Jump to content
Gibson Brands Forums

Burny SG del 1979 - Gibson SG


euge712

Recommended Posts

Ciao a tutti,

 

gironzolando su mercatino ho trovato una Burny SG Custom del 1979 che mi sta facendo sbavare...a parte le probabili differenze di suono (se comunque suonasse anche solo 1/10 rispetto alla Yamaha SG del 1978 che avevo sarebbe SPETTACOLARE), esteticamente (guardate le foto)..cosa cambia da una Gibson vera?

 

http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_gibson-sg-custom-61-resa-da-burny-1979_id2455015.html

 

Eugenio

Link to comment
Share on other sites

mah... con 950 euro ti prendi una Gibson SG vera; questa alla fine è un tarocco, magari di buona qualità ma sempre un tarocco rimane.

 

Eh beh, vera prenderei una Standard o se mi va di culo una 61'..se devo essere sincero non so se sia meglio questa o una Gibson SG Standard..stiamo pur sempre parlando di Burny!

Link to comment
Share on other sites

Eh beh, vera prenderei una Standard o se mi va di culo una 61'..se devo essere sincero non so se sia meglio questa o una Gibson SG Standard..stiamo pur sempre parlando di Burny!

 

 

...e capirai... stiamo parlando di una VECCHIA chitarra Burny, che è una azienda (fallita) che copiava Gibson, alla quale hanno taroccato la paletta per farla sembrare una Gibson, venduta alla cifra FOLLE di 950 euro... e non si capisce per quale FOLLE motivo un tarocco debba costare piu' dell'originale.

Non mi risulta invece esista qualcuno che abbia mai taroccato la paletta di una Gibson per farla sembrare una Burny, e ci sarà un motivo per questo...

 

Senza neanche pensarci due volte...

http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_gibson-sg-standard-usa-black-occasione_id2340324.html

http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_gibson-sg-standard_id2464007.html

http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_gibson-sg-standard_id2441214.html

http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_gibson-sg-reissue-61_id2464553.html

Link to comment
Share on other sites

spetta ,petta!!... a parte che come caratteristiche non è male e nemmeno come legni, che sia una copia non si scappa e di sicuro non gli darei 900 euro.

Quella è unas chitarra da 500 in condizioni originali, messa così gle li darei a fatica.

Le principali differenze sono i PU che dovrebbero essere nella migliore delle ipotesi dei Dimarzio e la tastiera che è in palissandro, quindi diciamo che come paragone andrebbe messa affianco ad una Standard e non di sicuro ad una Custom. Comunque potenzialmente (andrebbe chiaramente provata)potrebbe rivelarsi una buona base per un ottimo strumento.

Detto questo è chiaramente un prodotto contraffatto e quindi non andrebbe nemmeno presa in considerazione

Link to comment
Share on other sites

spetta ,petta!!... a parte che come caratteristiche non è male e nemmeno come legni, che sia una copia non si scappa e di sicuro non gli darei 900 euro.

Quella è unas chitarra da 500 in condizioni originali, messa così gle li darei a fatica.

Le principali differenze sono i PU che dovrebbero essere nella migliore delle ipotesi dei Dimarzio e la tastiera che è in palissandro, quindi diciamo che come paragone andrebbe messa affianco ad una Standard e non di sicuro ad una Custom. Comunque potenzialmente (andrebbe chiaramente provata)potrebbe rivelarsi una buona base per un ottimo strumento.

Detto questo è chiaramente un prodotto contraffatto e quindi non andrebbe nemmeno presa in considerazione

 

Adesso, lo dico chiaramente..io ho la Angus Young signature che grazie al forum mi sono tenuto....e adoro la SG Custom...è una copia come si è detto e logicamente non puntavo a prendergliela a 950€, anzi, a una cifra parecchio lontana da quella! E' contraffatto e ti do ragione, non lo faccio però per la scritta Gibson; però, a parte la Epiphone, che chitarra simil SG Custom posso trovare? Per ora il mercato offre questo...e, personalmente, mi affascina molto! Quella chitarra la prenderei solo per gusto estetico, come suono mi ritengo soddisfatto con ciò che ho. Io puntavo ad offrire uno scambio con la mia Epiphone Doppio Manico magari...e se ci scappa il conguaglino da parte mia. Sarebbe fuori mercato?

