niente binding..alla faccia della modifica!

 

Certo che, se l'hanno riverniciata, almeno il back del manico potevano tirarlo in cherry, anziché fare sunburst il top e lasciare il resto blu scuro... [cursing]

Link to comment
Share on other sites

Mink..se è di quelle che aveva i p90, il colore tipo pietra preziosa (blu zaffiro, rosso rubino..) e niente binding..alla faccia della modifica!

 

Certo che, se l'hanno riverniciata, almeno il back del manico potevano tirarlo in cherry, anziché fare sunburst il top e lasciare il resto blu scuro... [cursing]

 

Anche io ho detto "Mink"...credo che valga di più la modifica che la chitarra!!! In fin dei conti le Studio GEM, pur essendo state prodotte solo dal '96 al '98, non hanno tutto questo valore.

In ogni caso il back del manico e del corpo è nero, colore originale del manico e della paletta (scelta obbligata per non dover cancellare la scritta "GEM SERIES Ruby" credo). Forse in foto sembra blu perché ho scattato la foto con la chitarra appoggiata nella custodia che ha l'interno blu.

 

 

Dalla foto (poi magari no) sembrerebbe che anche il corno superiore non sia proprio perfetto di ellisse come ii fratello sotto. Comunque niente male a vederla così. Non mi dispiace proprio B)

 

Ho notato anche io che il taglio superiore non è esattamente uguale a quello inferiore. Può darsi che sia stato difficile tagliare in quel punto visto che c'era l'alloggiamento del selettore dei pickup. In ogni caso è un dettaglio che si nota più in foto che dal vivo.

 

Anche a me la chitarra non dispiace, adesso sto cercando di risalire al liutaio che ha fatto la modifica.

Il lavoro è fatto molto bene, e non credo siano in molti ad essere in grado di farlo soprattutto su una chitarra che ha di per se un suo valore.

Ho provato a contattare Tomassone di Bologna che aveva eseguito un lavoro simile ad inizio anni '70 sulla Gold Top del '68 di Paolo Tofani degli Area.

 

Un saluto, Smit

Link to comment
Share on other sites

Un lavoro del genere su una chitarra svaluta moltissimo.

Tieni conto che per coprire il vano del selettore devono aver fatto un rattoppo mica da poco.

Se quella è la forma che cerco e non voglio buttarmi su SG di sicuro non rovino l'originalità di uno strumento, anche se gem series, piuttosto mi prendo una Longhorn e mi metto il cuore in pace

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...