Jump to content
Gibson Brands Forums

BAKED MAPLE FINGEBOARDS


Recommended Posts

Cosa mi proponi di interessante e valido a 1300 euro?

 

 

Dai, qualcosa c'è... mi vengono in mente, anche spendendo qualcosa di meno, G&L Asat, Yamaha SG1000, Music Man Axis Super Sport, per dirne alcune...

Che poi a te piaccia di piu' la LP è un altro paio di maniche... anche a me tra l'altro piace di piu' la LP, ma come qualità quelle che ti ho indicato non sono certo da meno.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 196
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Sto seriamente pensando di ritirare dal mercato la mia BB... sarò un fottuto tradizionalista ma su una LP non riesco a vedere oltre il palissandro e l'ebano.

Questo acero tostato e' stato introdotto per ovviare in parte alla scarsita' di Palissandro a seguito dei raid dei federali.... probabilmente manterranno i legni pregiati sulle custom shop e ripiegher

Secondo me un atteggiamento impopolare al giorno d'oggi è quello di rimarcare che non esiste il sacro graal, e che forse anche solo per saper riconoscere e valorizzare le qualità musicali di certi str

E Roger, tornando in topic, concordo con te che riguardo al Backed Maple mi sa che c'è tanta gente che ha dei pregiudizi solo per partito preso, senza avere provato e toccato con mano... io non avrei sinceramente problemi ad avere una chitarra con quella tastiera, se la chitarra mi aggrada.

Link to post
Share on other sites

Cosa mi proponi di interessante e valido a 1300 euro?

 

A 1300 euro ti porti a casa una Jackson USA usata (che preferisco 1000 volte come qualità e livello di chitarra ad una qualsiasi Traditional, o una Jackson MIJ tipo RR5), o una ESP o LTD Deluxe, o Ernie Ball usate (tutto in buone condizioni, s'intende) la mia Dinky da 600€ è finita meglio della Explorer Tremolo del compagno Gibsoniano di poco tempo fa (chitarra da 1200€). Le alternative basta cercarle. Chiaro, se si vuole un determinato body shape o determinate caratteristiche (o, più che altro, una determinata firma), la scelta si restringe, ma come livello qualitativo c'è anche di meglio. Con ponti dritti e binding fatti come dio comanda, per lo meno.

Link to post
Share on other sites

Ma adesso perchè questa inutile diatriba: Gibson vs resto del mondo ? [crying]

 

Non so perchè, ma ultimamente il livello di certi interventi è solo "le Gibson fanno cacare" oppure "esiste solo Gibson".

Questo francamente è un approccio che mi ricorda un certo fanatismo da "tifoso di calcio", che io personalmente detesto, da entrambe le parti...

Link to post
Share on other sites

Ragazzi oggi ho provato una les paul classic (non classic custom) con tastiera in acero tostato.

Che dire, il feeling è totalmente diverso dall'acero di fenderiana memoria, l'ho trovato davvero ottimo e simil-palissandro.

La chitarra suonava da vera gibson, sembrava davvero cupa e piena (i ceramici li ricordavo un po' più definiti ma non li avevo mai sentiti su una lp).

Classico suono gibson, assolutamente non influenzato dal materiale della tastiera (almeno secondo le mie orecchie umane).

Stavo quasi per prenderla ma era una di quelle con tastiera chiarissima così ho desistito (anche se c'era una traditional, ovviamente in palissandro, sulla stessa tonalità, davvero chiara).

Consiglio a tutti di provarle.

Link to post
Share on other sites

A 1300 euro ti porti a casa una Jackson USA usata (che preferisco 1000 volte come qualità e livello di chitarra ad una qualsiasi Traditional, o una Jackson MIJ tipo RR5), o una ESP o LTD Deluxe, o Ernie Ball usate (tutto in buone condizioni, s'intende) la mia Dinky da 600€ è finita meglio della Explorer Tremolo del compagno Gibsoniano di poco tempo fa (chitarra da 1200€). Le alternative basta cercarle. Chiaro, se si vuole un determinato body shape o determinate caratteristiche (o, più che altro, una determinata firma), la scelta si restringe, ma come livello qualitativo c'è anche di meglio. Con ponti dritti e binding fatti come dio comanda, per lo meno.

 

ESP??? LTD??? Jackson???

 

Ma stai dicendo veramente?? Le uniche su cui concordo, anche se parliamo di chitarre differenti, sono le ernie ball.

 

ESP come le Gibson?? Non diciamo puttanate per favore.

