Jump to content
Gibson Brands Forums

Info Gibson Les Paul Custom 2010


Recommended Posts

 

Il problema semmai si pone in questi termini con un esperimento empirico: prendete una SG normale ed una SG "raw power"(costruita totalmente in acero)' date=' metteteci sopra lo [b']stesso[/b] set di pickups(non due set dello stesso tipo, proprio lo stesso...), fatela settare professionalmente da un liutaio e con due set di corde identiche e quantificate la differenza.

 

Su questo non posso espormi più di tanto perchè non ho mai fatto una prova simile, ma tempo fa provai una SG di liuteria (ne avevo anche già parlato) competamente in acero con due bei P90 della fralin...minkia se mordeva quella chitarra un saund veramente particolare che ricordava sotto certi versi la mia SG con i P90, ma quella in particolare aveva un ruggito aggiunto, un non so chè di cruncoso, oserei dire una evoluzione timbrica quasi fenderiana

Link to post
Share on other sites
  • Replies 55
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Lo hai detto tu' date=' lo sborone di turno, mica uno che sapeva le robe...

 

 

[b']Qua c'è una persona che non conosco personalmente ma dice di suonare la chitarra, ne ha molte e ha potuto sperimentare ciò che asserisce.[/b] Abbiamo uno studioso, ingegnere, xilologo e tutto il resto (tal Pearly)) che ha già tirato giù fiumi di spiegazioni su questo argomento per averle studiate e sperimentate. Poi altri, con le loro esperienze e conoscenze. E in coda, dopo tutti, mi ci metto anch'io, tal nessuno, ma per i miei trentasei anni che tiro intorno chitarre la suggestione (ma di che?) non la prendo neanche in considerazione. Le differenze le senti con le orecchie, ma se vuoi tenerti le tue idee nessuno te le vuole togliere, attento però, chiediti se per caso non sia tu a essere stato suggestionato...[bored]

 

 

Scusami , non vorrei essere brusco ed immagino che la notizia ti turberà , ma io in realta non esisto, sono un parto della tua immaginazione 8-[

Link to post
Share on other sites
Scusami ' date=' non vorrei essere brusco ed immagino che la notizia ti turberà , ma [b']io in realta non esisto, sono un parto della tua immaginazione[/b] 8-[

Mink è ciò che ha detto quella che pensavo fosse la mia fidanzata sdraiata sul letto....ma...ma...ma come? [bored]

 

Fiat lux!

Link to post
Share on other sites
Chiaro che ponti pesanti' date=' sellette in nylon e quant'altro enfatizzano questo comportamento deleterio.

[/quote']

 

E come mai allora nei magnifici 70's era tutto un fiorire di ponti e piastre in ottone(Santana e Yamaha SG docent) per "aumentare il sustain"?

Link to post
Share on other sites
Su questo non posso espormi più di tanto perchè non ho mai fatto una prova simile' date=' ma tempo fa provai una SG di liuteria (ne avevo anche già parlato) competamente in acero con due bei P90 della fralin...***** se mordeva quella chitarra un saund veramente particolare che ricordava sotto certi versi la mia SG con i P90, ma quella in particolare aveva un ruggito aggiunto, un non so chè di cruncoso, oserei dire una evoluzione timbrica quasi fenderiana

[/quote']

 

Ed alla luce di queste considerazioni potevi sostenere che la timbrica di quella chitarra fosse completamente diversa da quella di un SG normale con P90? O forse si trattava più verosimilmente di una sfumatura, di un qualcosa verificabile ma sottile(anche considerando la differenza dei pickups).

Link to post
Share on other sites
Le differenze le senti con le orecchie' date=' ma se vuoi tenerti le tue idee nessuno te le vuole togliere, attento però, chiediti se per caso non sia tu a essere stato suggestionato...[biggrin']

 

Ma qui mica siamo a negare le differenze, stiamo solamente a cercare di derimere a cosa siano dovute tali differenze.