 

Eugenio

 

PS: ringrazio tutti i ragazzi che mi hanno risposto!! :)

Link to comment
Share on other sites

la tastiera che è in palissandro

 

Ma lo dici perchè le Burny le hanno sempre fatta solo in palissandro o perchè lo evinci dalle foto? Così, dalle foto postate non personalmente non riesco a capirlo. [mellow]

 

Comunque anche a me sembra proprio una bella chitarra. Il fatto che sia una copia non mi tange più di tanto perchè, con le mie esperienze di tronghenatòre mancino ne ho concepite, fatte e suonate abbastanza di tutti i colori, e mi sono reso conto che il più delle volte non è la marca a fare il suono o l'ineccepibilità (ziocàn sta parola mi è venuta fuori così, di getto eh) [biggrin]

Link to comment
Share on other sites

No, è perchè a me non risulta che la Burny non usasse l'ebony per le boards, e sinceramente dalla foto non sarei così sicuro che non sia ebano quello là. Gliel'ho chiesto. Vediamo che dice. B)

 

Nell'attesa ti posso dire che le Custom che ho visto di persona avevano palissandro (o roba simile) scurito e lo si vedeva perfettamente nei tasti consumati dove faceva capolino legname più chiaro....poi boh! :-k

Dalla foto invece mi sembra di vedere delle parti più chiare proprio in corrispondenza dei primi tasti

Comunque attendiamo....

Link to comment
Share on other sites

Ma da dove si vede che è (era) una Burny?

 

Beh! che era una Burny lo dice l'annuncio, che non sia una Gibson lo si vede da molte altre cose, posizione dei volumi/toni, posizione dllo switch, tasti, block inlays, verniciatura, dimensioni del body etc.etc.

Link to comment
Share on other sites

mah... con 950 euro ti prendi una Gibson SG vera; questa alla fine è un tarocco, magari di buona qualità ma sempre un tarocco rimane.

sarà pure un tarocco ma secondo molti (e famosi) sono ai livelli (e secondo alcuni anche meglio) di Gibson, e me lo disse più volte anche il caro pearly ;)

Link to comment
Share on other sites

sarà pure un tarocco ma secondo molti (e famosi) sono ai livelli (e secondo alcuni anche meglio) di Gibson, e me lo disse più volte anche il caro pearly ;)

 

 

Qualsiasi chitarra potrebbe essere a livelli ben più alti di certe Gibson, questo è indiscutibile, ma bisogna prendere in considerazione molti particolari, soprattutto delle rifiniture e della lavorazione.

potrei cannare allagrande, ma credo pearly si riferisse ad altra marca... Forse Tokai?...chiedo nè......, perchè su Burny non ho mai saputo di cose esageratamente strabilianti.

Link to comment
Share on other sites

Qualsiasi chitarra potrebbe essere a livelli ben più alti di certe Gibson, questo è indiscutibile, ma bisogna prendere in considerazione molti particolari, soprattutto delle rifiniture e della lavorazione.

potrei cannare allagrande, ma credo pearly si riferisse ad altra marca... Forse Tokai?...chiedo nè......, perchè su Burny non ho mai saputo di cose esageratamente strabilianti.

si anche Tokai, ma anche un'altra che ora mi sfugge...Ad ogni modo mi sembra che anche Robben Ford usasse una Burny negli ultimi anni nei live.. e non mi pare che sia l'ultimo dei nabbi ;)

poi dai, è chiaro che le ciofeche possono uscire ovunque, Gibson o Burny che siano

Link to comment
Share on other sites

sarà pure un tarocco ma secondo molti (e famosi) sono ai livelli (e secondo alcuni anche meglio) di Gibson, e me lo disse più volte anche il caro pearly ;)

 

Suga, mi sa tanto che non hai capito eh... io non parlavo di una Burny in generele e basta, ma di questa Burny in particolare a cui hanno manomesso la paletta e il logo per farla sembrare una Gibson, e questo a casa mia è un tarocco. [thumbdn]

Tralasciando poi il prezzo folle a cui è in vendita, a cui ripeto ci compri un originale...