 

CHIUDO L'OT, e chiedo scusa per averlo iniziato, non era mia intenzione. Era un raffronto solo per rispondere a chi critica le tastiere Gibson, tutto quì.

 

Rick, purtroppo la questione è troppo lunga per discuterne in off topic.

Link to post
Share on other sites

Ragazzi oggi ho provato una les paul classic (non classic custom) con tastiera in acero tostato.

Che dire, il feeling è totalmente diverso dall'acero di fenderiana memoria, l'ho trovato davvero ottimo e simil-palissandro.

La chitarra suonava da vera gibson, sembrava davvero cupa e piena (i ceramici li ricordavo un po' più definiti ma non li avevo mai sentiti su una lp).

Classico suono gibson, assolutamente non influenzato dal materiale della tastiera (almeno secondo le mie orecchie umane).

Stavo quasi per prenderla ma era una di quelle con tastiera chiarissima così ho desistito (anche se c'era una traditional, ovviamente in palissandro, sulla stessa tonalità, davvero chiara).

Consiglio a tutti di provarle.

 

Contento che ti sia piaciuta, le impressioni sono giuste. Dovresti sentire come suona con i Classic!!

Link to post
Share on other sites

Ragazzi oggi ho provato una les paul classic (non classic custom) con tastiera in acero tostato.

Che dire, il feeling è totalmente diverso dall'acero di fenderiana memoria, l'ho trovato davvero ottimo e simil-palissandro.

La chitarra suonava da vera gibson, sembrava davvero cupa e piena (i ceramici li ricordavo un po' più definiti ma non li avevo mai sentiti su una lp).

Classico suono gibson, assolutamente non influenzato dal materiale della tastiera (almeno secondo le mie orecchie umane).

Stavo quasi per prenderla ma era una di quelle con tastiera chiarissima così ho desistito (anche se c'era una traditional, ovviamente in palissandro, sulla stessa tonalità, davvero chiara).

Consiglio a tutti di provarle.

 

 

Finalmente qualcuno che parla di queste tastiere solo dopo avere provato... [thumbup]

Link to post
Share on other sites

(dopo chiudo)

Si Roger, ESP, LTD, Jackson come e più di Gibson, strano eh? Eppure la scrittina Gibson sulla paletta un ce sta!

 

Certo, due Dinky che ho (valore 600€, l'altra 300 da usata) con tutti gli scassi per il Floyd Rose fatti meglio (non si parla di suono in quanto son strumenti diversi, ma di qualità e cura dei dettagli) della Explorer Tremolo da 1200. La mia bianca rimane accordata per un pezzo, varie X Tremolo di cui ho letto di scordano solo a guardarsi, stesso discorso per le LTD, tengono bene. Questo non è tifosismo da stadio, sono dati di fatto (ci sono ancora le foto nel topic dedicato).

Provate RR1, SL1, scrutate da vicino varie Jackson Jappe..niente da fare, son più alte, non c'era un particolare fatto male. Ma tanto le Gibson son lavorate a mano e i difetti sono belli se ci sono :rolleyes: Poi ognuno li spende dove vuole, chiaro, io mi mangio le mani per non aver preso la RR1 del '94 (pre fender) di un mio amico a 900€.

Non sono puttanate, chissà quante ESP ti sei fermato a vedere in negozio per dire ciò!

 

E anche la mia ex Strato C70, 500-600 euri e difetti o dettagli sbagliati: 0

 

(chiuso)

Link to post
Share on other sites

(dopo chiudo)

Si Roger, ESP, LTD, Jackson come e più di Gibson, strano eh? Eppure la scrittina Gibson.........

 

Potranno essere perfette, tenere l' accordatura quanto ti pare, essere curate nei minimi dettagli......Jackson mi puó anche dare La Vanere del Michelangelo con montate su corde e pickup, ma se suona come la media delle Jackson che ho provato io......buhahahahaha

Link to post
Share on other sites

Cosa mi proponi di interessante e valido a 1300 euro?

Io ho comprato una Gibson Les Paul studio usata del 1993 e ti assicuro che è molto valida,e a mio parere più valida di alcune Standard 08 che ho provato e con mi sono piaciute di meno della mia studio.