 

A costo di ripetermi: esistono chitarre fatte bene e fatte male, indipendentemente dal tipo di materiale, dalla provenienza e dalle tecniche costruttive. Ed un cambio di pickups ed un setup "ammodino" riesce a stravolgere il carattere dello strumento più che avere un invecchiamento del legno di 4 o 5 anni in più o meno(senza nulla togliere ai bellissimi pezzi di Pearly che rientrano in un'altra categoria), specialmente se prendiamo in esame gli strumenti di produzione regolare costruiti negli ultimi lustri(che sono TUTTI di legno - purtroppo - kiln dried)

 

Altrimenti, se la differenza fosse tutta nelle essenze, ogni Epiphone costruita in n-pezzi di legno figlio di nn e con abbondante uso di colla(smontare una '59 Tribute please) dovrà inevitabilmente suonare male, mentre ogni Gibson costruita in legno pieno bene, e sappiamo tutti che non è così...

Link to post
Share on other sites
Scusami ' date=' non vorrei essere brusco ed immagino che la notizia ti turberà , ma io in realta non esisto, sono un parto della tua immaginazione 8-[ [/quote']

[crying] Ha ha! E come no! Ziobbilly, se è per quello anch'io, certe sere a casa mia, non esisto... E quel tipo che i miei familiari credono di vedere o di parlarci assieme davanti al monitor o sulla chitarra senza ricevere risposta, in realtà è la proiezione di un ologramma...[biggrin]

 

Ma qui mica siamo a negare le differenze' date=' stiamo solamente a cercare di derimere a [i']cosa[/i] siano dovute tali differenze.

 

A Mat, echeccefrèga di tutti sti ragionamenti sul perchè e 'l percome detti e ridetti, da noi c'è una canzone che dice: le discussioni fanno annoiar, a noi ci piace bere e mangiar...Spengo il cervello e accendo l'ampli, e se vuoi qua sul mixer c'è una presa jack anche per te musik08.gif[biggrin]

Link to post
Share on other sites
Ma qui mica siamo a negare le differenze' date=' stiamo solamente a cercare di derimere a [i']cosa[/i] siano dovute tali differenze.

 

A costo di ripetermi: esistono chitarre fatte bene e fatte male, indipendentemente dal tipo di materiale, dalla provenienza e dalle tecniche costruttive. Ed un cambio di pickups ed un setup "ammodino" riesce a stravolgere il carattere dello strumento più che avere un invecchiamento del legno di 4 o 5 anni in più o meno(senza nulla togliere ai bellissimi pezzi di Pearly che rientrano in un'altra categoria), specialmente se prendiamo in esame gli strumenti di produzione regolare costruiti negli ultimi lustri(che sono TUTTI di legno - purtroppo - kiln dried)

 

Altrimenti, se la differenza fosse tutta nelle essenze, ogni Epiphone costruita in n-pezzi di legno figlio di nn e con abbondante uso di colla(smontare una '59 Tribute please) dovrà inevitabilmente suonare male, mentre ogni Gibson costruita in legno pieno bene, e sappiamo tutti che non è così...

 

 

Straquoto!

 

La chitarra la fa il legno, ma i PU ed il setup sono almeno il restante 40%.

Link to post
Share on other sites
E come mai allora nei magnifici 70's era tutto un fiorire di ponti e piastre in ottone(Santana e Yamaha SG docent) per "aumentare il sustain"?

Un conto è la piastra di ottone sulla quale poggia il ponte, un altro un ponte pesante.

Io non sostituirei un ABR1 con un Harmonica Bridge per aumentare il sustain, per intenderci, semmai il contrario.

Link to post
Share on other sites
Un conto è la piastra di ottone sulla quale poggia il ponte' date=' un altro un ponte pesante.

Io non sostituirei un ABR1 con un Harmonica Bridge per aumentare il sustain, per intenderci, semmai il contrario.