 

Che poi Burny possa avere fatto anche buoni strumenti non lo metto in dubbio, ma uno strumento a cui hanno taroccato la paletta in quel modo per me è e rimane un tarocco e basta.

Link to comment
Share on other sites

Io mi ritrovo in linea con Bobbe.

Al di là del valore attribuibile alle chitarre Burny, Greco etc. mi è difficile - in generale - pensare che una vicenda come il cambiamento del logo o la ripalettatura possa risultare indifferente o addirittura un valore aggiunto per quanto riguarda la commerciabilità e la quotazione dello strumento.

Ribadisco che parlo di quotazione, non discuto il valore intrinseco, e non nego che il ragionamento "sostanzialista" di Mountain abbia il suo pregio, però dài .. se cominciamo a pagare pari al nuovo Gibson anche queste chitarre qui, allora siamo a posto!

Link to comment
Share on other sites

Ribadisco che parlo di quotazione, non discuto il valore intrinseco, e non nego che il ragionamento "sostanzialista" di Mountain abbia il suo pregio, però dài .. se cominciamo a pagare pari al nuovo Gibson anche queste chitarre qui, allora siamo a posto!

 

Guarda, domani parte la mia 355 project che ho trovato da venderla proprio lo stesso giorno che ho detto a Gianni che me la sarei tenuta, girata e riverniciata perchè troppo buona da dare via, per quanto gli ho sacranonàto sopra a costruirmela, per quel po po' di materiali strabòni a cominciare dall'ebano e dalla madreperla gold per finire a tutto il resto, e quel suono maledetto che aveva. (sono un mòna ziocan e sono due giorni che dò le testate sul muro e mi chiedo per quale cacchio di ragione mai ho pensato di venderla, e ormai mi ha pagato e non posso più tornare indietro). Comunque una 355 originale mancina a quanto la venderesti (uso il condizionale perchè di mancine non ne trovi) in buono stato? Te lo dico io, che sto guardando le destre. Sopra i duemila e passa. Io ha tirato 700 euri, giuro che non so se mi sono pagato il costo del materiale. Questa è la legge di mercato, maledetta perchè tiene più di conto al logo scritto sopra che alla qualità e al sangue sudore e lacrime lasciate sull'anima di uno strumento. Dura lex, sed lex <_<

Link to comment
Share on other sites

Eh si,

è una legge del mercato molto dura da digerire in certi casi, ricordo ancora quando volevo vendere la mia strato "project", quella sonic blue col manico d'acero fiammato, senza trovare acquirenti che mi offrissero più di quanto mi costarono solo i pick up che aveva su (difatti ce l'ho ancora).

 

Teniamo conto, però, che dietro a molti strumenti assemblati/project etc. etc. ci sono storie un po' meno "romantiche" rispetto alle creature che te medesimo hai scolpito con tanta fatica eh ..

Link to comment
Share on other sites

azz chiedo venia, non avevo visto i post precedenti in cui v'era sta roba della paletta sistemata etc... beh in quel caso son d'accordo che l'è un pò un taroccone, poi oh vale sempre il discorso di chi non si ferma alle scritte e si basa esclusivamente sulla qualità dello strumento, sul suono e sulla liuteria, anche se anche io (sicuramente sbagliando ma tant'è) non m'accatterei una chitarra riparata e/o taroccata ad un prezzo di una originale nuova

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...