Secondo me ogni esemplare fa' una storia a se,poi è ovvio che se vai sulle reissue e sulle signature è sicuro che porti a casa un ottimo prodotto,comuque non c'è bisogno che te lo dica io perché tu sei sicuramente centinaia di volte più esperto di me ;)

EDIT: Scusa ho capito male quello che dicevi XD Pensavo che tu stessi criticando le Gibson di basso costo(1300 eurozzi) invece è il contrario ahahaah concordo con te ;) E chiedo perdono per la mia ennesima cazzata :D

Link to post
Share on other sites

Rispondo un pò a tutti;

 

Allora, le Jackson le ho provate, tra cui una molto costosa (ne chiedevano 1200), non consco il modello perchè non me ne inteno di tali marchi. Personalmente le trovo molto anonime, clean penoso,senza una caratteristica precisa, molto votate al metal e all'hard rock, certamente non si scordano, e vorrei vedere come potrebbe essere visto che hanno il floydrose e il blocca corde. Provate anche le LTD, stesso discorso, molto impersonali. Il Clean Fender e quello Gibson, lo riconoscerebbe anche un mezzo sordo a kilometri di distanza, quello delle chitarre citate da te ti sfido a riconoscerlo a confronto con chitarre simili. Per quanto riguarda le Fender bada bene che non le ho criticate, ho solo detto che a parita di prezzo, la qualità Gibson la vedono con il cannocchiale, ed è innegabile.

 

Prima di prendere la Traditonal, ero proprio interessato alle Edwards (1200 euri); dopo una faticosa ricerca, sono riuscito a trovarne una e a provarla. Belle chitarre, ma il clean non è all'altezza delle Gib, almeno di quelle in mio possesso, sul distorto hanno una tendenza ad impastare sulle frequenze medio basse ed è quì che si vede la qualità, in quanto le frequenze medio alte non faticano ad uscire su nessuna chitarra, anche da 50 euro, sono le frequenza basse che se non hanno un supporto strutturale (leggi legno) adeguato, impastano e non sono definite. Stesso discorso per le ESP.

 

Poi una constatazione; chi vende le Edwards, nel 90% dei casi lo fà per passare a Gibson, quindi fai un pò te, senza contare che la rete è disseminata di milioni di elogi per queste chitarre (che ripeto, in parte condivido) per poi trovare gli stessi proprietari che la vendono su i soliti siti.

 

Sinceramente, non ho trovato un prodotto a parità di prezzo che sia qualitativamente come le Gibson; per me una chitarra deve avere delle caratteristiche sonore ben precise, come le hanno le Fender, le PRS (anche se non le gradisco) le Gibson e sicuramente tante altre che non conosco. Le chitarre che hai menzionato sono sicuramente prodotti validi, perchè altrimenti non se ne giustificherebbe l'estrema difusione che hanno tra alcuni chitarristi, però a mio avviso sono molto impersonali, le confoderesti con qualunque altra chitarra simile.

 

Gibson ha un suono tipico, grosso, pieno e profondo,inconfondibile e ti prego di scusarmi, ma per me solo questo vale il costo di una Les Paul.

Link to post
Share on other sites

Di Floyd Rose e nut ce ne son tanti, proprio come le meccaniche, non tutti tengono bene. Chiaramente il migliore è l'Original, solitamente montato sui top di gamma (con qualche eccezione e sulle varie Kramer e Charvel anni '80, chitarre dal basso prezzo e dall'alta resa.)

 

Il fatto che sia un clean "anonimo" per te penso sia più che altro un fattore psicologico: 60 anni di suoni Gibson e Fender (quelle c'erano e quelle usavano, che piacessero o meno..avevano meno pugnette in quegli anni, suppongo) hanno formato nella mente comune (di chi suona) due tipi di suono, e i più chiusi hanno questo o quello, le mezze vie non esistono :rolleyes:

Un suono Tele lo riconosco, certe volte però non capisco di che tipo di clean sia. Tipo Psycho Circus dei KISS, il pulito effettato verso la fine non so ricondurlo a un modello preciso, potrebbe essere una LPC (che Ace ha molto usato) come chitarre simili alla Jackson, quel suono lo si ottiene, se si vuole.

 

Le Gibson Les Paul non impastano sulle medio basse? Peffavvore, che di chitarristi con Les Paul che live letteralmente scomparivano nel mix ne ho sentiti...

 

E se parliamo di finiture (la questione suono è più brigosa), cura dei dettagli e simili (come facevamo), Gibson viene sorpassata da altri marchi e sottomarchi, per me non ci piove.

 

Comunque siamo ot.

Link to post
Share on other sites

Siamo molto OT [biggrin]

 

Appena posso, posto un paio di filmati dell'ultima serata fatta, ripresi con un telefonino nokia, in cui eravamo in 5, e poi mi dici se il suono della mia Gib era soffocato o impastato.

 

Cmq, per me le finiture fanno parte di dello strumento e sono come la ciliegina sulla torta ma di una chitara rifinita bene che poi non suona me ne faccio ben poco.