[/quote']

Infatti l'ottone non è quasi più preso in considerazione su ponti e capotasti

Link to post
Share on other sites

posso aggiungere una cosa a questa interessantissima discussione? Le componenti in gioco sono cospicue, diverse e incrociate.

Fondamentale il rapporto tra legno e metallo; sono due materiali che si "influenzano" vicendevolmente.

Il metallo è quanto di più instabile esista in natura; il legno molto meno.

Link to post
Share on other sites
Infatti l'ottone non è quasi più preso in considerazione su ponti e capotasti

perchè gli ossidi e le solfurazioni prodotti dall'ottone a contatto con l'aria (le famose macchie scure che tende a produrre nel tempo) sono fenomeni disgregativi della patina, vere e proprie alterazioni strutturali che ne impoveriscono la tensione superficiale e la massa interna.

L'ideale sarebbe il ferro, ma se posto all'interno non è ben tollerato dal legno, oppure l'acciaio, ma pesa troppo ....

le leghe possono condurre a buoni risultati per implementare il sustain o la brillantezza del suono, MA SOLO su determinati legni (essenze a media densità), ovViamente SECCHI al naturale, non invecchiati artificialmente.

Link to post
Share on other sites
Guest Slash_II
perchè gli ossidi e le solfurazioni prodotti dall'ottone a cotatto con l'aria (le famose macchie scure che tende a produrre nel tempo) sono fenomeni disgreragativi della patina' date=' vere e proprie alterazioni strutturali che ne impoveriscono la tensione superficiale e la massa interna.

L'ideale sarebbe il ferro, ma se posto all'interno non è ben tollerato dal legno, oppure l'acciaio, ma pesa troppo ....

le leghe possono condurre a buoni risultati per implementare il sustain o la brillantezza del suono, MA SOLO su determinati legni, ovViamente SECCHI al naturale, non invecchiati artificialmente. [/quote']

 

ma, si può fare un TOM in legno?

Link to post
Share on other sites
Guest Slash_II
...... le batterie ACUSTICHE di una volta erano fatte in legno ..... me pare pure adesso .......????

 

era inteso come tune o' matic... comunque, se fanno le auto in legno perchè non ci si può fare un ponte per chitarra?

Link to post
Share on other sites
era inteso come tune o' matic... comunque' date=' se fanno le auto in legno perchè non ci si può fare un ponte per chitarra?[/quote']

 

se la cosa ti può interessare mia figlia riesce a fare i trenini con le craccole mdel naso, magari se le chiedo ti realizza un ponte su misura per la LP

Link to post
Share on other sites
E come mai allora nei magnifici 70's era tutto un fiorire di ponti e piastre in ottone(Santana e Yamaha SG docent) per "aumentare il sustain"?

guarda, su sta cosa potremmo discutere davvero per delle ore. Io sono un grande fan delle chitarre Yamaha - ho addirittura fatto l'endorser per loro tra la fine dei '70 e la metà degli '80, quando ero "sulla cresta dell'onda" come giovane italiko rokkettaro - e ne ho qualcuna nella mia collection.

ritengo le migliori essere la SG 2000 e la 3000; chitarre pazzesche da tutti i punti di vista, tantissimo legno, rifiniture da capogiro, ma ..... i PU erano e restano molto inferiori al livello della liuteria.

La Yamaha Sg 2000 suonava bene perchè alle spalle c'era un "copia-incolla" davvero ricco, un progetto PALINSESTO fatto COPIANDO/CLONANDO almeno altri 5 o 6 strumenti del tutto EPOCALI, scelti fra le migliori Gibson e altri coevi prodotti di fascia alta (Zemaitis, Ed Roman, Paul Gamble, Modulus, Greg Bennet quando lavorava con le scuole di liuteria di Chicago e LA, Tom Anderson, Jose Pablo di NY).

(continua)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...