 

Non sò se il suono delle fender e delle Gibson sia riconoscibile in base ad una sorta di "abitudine" che abbiamo, ma fatto stà che lo riconosci tra mille (specialmente sul clean) mentre il suono di una Jackson o di una Kramer, personalmente non lo riconosco.

 

La Gibson ti dà quel suono, c'è poco da fare, e tutte le "imitazioni" di lusso che ci sono in giro, cmq cercano di imitare tale suono, e questo già depone a favore delle Gibson.

 

Poi cmq, stiamo parlando di gusti, pertanto la diatriba rimarrà sempre aperta.

 

Io amo le Gib per quel suono che ti danno, e se per avere quel suono devo avere la scritta sulla paletta, continuerò a comprarle.

Link to post
Share on other sites

Di Floyd Rose e nut ce ne son tanti, proprio come le meccaniche, non tutti tengono bene. Chiaramente il migliore è l'Original, solitamente montato sui top di gamma (con qualche eccezione e sulle varie Kramer e Charvel anni '80, chitarre dal basso prezzo e dall'alta resa.)

 

Premesso che me ne guardo bene dall'addentrarmi nella diatriba, ecco alcuni prezzi degli anni ottanta (tuttochitarre sett. 86, ovviamente Lit.):

Gibson Explorer Mod. 83: 1.640.000

Charvel Jackson Model 6: 1.944.000

Kramer Baretta: 1.504.000

Jackson Soloist: 3.457.000

Stipendio operaio (circa): 700.000

Link to post
Share on other sites

... La Gibson può anche mettere sulle tastiere il letame pressato, ma state tranquilli che suonerà sempre meglio di qualsiasi altra chitarra di egual valore.

Fender ti fa pagare una chitara 1000 euro che suona come una messicana da 400 euro con un cambio PU, senza contare che passi più tempo ad accordarla che a suonarla....e voglio vedere chi osa dire il contrario.

La qualità costruttiva Gibson, ad uno stesso livello di prezzo, le altre chitarre la vedono con il cannocchiale.

Parto dal tuo primo post sul tema.

Roger dissento completamente.

Ma è naturale, io probabilmente amo maggiormente le Fender, tu le Gib, ed è naturalissimo.

Ma da qui a dire che a pari prezzo le Gib siano la migliore scelta possibile e che le Fender stando a quanto affermi siano praticamente inutilizzabili, di strada ce ne corre, no?

Fosse vero, a livello professionale la marca sulla paletta sarebbe solo una, e non mi pare sia così [wink]

Link to post
Share on other sites

Si dovrebbero stabilire dei canoni obbligatori per detemrinate fasce di prezzo.

Per esempio una chitarra per valere 1000 euro cosa deve e non deve avere?

Così sarebbe più facile capire oggettivamente chi ha il miglior rapporto qualità prezzo.

Per quanto riguarda il suono potrei dire che una chitarra da 300 euro suona meglio di una da 2000 e nessuno potrebbe dirmi niente perchè il suono è soggettivo (ovviamente anche qui ci sono dei canoni comuni che possono essere presi in considerazione tipo sustain, suopabilità ecc.)

Link to post
Share on other sites

Premesso che me ne guardo bene dall'addentrarmi nella diatriba, ecco alcuni prezzi degli anni ottanta (tuttochitarre sett. 86, ovviamente Lit.):

Gibson Explorer Mod. 83: 1.640.000

Charvel Jackson Model 6: 1.944.000

Kramer Baretta: 1.504.000

Jackson Soloist: 3.457.000

Stipendio operaio (circa): 700.000

 

Ecco, io mi rifacevo al mercato odierno, non ho specificato, nell'86 non ero neanche nei piani mentali dei miei genitori, c'era solo mia sorella (piccolina) :)

 

Le Gibson non erano anche in crisi in quel periodo?

(PS: anche li, come nell'inizio dei '90s...una Charvel Professional MiJ che costava la metà/un terzo di una Jackson made in USA e che suonava uguale se non meglio con gli stessi materiali.. [biggrin] )

Link to post
Share on other sites

Dài, è chiaro che ci sarebbe tanto da dire su come scegliamo le nostre chitarre e poi ciascuno ragiona secondo le proprie motivazioni, sempre e comunque da rispettare.

 

Però, lasciatemelo dire, secondo me dire che si apprezza la propria chitarra perché "ha un buon rapporto qualità/prezzo" è un po' come dire della propria partner che si sta con lei perché "è una brava persona".

 

Non so se mi sono spiegato.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...